ESA: incrementare l’esplorazione spaziale umana e robotica europea

Un gruppo di esperti indipendenti, tra cui l’ex Segretario Generale della NATO Anders Fogh Rasmussen, ha invitato l’Agenzia Spaziale Europea a incrementare significativamente la propria autonomia nell’esplorazione spaziale umana e robotica

Pubblicato il 3 giugno 2023

Anders Fogh Rasmussen, ex primo ministro danese, ha introdotto la pubblicazione con un discorso vibrante e applaudito, chiedendo maggiori investimenti nell’esplorazione spaziale. “Siamo coraggiosi, mettiamo l’Europa in prima linea nell’esplorazione spaziale“, ha detto, aggiungendo che “se non lo facciamo, resteremo indietro e diventeremo dipendenti da altri”.

Il 23 marzo 2023 il gruppo di 12 consulenti di alto profilo, conosciuto con l’acronimo HLAG (ovvero High Level Advisory Group), ha presentato alla 315a Sessione del Consiglio dell’ESA, svoltasi presso la sede dell’ESA di Parigi, il suo rapporto indipendente inerente lo stato dell’esplorazione spaziale europea.
In Revolution Space: Europe’s Mission for Space Exploration” (tradotto: Rivoluzione spaziale: la missione europea per l’esplorazione dello spazio), il gruppo sostiene che l’esplorazione umana dello spazio sta subendo una rivoluzione; questa è un’occasione che l’Europa non può permettersi di perdere.

Sul rapporto si afferma: “I Paesi e i territori che non si assicurano un accesso indipendente allo spazio e un suo uso autonomo diventeranno dipendenti a livello strategico, e a livello economico verranno privati di una parte importante di questa filiera. L’obiettivo dell’Europa sarà quello di acquisire un terzo di questo mercato futuro”.

Il HLAG è stato costituito nell’estate del 2022 su richiesta del Consiglio dell’ESA e comprende leader del settore, delle istituzioni, del mondo accademico e della società civile. È stato incaricato di fornire una valutazione indipendente e obiettiva sulla rilevanza geopolitica, economica e sociale che l’esplorazione spaziale umana e robotica rappresenta per l’Europa e ha raccomandato all’ESA di “agire in modo visionario”, “agire in modo diverso” e “agire ora” sull’esplorazione spaziale”.

Nel rapporto del HLAG, disponibile qui, si osserva che l’Europa non ha una capacità di lancio umano indipendente, perciò, per inviare esseri umani nello spazio, si affida a partner non europei; ciò minaccia il suo futuro come attore credibile sulla scena economica e geopolitica globale. Per questo motivo, il gruppo di consulenti insiste sul fatto che l’Europa debba aumentare in modo significativo i suoi investimenti nell’esplorazione umana e sviluppare proprie capacità di trasporto sui voli spaziali umani al fine di garantire e promuovere i benefici di un’economia spaziale in forte espansione. Il rapporto riguarda l’esplorazione umana e robotica, entrambe essenziali per una strategia di esplorazione.
Allo stesso tempo, evidenzia la crescita esponenziale del valore totale dello spazio globale e sostiene che “il costo dell’inazione supererebbe di gran lunga l’investimento necessario per rendere l’Europa un attore spaziale forte e indipendente”.

Il rapporto suggerisce che maggiori investimenti nell’esplorazione spaziale contribuirebbero ad attrarre i migliori talenti, a mantenere l’eccellenza e a unire l’Europa attraverso una grande visione. Sostiene che una maggiore autonomia in questo settore renderebbe l’Europa un partner più forte e interessante per la cooperazione internazionale.
Inoltre, il gruppo consultivo sottolinea che l’Europa dovrà adottare un nuovo modello di approvvigionamento per sfruttare al meglio questa rivoluzione spaziale, che consenta all’industria di innovare e prosperare riducendo i costi.

Il Direttore Generale dell’ESA, Josef Aschbacher, ha accolto con favore il rapporto indipendente e la sfida che propone: “L’Europa è un leader tecnologico in molti settori, dai trasporti via terra alla produzione di energia pulita, dalla fabbricazione di chip all’economia circolare. Siamo leader anche nel settore spaziale, eccezion fatta per il volo spaziale umano, per il quale ci siamo affidati a partner internazionali. Non dobbiamo lasciare che l’accesso allo spazio sfugga alla competenza e alla leadership europea.
Il rapporto Revolution Space è un campanello d’allarme per i leader europei affinché agiscano ora e non perdano questa opportunità. L’ESA ha competenza e ambizione. Insieme al nostro settore innovativo, l’ESA può farcela”.

È stato costituito un gruppo di lavoro del Consiglio dell’ESA per esaminare le raccomandazioni del rapporto Revolution Space e preparare il prossimo Space Summit, che si terrà a Siviglia, in Spagna, il 6 novembre 2023.

