Softing semplifica l’implementazione con Foundation Fieldbus e Profibus PA

Pubblicato il 12 febbraio 2016

Uno dei prodotti di punta che Softing presenterà alla fiera Embedded World di Norimberga in Germania (23-25 febbraio 2016) sarà la nuova generazione del suo affermato modulo di comunicazione commModule PD (successore del Fieldbus Kit FBK-2) per l’integrazione della funzionalità Foundation Fieldbus e Profibus PA nei dispositivi di campo.

Il modulo commModule PD è il successore dell’affermato Fieldbus Kit FBK-2 di Softing. Non richiede una conoscenza particolare dei fieldbus o di programmazione, rendendo quindi veloce e semplice l’implementazione dei fieldbus, e ha un ingombro ancora più piccolo rispetto all’FBK-2. Il modulo offre maggiori flessibilità e prestazioni, grazie all’uso di un microcontrollore a 32 bit con molta più memoria (RAM e ROM). La funzionalità del controllore fieldbus è implementata nel software, riducendo il consumo di potenza (proprio) del modulo del 25% circa rispetto alla soluzione FBK-2.

Inoltre, commModule PD permette l’assemblaggio automatico (SMD, Surface Mounted Devices), riducendo quindi in modo significativo i costi di produzione e gestione. L’uso di questo modulo nell’ambito del prodotto commKit FFeasy/PAeasy sostituisce il complesso progetto di sviluppo richiesto in precedenza con un approccio di implementazione semplice e veloce.
Integrando commModule PD, la fisica del bus è già pronta per il collegamento di Foundation Fieldbus H1 e Profibus PA. È disponibile per l’immediata integrazione un’ampia libreria di blocchi funzione e trasduttori, eliminando la programmazione software altrimenti necessaria. Gli utenti non devono possedere particolari conoscenze di Foundation Fieldbus o Profibus PA per beneficiare di un rapido time to market.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x