Aveva World: l’economia industriale connessa secondo Idc

Pubblicato il 21 novembre 2022

All’Aveva World a San Francisco, l’evento della multinazionale protagonista nel settore del software industriale che si è concluso il 17 novembre, l’innovazione delle imprese industriali, l’utilizzo di dati in tempo reale per connettere i team di lavoro e potenziarne le capacità con insight che accelerano il processo decisionale e aumentano l’efficienza aziendale sono stati al centro del dibattito.

Nella tavola rotonda svolta davanti a un parterre di oltre 2.500 clienti e partner, molti dei quali impegnati nella trasformazione digitale delle proprie imprese e nella creazione di nuovi modelli di business per accelerare la sostenibilità, Peter Herweck, Ceo di Aveva, e Bob Parker, Senior Vice President Idc, hanno affrontato il tema dell’economia industriale connessa, esplorandone vantaggi e potenzialità.

“Stiamo assistendo alla nascita di un universo industriale completamente connesso, che consente un nuovo tipo di collaborazione tra colleghi, fornitori, partner e clienti”, ha affermato Peter Herweck. “L’adozione di un approccio incentrato sui dati dà potere ai team di lavoro, collegando diversi attori nell’intero ecosistema industriale. Questo a sua volta trasforma le catene del valore in reti agili, redditizie e sostenibili. È ciò che noi di Aveva intendiamo per nuova economia industriale connessa”.

Un recente sondaggio, commissionato da Aveva a 650 dirigenti aziendali internazionali dei settori chimico, manifatturiero ed energetico in Nord America, Europa e Medio Oriente, rivela che l’87% del campione intende aumentare l’investimento della propria organizzazione in soluzioni digitali industriali nei prossimi 12 mesi.

Herweck ha aggiunto: “Stiamo assistendo ad una grande transizione da parte di aziende leader come Shell e Worley, sempre più inclini ad abbattere l’approccio di raccolta e lettura dei dati per silos verticali e a prediligere la costruzione di digital twin per migliorare la collaborazione, promuovere la trasparenza e fornire informazioni fruibili che consentano ai loro team di lavorare in modo più intelligente, trasversale e connesso”.

Bob Parker, Senior Vice President della società di analisi IDC, ha commentato: “Ci troviamo di fronte a un’economia digitale in rapida evoluzione, che non trova paragoni, per profondità e portata, a quanto abbiamo osservato prima della pandemia. I segmenti industriali ad alta intensità di risorse della vecchia economia, tra cui l’Oil&Gas, Power&Utilities, Chimico e di consumer packaged goods, sono costantemente sottoposti a nuove pressioni affinché le operation siano sempre più resilienti. Ciò richiede livelli più elevati di strumentazione degli asset e capacità che facciano leva sui dati raccolti per accelerare il processo decisionale e l’innovazione. In definitiva, questo sta portando alla nascita di ecosistemi industriali connessi”.

Secondo l’Idc Global Performance Index, che comprende oltre 900 aziende manifatturiere quotate in borsa, le aziende con una maggiore maturità digitale sono avvantaggiate. Considerando un anno base 100, le aziende che mostrano una maggiore maturità digitale godono di quasi il doppio dei ricavi (indice di 193), che si confronta con un punteggio di 150 per quelle con maturità di livello medio e 97 per i ritardatari.

Parker ha affermato che il divario digitale aumenterà solo quando l’economia mondiale sarà dominata dal digitale nei prossimi 10 anni. All’AVEVA World, aziende leader come Kellogg, Barry Callebaut, Pfizer, Dominion Energy e Henn, hanno raccontato la propria esperienza nell’avvio della costruzione di nuovi ecosistemi industriali connessi. Con l’adozione di software industriali basati su cloud sempre più diffusa, le organizzazioni saranno in grado di coinvolgere esperti all’interno e all’esterno della loro azienda per realizzare progetti innovativi, ottimizzare il ciclo di vita delle operazioni, accelerare il processo decisionale e raggiungere obiettivi di sostenibilità per l’utilizzo responsabile delle risorse mondiali.



Contenuti correlati

  • Quattro pilastri della Smart Factory

    I pilastri della Smart Factory, che determineranno la produzione automotive del futuro, comprendono: digitalizzazione, intralogistica, integrazione IT-OT ed ecosistemi industriali. Che cosa bisogna aspettarsi ora in termini di mobilità ambientale. Leggi l’articolo

  • Nel metaverso, per un’industria più sostenibile

    Incentrato sul tema della sostenibilità, Schneider Electric ha tenuto online il suo Innovation Summit World Tour, dove ha illustrato le tecnologie e le soluzioni che è in grado di offrire al mondo della produzione. Le prime tappe...

  • Dalla resilienza alle performance: innovare per crescere. Un roadshow approfondisce il tema

    IDC prevede che entro il 2025 saranno create 750 milioni di applicazioni cloud-native in tutto il mondo. Il numero di queste applicazioni sta crescendo esponenzialmente perché le aziende, da un lato, si affidano sempre di più al...

  • AVEVA annuncia una partnership strategica con Aras

    Aveva e Aras hanno siglato una collaborazione OEM esclusiva per la realizzazione di soluzioni per la gestione del ciclo di vita degli asset. Aveva, attraverso la piattaforma Aras Innovator, fornirà una serie di soluzioni Asset Lifecycle Management scalabili,...

  • Executive event IDC e SAP a Milano l’11 ottobre

    Si intitola “Un futuro digitale e sostenibile per l’industria manifatturiera” il nuovo executive event organizzato da IDC e SAP l’11 ottobre 2022 a Milano presso il Made Competence Center Industria 4.0. Un importante momento di confronto e di...

  • Un futuro tra sostenibilità e ‘automazione universale’

    Alla più recente edizione della fiera di Hannover, Schneider ha illustrato la propria visione sul futuro dell’industria, necessariamente proiettato verso un modello di sviluppo sostenibile, basato al 100% su tecnologia digitale ed energia elettrica. Anche l’automazione industriale...

  • Come monitorare gli asset?

    Ansaldo Energia porta il monitoraggio degli asset da remoto a un nuovo livello grazie ad Aveva PI System Leggi l’articolo

  • Reti agili e resilienti – versione integrale

    Dal Network as a Service (NaaS) ai service in remoto, parliamo della possibilità di noleggiare servizi per le reti, dal monitoraggio, alla sicurezza, alla manutenzione Leggi l’articolo

  • Aveva Unified Supply Chain Schedule AI Assistant
    Raffinerie 4.0 e più sostenibili grazie all’Intelligenza Artificiale di Aveva

    Aveva, multinazionale inglese operante nel settore dei software industriali che supportano le imprese verso la trasformazione digitale e la sostenibilità, ha rilasciato Unified Supply Chain Schedule AI Assistant, una nuova soluzione per la pianificazione delle attività degli...

  • Cloud industriale, le piattaforme IIoT abbracciano l’edge

    Nel settore, le soluzioni tecnologiche stanno estendendo le funzionalità verso la periferia della rete e maturando in diverse aree di offerta. Anche i progetti di Internet of Things industriale si specializzano in maniera crescente, per risolvere specifici...

Scopri le novità scelte per te x