Lisa Tech, il training Lab di Kilometro Rosso e Eos

Pubblicato il 19 marzo 2021

Kilometro Rosso, uno dei principali distretti europei dell’innovazione e Eos, fornitore di tecnologie per l’additive manufacturing, hanno annunciato l’apertura di LiSA Tech – Living Space for Additive Technologies, il nuovo training lab per l’additive manufacturing di Kilometro Rosso, uno spazio per corsi di formazione, realizzati in collaborazione con il team Additive Minds di Eos e dedicato alle imprese interessate alla produzione additiva.

Il nuovo laboratorio svolgerà attività di formazione, ricerca e consulenza per le imprese del territorio e si avvarrà della consulenza di Additive Minds per lo sviluppo dei percorsi di formazione e della macchina Eos M 290, Direct Metal Laser Sintering (DMLS), per la stampa in alluminio e titanio e il monitoraggio della produzione in Real-time tramite tomografia IR digitale in processo, con il supporto degli esperti di Kilometro Rosso. I risultati ottenuti e le competenze acquisite verranno trasferite ad aziende e professionisti del settore grazie all’attività di formazione e all’utilizzo diretto del laboratorio.

I corsi di LiSA Tech saranno organizzati in moduli, e permetteranno di comprendere come introdurre l’additive manufacturing in azienda, apprendere nuove tecniche di progettazione e sperimentare la stampa 3D per applicazioni professionali.

Gli altri servizi offerti da LiSA Tech saranno relativi alle aree: design (servizi di consulenza per progettazione e ottimizzazione delle parti in ottica Additive Manufacturing), prototyping (utilizzo della tecnologia DMLS per la realizzazione di componenti in alluminio e titanio), quality control (monitoraggio discreto e puntuale del processo di stampa dei componenti, sia in linea che ex-post, grazie alla tomografia IR digitale), post processing (trattamenti termici e superficiali specifici dei componenti).

Questa attività si svolge nell’ambito del progetto Ircram 4.0, di cui Kilometro Rosso è partner, finanziato dalla Regione Lombardia tramite il programma “Call Hub Ricerca e Innovazione”. Ircram 4.0 è un progetto della durata di 30 mesi che, tramite l’utilizzo delle tecniche di additive manufacturing (AM), punta a creare un nuovo approccio di progettazione meccanica e alla creazione di componenti industriali non realizzabili con le tradizionali tecniche di lavorazione. In linea con le sfide odierne del settore manufatturiero, sempre più proiettato verso una produzione efficiente e sostenibile, le soluzioni proposte da Ircram consentiranno di migliorare il livello di sicurezza delle operazioni, dando la possibilità di demandare i compiti più pericolosi a robot e impianti automatizzati, interconnessi in rete e programmabili da remoto.



Contenuti correlati

  • Al Kilometro Rosso nascono i robot su misura

    A Bergamo, all’interno del Kilometro Rosso, grazie all’iniziativa Joiint Lab (con due i) dell’Istituto italiano di tecnologia è sorto un laboratorio condiviso tra scienziati e imprese, dove potranno prendere forma, cioè venire disegnati robot antropomorfi su misura,...

  • Additive manufacturing per la moda Made in Italy

    AFHRA, brand di borse artigianali dalla forte componente concettuale, ha scelto EOS, noto a livello mondiale nella fornitura di tecnologie per l’additive manufacturing, per ottenere la libertà di design e introdurre un elevato livello di personalizzazione, senza...

  • BI-REX lancia i corsi di formazione per aziende e Pmi

    Dare ad aziende, Pmi e professionisti le competenze necessarie ad avviare i processi di trasformazione digitale in ambito Industria 4.0, sostenendo la ripresa e la competitività delle attività produttive in Italia: è l’obiettivo della prima edizione dei...

  • 21 nuovi soci industriali e 4 Regioni entrano nel Cluster Fabbrica Intelligente

    Sono 21 i nuovi soci entrati a far parte del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente: Autodesk, Biancolini Symbol, Canon Italia, Dassault Systèmes Italia, Dgs, Efeso Consulting, Fores Engineering, HP Italy, I40saas, Idrotherm 2000, Isapiens, Nokia Solution and...

  • 1zu1 testa il sistema polimerico Eos P 500

    Eos ha completato un test approfondito del suo sistema polimerico Eos P 500, verificando l’idoneità della produzione per applicazioni di serie insieme al suo cliente austriaco 1zu1, produttore di prototipi, piccole serie e pezzi di serie, che ne ha di...

  • Per EOS un futuro sempre più sostenibile con la stampa 3D
    Per EOS un futuro sempre più sostenibile con la stampa 3D

    Sostenibilità ambientale e stampa 3D. Sono queste le due parole chiave che accompagnano la strategia di EOS, fornitore di soluzioni per la produzione sostenibile con la tecnologia di stampa industriale 3D. “La mentalità sostenibile è sempre stata...

  • Stampa 3D, un aiuto concreto

    Il virus Covid-19 ha avuto un impatto senza precedenti sul mondo. La pandemia ci ha mostrato quanto profondamente una crisi possa sconvolgere le società e le economie che sono ora tanto interconnesse a livello globale. Questo è...

  • audi eos stampa 3D
    Stampa 3D, Audi amplia la produzione additiva con Eos

    Audi si affiderà interamente alla stampa 3D industriale presso il suo Centro di stampa 3D del metallo di Ingolstadt per la produzione di segmenti di utensili selezionati. La produzione additiva (AM) con tecnologia Eos viene utilizzata per...

  • EOS porta la stampante industriale 3D EOS Formiha P110 Velocis del campus HSS di New York

    LimaCorporate, azienda italiana con expertise nel campo della stampa 3D per l’ortopedia, e l’Hospital for Special Surgery (HSS), ospedale al primo posto negli USA in ambito ortopedico, hanno fondato la prima struttura di progettazione e stampa 3D...

  • Eos Formiga additive manufacturing medicale
    Cure ortopediche personalizzate grazie alla stampante 3D Eos

    LimaCorporate, azienda italiana con expertise nel campo della stampa 3D per l’ortopedia, e l’Hospital for Special Surgery (HSS), ospedale al primo posto negli USA in ambito ortopedico, hanno fondato la prima struttura di progettazione e stampa 3D...

Scopri le novità scelte per te x