Possibile fusione fra Fieldbus Foundation e Hart Communication

La nuova Fondazione sarebbe dedicata a risolvere i bisogni della comunicazione tra dispositivi intelligenti nell’automazione di processo

Dalla rivista:
Fieldbus & Networks

 
Pubblicato il 26 settembre 2013

Le due organizzazioni Fieldbus Foundation e Hart Communication Foundation stanno valutando l’opportunità di una fusione, dalla quale scaturirebbe un’unica fondazione dedicata a soddisfare i bisogni della comunicazione tra dispositivi intelligenti nel settore dell’automazione di processo.
In particolare, l’accordo prevede che ciascuna organizzazione crei un gruppo di studio al fine di valutare la possibilità di una fusione “tra eguali”, senza predominanza di una delle due organizzazioni sull’altra. La decisione se procedere o meno alla fusione comporterà tre passaggi: per prima cosa, il gruppo di studio stilerà una relazione con le proprie raccomandazioni per ciascun consiglio d’amministrazione; quindi, i due consigli voteranno se procedere o meno con l’operazione; infine, se entrambi i consigli si saranno pronunciati a favore, la proposta sarà sottoposta al voto dei membri di entrambe le organizzazioni. In caso di approvazione, verranno depositati i necessari documenti legali. L’obiettivo è portare a termine il processo per la metà del 2014.

Fieldbus Foundation e Hart Communication Foundation

“Riteniamo che far confluire le risorse e le funzionalità di ciascuna Fondazione in un’unica organizzazione offrirebbe grandi benefici sia agli utenti finali sia ai fornitori” hanno sottolineato i consiglieri delegati delle due organizzazioni, Gunther Kegel di Fieldbus Foundation e Mark Schumacher di Hart Communication Foundation, parlando a nome dei rispettivi consigli di amministrazione. “Per quanto riguarda gli utenti finali, un’organizzazione che riunisse in sé le capacità di Fieldbus Foundation e Hart Communication Foundation offrirebbe una soluzione completa, in grado di rispondere a ogni aspetto della gestione dei dispositivi intelligenti e della comunicazione di campo nelle industrie di processo. Per quanto riguarda invece i fornitori, la nuova organizzazione aumenterebbe l’efficienza in termini di utilizzo delle risorse e uniformità dei processi e delle procedure, oltre a migliorare in modo significativo i servizi e il supporto per i membri”.

I presidenti delle due organizzazioni, Richard J. Timoney di Fieldbus Foundation e Ted Masters di Hart Communication Foundation, durante le discussioni preliminari, hanno rimarcato l’esistenza allo stato attuale di molte sinergie: “Crediamo che la decisione di studiare la possibilità di una fusione tra le nostre due organizzazioni offrirà la spinta per un importantissimo passo in avanti nell’evoluzione dei dispositivi intelligenti e nel mondo della comunicazione industriale”.

In passato Fieldbus Foundation e Hart Communication Foundation hanno lavorato molto insieme e vantano una lunga esperienza di cooperazione; per esempio hanno collaborato allo sviluppo di standard internazionali comuni come il linguaggio di descrizione dei dispositivi elettronici (Eddl) e, più di recente, allo sviluppo delle specifiche per l’integrazione dei dispositivi di campo (FDI). La fusione presenta notevoli opportunità per quanto riguarda l’armonizzazione di molti aspetti dei due protocolli, cosa che semplificherebbe agli utenti finali e ai fornitori il compito di implementare ciascuna tecnologia e sfruttarne appieno i benefici in termini di esercizio degli impianti e manutenzione.



Contenuti correlati

  • Xelity Hybrid di Murrelektronik: comunicazione fluida e veloce

    Murrelektronik presenta la famiglia di switch Xelity Hybrid. Questi switch assicurano una comunicazione dati rapida e fluida, gestiscono i dati direttamente dal punto dove vengono generati e consentono un’elaborazione ad alta risoluzione delle immagini, il che li...

  • L’ecosistema IO-Link Wireless di CoreTigo in mostra a SPS Italia 2024

    Continuando ad ampliare la sua presenza in una grande varietà di settori e soluzioni applicative, CoreTigo e i suoi partner sono pronti a presentare ancora una volta le notevoli capacità di IO-Link Wireless e le caratteristiche e...

  • Speciale CLPA 2024: tutti i vantaggi offerti da CC-Link IE TSN

    L’Industria 5.0 punta verso l’interconnessione e una produzione data driven: in questo contesto le reti industriali assumono un ruolo cruciale per garantire una comunicazione dati efficiente, affidabile, sicura. Lo standard CC-Link IE TSN supporta al meglio la...

  • Soluzioni di azionamento indipendenti per l’automazione

    Profinet è uno standard per la comunicazione industriale concepito come tecnologia “neutra”, il cui scopo è garantire la connettività e l’interoperabilità tra componenti, anche di diversi fornitori, attraverso le certificazioni. Si tratta di una soluzione impiegata anche per...

  • Industria di processo: motore della crescita

    Cambiamenti geopolitici ed economici, scenario competitivo in evoluzione e difficoltà nella catena di approvvigionamento hanno portato verso nuovi modelli di business, integrazione dei principi ESG e adozione di tecnologie come l’intelligenza artificiale e il digital twin Le...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a John Browett di CLPA

    Automazione Oggi intervista John Browett, general manager di CLPA – CC-Link Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024 al padiglione 6, stand G030. Automazione Oggi interviews John Browett, general manager of CLPA – CC-Link Partner...

  • Lika Electronic apre a nuove opportunità con la certificazione CC-Link IE

    Con i continui progressi in atto nel campo dell’automazione industriale, i produttori di dispositivi devono riuscire a mantenere la loro competitività nel mercato. Poiché le applicazioni Industry 4.0 implementate dalle aziende sono sempre più spinte, i dispositivi...

  • Nuova flangia KEL-FW B presentata da icotek 

    La gamma di flange di icotek viene ampliata con una nuova variante di prodotto in due versioni. Con la nuova flangia è possibile far passare i cavi a 90° con un raggio di curvatura molto ampio. La nuova...

  • Nuovo Regolamento Macchine: servizi Lapp per una smart factory sicura

    In uno scenario caratterizzato da una crescente complessità delle reti di fabbrica, sia a livello di architetture che di topologie, a causa dell’elevato numero di dispositivi, della sempre maggiore interconnessione delle macchine e dello scambio di grandi...

  • Router cellulare OnCell G4302-LTE4 di Moxa con funzioni di protezione dei dati

    Moxa ha introdotto il suo nuovo modello di punta di router cellulari sicuri di nuova generazione, OnCell G4302-LTE4. I router cellulari sicuri di livello avanzato sono dotati di un nuovo software di sicurezza conforme agli standard IEC 62443-4-2, che migliora...

Scopri le novità scelte per te x