La sicurezza degli impianti industriali: protezione antincendio ed esplosioni

Pubblicato il 17 maggio 2017

Come confermato nel corso della XIII edizione di OMC (la principale vetrina dell’oil & gas nel bacino del Mediterraneo), la transizione verso un mix energetico sostenibile passa non solo dalla cooperazione tra i paesi e l’etica ambientale, ma anche attraverso la sicurezza energetica e l’innovazione tecnologica.

Le estreme condizioni lavorative di chi opera nel settore oil & gas richiedono standard di sicurezza particolari, che consentano di soddisfare qualsiasi esigenza e che siano nello stesso tempo conformi a tutte le specifiche tecniche previste. È di essenziale importanza che le tecnologie impiegate rispettino i rigorosi standard di qualità in modo da garantire un funzionamento autonomo degli impianti di produzione e delle piattaforme 24 ore su 24.

I moderni sistemi di rilevazione gas contribuiscono a proteggere le persone, garantendo la sicurezza negli impianti industriali poiché rilevano in anticipo le fughe di gas. La vasta gamma di prodotti con sensori di gas tossici, consente di misurare l’ossigeno, i gas esplosivi e i vapori in modo affidabile, emettendo un segnale di allarme in caso di pericolo. Questi sistemi di rilevazione gas sono presenti in tutti i settori industriali.

Un elemento complementare ai sistemi di rilevazione gas è la rilevazione di fiamma che garantisce un allarme immediato in caso di incendio. La scelta ricade solitamente sui rilevatori di fumo, ma la loro funzione spesso non è sufficiente a garantire una completa e preventiva protezione antincendio. Questo perché diversi tipi di gas e liquidi bruciano, di fatto, senza emettere fumo. I rilevatori di fumo, inoltre, non risultano efficaci in aree esterne o negli impianti con zone a rischio di esplosione.

L’ampliamento della gamma può essere considerata il rilevatore di fiamma. È possibile integrare i sensori di fiamma in un sistema di rilevazione gas e creare una strumentazione completa per la prevenzione e gestione dei rischi. I rivelatori di fiamma vengono utilizzati per segnalare focolai di incendio anche senza una significativa presenza di fumo. Grazie ai sensori ottici è possibile rilevare fiamme in una zona conica circoscritta ed entro specifici intervalli di luce, in particolare negli UV e spettro IR.

Proprio come i gas variano significativamente per il tipo di applicazione, diversi materiali infiammabili possono provocare diversi tipi di fiamme. Di conseguenza, le curve di emissione ottiche specifiche di fiamma sono altrettanto diverse.

Un singolo rilevatore fiamma non sarebbe quindi sufficiente ed è per questo motivo che Dräger ha deciso di introdurre 56 diversi tipi di rilevatori di fiamma prodotti dalla società Spectrex, ampliando il proprio portafoglio prodotti dedicati alla sicurezza industriale.

Le prime applicazioni sono già state attuate con successo: il controllo di una stazione di pompaggio per liquidi infiammabili e gas, un banco di prova in un laboratorio di ricerca, il controllo di ammoniaca e silano nella produzione di pannelli solari o il monitoraggio delle condutture di carbonio e idrogeno nell’industria chimica.

Considerato l’elevato numero di strumentazioni e i diversi campi di applicazione è sempre meglio avvalersi di un servizio di consulenza fornito da parte di esperti professionalmente preparati nel settore specifico di competenza.



Contenuti correlati

  • Più sostenibilità nell’Oil&Gas con Rockwell Automation

    Contributo di Sebastien Grau Regional Vice President Middle East, Turkey & Africa, Rockwell Automation Per molti decenni il settore Oil & Gas ha sostenuto la società moderna soddisfacendone i bisogni fondamentali in aree come energia, automotive, aviazione nonché...

  • Come la trasformazione digitale riduce i costi

    Di tutti i settori colpiti dagli eventi dell’ultimo anno, pochi hanno dovuto affrontare gli effetti a catena che hanno colpito il settore Oil & Gas. Mentre il mondo si riprende lentamente dal lockdown di massa, il settore...

  • TWK: nuovi encoder di sicurezza contro le esplosioni per zone 1 e 21
    TWK: nuovi encoder di sicurezza contro le esplosioni per zone 1 e 21

    TWK introduce un nuovo encoder di sicurezza per la protezione dalle esplosioni secondo Atex, Zona 1/21 e dotato di certificato di sicurezza funzionale Sil2/Performance Level d. TWK dispone di una tecnologia dei sensori adatta a quasi tutte...

  • Tigron: il nuovo attuatore elettrico per l’oil & gas

    Con più di 50 anni di esperienza nella produzione di attuatori elettrici, AUMA continua a progettare nuovi prodotti per soddisfare le esigenze dell’industria dell’oil & gas. L’azienda ha infatti lanciato la nuova serie di attuatori Tigron, che...

  • Dräger celebra 130 anni di attività con la fusione delle divisioni Safety e Medical

    Dräger ha presentato le sue soluzioni tecnologiche e sostenibili in occasione del 130esimo anniversario dalla fondazione e a seguito della fusione tra le divisioni Safety e Medical: un’unità di terapia intensiva, un impianto industriale, un intervento  antincendio,...

  • Ametek, un calibratore di pressione palmare per applicazioni Oil & Gas

    Ametek Sensors, Test and Calibration ha sviluppato il calibratore di pressione compatto HPC50, a sicurezza intrinseca, con elevata accuratezza e facilità di utilizzo per applicazioni di controllo del processo nei settori del petrolio e del gas. Il...

  • Valvometal ricerca neodiplomati in meccanica

    L’azienda metalmeccanica Sitindustrie Valvometal, specializzata nella produzione di valvole tailor-made per impianti oil & gas ed energetici, e guidata dalla trentaquattrenne General Manager Parvin Afsar, è alla ricerca di giovani meccanici. Gli esami sono terminati e l’azienda...

  • Da Flir la prima termocamera OGI raffreddata portatile ad alta risoluzione

    Flir Systems ha rilasciato la prima termocamera portatile ad alta risoluzione (HD) per la rilevazione ottica di gas, GF620. Progettata per i professionisti dell’industria petrolifera e del gas, la termocamera GF620 stabilisce un nuovo standard per il...

  • ABB e Arkad, joint venture per il settore oil & gas EPC

    ABB e Arkad Engineering & Construction hanno firmato un accordo per formare una joint venture per realizzare progetti EPC (Engineering, Procurement and Construction) nel settore oil & gas. L’attuale settore oil & gas EPC di ABB sarà...

  • Supervisore di CentraLine per la gestione integrata degli edifici

    CentraLine, marchio partner di Honeywell, con il supervisore Arena NX introduce una nuova generazione di sistemi di gestione per edifici connessi. Il facile funzionamento di strutture complesse, le ampie possibilità di acquisizione e la valutazione dei dati...

Scopri le novità scelte per te x