Ecosostenibile: parola chiave per la nuova sede Siemens di Milano

Sarà pronto entro febbraio 2018 e costruito secondo i migliori criteri di sostenibilità il nuovo quartier generale di Siemens Italia a Milano: aperto oggi ufficialmente il cantiere

Pubblicato il 24 febbraio 2016

Aperto ufficialmente il cantiere per la realizzazione del nuovo quartier generale di Siemens in Italia. Sorgerà in via Vipiteno a Milano dove l’azienda ha già una sede recentemente ristrutturata.
Quando sarà inaugurato a inizio 2018, il nuovo edificio, progettato dallo studio di architettura Barreca e La Varra, offrirà un ambiente di lavoro moderno e stimolante per oltre 900 collaboratori su 15.000 metri quadri di superficie e conterrà una sala conferenze, un training center e una mensa.
“Questo ulteriore impegno conferma quanto Siemens sia radicata sul territorio nazionale con continui investimenti. Oltre all’avveniristica sede di Monaco l’unica nuova costruzione prevista in Europa è quella di Milano” commenta Federico Golla, Presidente e Amministratore delegato di Siemens Italia. “Posso dire con orgoglio che il nostro quartier generale sarà qualcosa di più di un nuovo edificio. Ci saranno ampi spazi interni ed esterni riservati al benessere dei dipendenti”.

siemens_via_vipitenoAttualmente, l’area di via Vipiteno comprende un edificio già esistente con uffici, palestra, centri di competenza e laboratori di ricerca (oltre 800 collaboratori). A lavori ultimati i due palazzi si troveranno nella stessa area e saranno circondati da un ampio parco a disposizione per i dipendenti.
Gli interventi urbanistici sono il frutto di un accordo tra Siemens e la città di Milano. Il progetto prevede infatti sia la realizzazione di una strada pubblica che congiungerà via Ponte Nuovo con via del Ricordo, sia un campo da calcio. I lavori saranno coordinati da Siemens Real Estate, la divisione responsabile di tutte le attività immobiliari della società.
Il progetto rientra nella strategia globale di Siemens basata sulla sostenibilità che ogni anno riceve il riconoscimento dell’indice Dow Jones (DJSI).

Prima di tutto, l’edificio sarà un green building con certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), in grado di soddisfare i più alti standard di sostenibilità ambientale. E poi anche qui sarà implementato lo smart working che Siemens adotta dal 2011. Questo nuovo modo di lavorare è caratterizzato, oltre che dalla flessibilità dei dipendenti che sono più liberi negli spostamenti casa-ufficio, anche dalla riduzione degli spazi dedicati agli uffici, il che si traduce in minor consumo di illuminazione e clima, e quindi ridotte emissioni inquinanti nell’ambiente.
È recente l’annuncio di Siemens di voler diventare entro il 2030 la prima grande società industriale a zero emissioni. Primo obiettivo è quello di ridurre del 50% le proprie emissioni di CO2 entro il 2020. Per raggiungere questi traguardi, Siemens investirà circa 100 milioni di euro nei prossimi tre anni per contenere l’impatto energetico dei propri stabilimenti produttivi ed edifici.



Contenuti correlati

  • ADI accelera il progresso nella building automation e nella smart factory

    Analog Devices, Inc. ha annunciato le prime soluzioni al mondo Single-pair Power over Ethernet (SPoE) Power Sourcing Equipment (PSE) e Power Device (PD) che consentono ai clienti di aumentare il livello di intelligenza negli edifici smart, nell’automazione industriale e...

  • Edifici smart ed edifici intelligenti: quale scegliere

    Cosa significa edificio intelligente? E qual è la differenza con un edificio smart? Analog Devices spiega in cosa sono diversi e perché i secondi sono la scelta migliore Leggi l’articolo

  • Il risparmio energetico passa per l’Industrial Edge

    Le soluzioni di automazione avanzata consentono di ridurre i costi di energia, materie prime e scarti di produzione, oltre a liberare risorse da destinare altrove. Il progetto di Siemens Leggi l’articolo

  • Mirai, la nuova sede Mitsubishi

    Il presidente e ceo Shunji Kurita di Mitsubishi Electric Europe insieme a Mario Poltronieri, presidente della filiale italiana di Mitsubishi Electric hanno inaugurato i nuovi uffici italiani all’interno dell’Energy Park di Vimercate pensati per supportare al meglio...

  • Johnson Controls e Accenture: due OpenBlue Innovation Center basati su AI

    Accenture e Johnson Controls collaboreranno alla realizzazione e alla gestione di due nuovi OpenBlue Innovation Center, che supporteranno lo sviluppo di prodotti e servizi a marchio JCI per i sistemi di controllo degli edifici che utilizzano tecnologie...

  • Metodo SPIM: a Torino, l’Istituto 4.0 che riproduce una Fabbrica Digitale

    La Fondazione ITS per la Mobilità Sostenibile Aerospazio/Meccatronica per il Piemonte nasce a Torino nel 2010 su precisa indicazione e forte volontà del gruppo Finmeccanica e delle associazioni datoriali Unione Industriale Torino, A.M.M.A. – Aziende Meccaniche Meccatroniche...

  • Digitalizzazione dal campo alla tavola

    Siemens ha lavorato a stretto contatto con il produttore di alimenti spagnolo bonÀrea Agrupa per digitalizzare e collegare in rete tutti i processi in sicurezza Leggi l’articolo

  • Treni a zero emissioni

    Il settore ferroviario, nonostante sia tra i meno inquinanti, ha un grande impatto sulla mobilità a livello globale. I margini di miglioramento per ottenere una maggiore efficienza e ridurne l’impatto nei decenni a venire ci sono e...

  • La voce corre in aiuto delle mani

    Presentiamo applicazioni di Industrial Edge per la massima operatività sulla macchina Leggi l’articolo

  • Soluzione Ethernet a lungo raggio da Analog Devices per la digitalizzazione delle reti

    Le apparecchiature di automazione digitali e connesse consentono una gestione totale degli edifici a partire da riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria fino al comfort occupazionale. Il nuovo ADIN2111 di Analog Devices aggiunge la connettività Ethernet a lungo raggio...

Scopri le novità scelte per te x