I 12 membri del gruppo HLAG sono:

  • Stefania Giannini, ex Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca del Governo Italiano;
  • Erling Kagge, esploratore e primo uomo ad aver raggiunto a piedi i tre “poli” (ovvero il Polo Nord, il Polo Sud e la cima del Monte Everest);
  • Mariana Mazzucato, Professoressa alla University College London, Direttrice dell’Institute for Innovation and Public Purpose e autrice di Mission Economy;
  • Maria Theresia Niss, membro del National Council of Austria e Presidente della European Inter-Parliamentary Space Conference;
  • Cédric O, ex Segretario di Stato per il Settore Digitale in Francia;
  • Chris Rapley, Professore di Climate Science alla University College London e Presidente dell’European Space Sciences Committee nell’ambito dell’European Science Foundation;
  • Anders Fogh Rasmussen, ex Segretario Generale della Nato ed ex Primo Ministro della Danimarca;
  • Anna Rathsman, Presidentessa del Consiglio dell’Esa e Direttrice Generale dell’Agenzia Spaziale Svedese;
  • Tomasz Rożek, comunicatore scientifico;
  • François Schuiten, artista comico e autore di libri di successo;
  • Christoph Schweizer, Chief Executive Officer del Boston Consulting Group;
  • Saadia Zahidi, Managing Director del World Economic Forum.



Contenuti correlati

  • Regione Lazio investe in Aristide e Atena, progetti di ricerca ad alto contenuto innovativo

    Con i due progetti Aristide e Atena, finanziati con fondi per 1,1 milioni di euro, la Regione Lazio investe in innovazione, con l’obiettivo di sviluppare tecnologie innovative in contesti differenti. Atena, di cui il Gruppo Spindox è capofila, si rivolge...

  • La Space Economy è pronta a decollare

    L’Economia dello Spazio, definita dall’OCSE come un complesso di attività che generano valore e vantaggi attraverso l’esplorazione, la ricerca e l’utilizzo dello Spazio, si estende su un’ampia gamma di settori. Da un lato si concentra su tutto...

  • Osservatorio Space Economy del Politecnico di Milano

    Nel 2023 il mercato dei sevizi di Osservazione della terra nel nostro Paese ha proseguito la sua crescita e ha raggiunto i 230 milioni di euro, +15% rispetto al 2022. Il settore spaziale diventa sempre più strategico...

  • Nello spazio, per scienza e per affari

    Il comparto dell’industria dell’aero-spazio, che è perlopiù alimentato da commesse provenienti da istituzioni ed enti scientifici e di ricerca, potrebbe presto passare a una prevalenza di commesse di tipo privato, ben oltre la messa in orbita di...

  • L’italiana Deep Blue scelta per l’addestramento dei nuovi astronauti

    Deep Blue è stata selezionata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per l’addestramento dei nuovi candidati astronauti Sophie Adenot, Pablo Álvarez Fernández, Rosemary Coogan, Raphaël Liégeois e Marco Sieber selezionati tra oltre 22.500 candidati provenienti dagli Stati membri dell’ESA...

  • ESA e DS insieme sostengono start-up e imprenditoria spaziali in Europa

    Dassault Systèmes e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) annunciano la firma di una lettera di intenti per supportare la comunità europea di start-up e imprese che operano per l’innovazione nel settore del “nuovo spazio”, che comprende la commercializzazione...

  • Donne nello spazio

    L’industria spaziale è sempre stata percepita come un feudo tipicamente maschile e, almeno agli albori delle esplorazioni spaziali, questa percezione poteva essere suffragata dalla realtà. Ma già nel lontano 1963 la russa Valentina Tereshkova, partecipando alla missione...

  • perseverance marte flir telecamere rgb
    Le telecamere Flir catturano l’atterraggio di Perseverance su Marte

    Il 18 febbraio la Nasa ha fatto atterrare con successo il rover Perseverance su Marte. Questa non è la prima missione su Marte, ma è stata la prima volta che l’ingresso nell’atmosfera, la discesa e l’atterraggio di...

  • Dalla Luna a casa tua: il museo live ‘a portata di smarphone’ dal 18 dicembre al 6 gennaio

    WAY Experience, LOfficina del Planetario e BadByte, presentano Oltre Live Experience/Dalla Luna a casa tua, una live home experience che unisce l’esplorazione della storia della conquista dello spazio alla narrazione scientifica live. L’esperienza immersiva è un vero...

  • ABB e Nüvü forniranno fotocamere per la ricerca di esopianeti per la NASA

    Un contratto di due anni assegnato ad ABB dal Jet Propulsion Laboratory della NASA vedrà la tecnologia chiave di ABB/Nüvü Camēras volare a bordo del telescopio spaziale nel 2025, in rotta per catturare le prime immagini spaziali...

Scopri le novità scelte per te x