Consorzio CLPA supera i 4.000 associati

Protagonista delle comunicazioni industriali aperte, il Consorzio CLPA ha superato i 4.000 associati

Pubblicato il 6 giugno 2022

CLPA (CC-Link Partner Association) ha superato un’importante pietra miliare nel suo percorso mirato alla promozione e lo sviluppo delle tecnologie aperte per le comunicazioni industriali “state-of-the-art”. Il Consorzio conta ormai oltre 4.000 membri in tutto il mondo, il che ne fa una delle principali organizzazioni di questo tipo. Evidenzia, inoltre, il livello di accettazione raggiunto a livello globale dalle tecnologie CC-Link per reti di automazione aperte, nonché la loro ampia diffusione tra le più importanti aziende manifatturiere.

Dai timidi inizi oltre 20 anni fa, CLPA ha recentemente registrato crescite annuali a doppia cifra, grazie all’aumento esponenziale del numero di aziende che riconoscono i vantaggi dell’Industrial Ethernet con larghezza di banda Gigabit. Questa crescita è stata ulteriormente favorita da CC-Link IE TSN, la prima tecnologia per reti aperte a combinare larghezza di banda Gigabit con lo standard TSN (Time Sensitive Networking). Il risultato è che in tutto il mondo operano ormai oltre 30 milioni di dispositivi basati sulle tecnologie CLPA.

Il fieldbus originario di CLPA, CC-Link, è stato sviluppato dal leader globale dell’automazione Mitsubishi Electric. Dopo la trasformazione in tecnologia aperta nel 2000, CLPA ha continuato a coinvolgere altre aziende tecnologiche leader a livello globale, come Analog Devices, Balluff, Cisco, Cognex e Molex, convincendole ad unirsi a Mitsubishi Electric nel consiglio di amministrazione del Consorzio.

CLPA ha una reputazione consolidata per quanto riguarda l’innovazione, con vantaggi assoluti come la prima rete Industrial Ethernet aperta con larghezza di banda gigabit al mondo, CC-Link IE, ed ora con CC-Link IE TSN. Questo ha portato le reti CLPA ad essere scelte da importanti aziende manifatturiere in un’ampia gamma di settori: automotive, semiconduttori, elettronica di consumo e food & beverage, per citarne solo alcuni.

Ma non è solo il numero di partner a crescere esponenzialmente. Anche la quantità di aziende che ha aggiunto al proprio portafoglio prodotti compatibili con CLPA continua a crescere. Attualmente sono disponibili 2.400 prodotti da 360 aziende provenienti da tutto il mondo.

CLPA ha recentemente festeggiato il proprio 20o anniversario, senza per questo aver rallentato in alcun modo il passo col quale continua a proporre innovazione. Oltre al TSN, ha recentemente annunciato la pubblicazione di linee guida per la sicurezza e il supporto alle reti wireless. Ha dimostrato quindi di voler restare un affidabile partner anche per il futuro, mentre la diffusione di Industry 4.0 nel settore manifatturiero continua a crescere.

John Browett, General Manager di CLPA-Europe, commenta: “In soli 20 anni dalla nostra fondazione abbiamo goduto di una crescita straordinaria. Siamo passati da soli 6 membri fondatori a oltre 4000 associati, con 10 membri nel consiglio di amministrazione, che fanno di noi un’associazione forte e influente. Mentre il numero dei nostri associati cresce così come la nostra base installata, il nostro entusiasmo nell’aiutare le aziende in tutto il mondo a creare sistemi ad alta interconnessione resta immutato, per ottimizzare e potenziare la produttività.”

Fonte doto ©istock/marchmeena29



Contenuti correlati

  • Speciale CLPA 2024: tutti i vantaggi offerti da CC-Link IE TSN

    L’Industria 5.0 punta verso l’interconnessione e una produzione data driven: in questo contesto le reti industriali assumono un ruolo cruciale per garantire una comunicazione dati efficiente, affidabile, sicura. Lo standard CC-Link IE TSN supporta al meglio la...

  • Come sarà il magazzino del futuro?

    Con i moderni sistemi di trasporto automatico il magazzino prossimo venturo potrà essere flessibile, interconnesso e smart. Per arrivare a centrare l’obiettivo, LCS e SEW-Eurodrive hanno sviluppato una soluzione completa e integrata per la smart factory di...

  • Trattamenti galvanici più sostenibili

    Il produttore di impianti galvanici Omig e Schneider Electric hanno firmato una collaborazione che ha come obiettivo quello di rendere il processo di galvanizzazione il meno inquinante possibile Omig è nata nel 1959 nella provincia lombarda di...

  • Industrial Ethernet e i suoi ‘fratelli’

    Profinet, Ethernet/IP, Powerlink, CC-Link IE, Ethercat, solo per citarne alcuni, sono gli standard Industrial Ethernet che si ‘contendono’ il primato nel campo della comunicazione industriale. Quale soluzione scegliere? L’evoluzione dell’ambiente industriale è stata significativamente influenzata dall’introduzione dell’Ethernet...

  • Analizzare, visualizzare, prevedere

    Ottimizzare la disponibilità dell’impianto, la qualità del prodotto, l’assistenza e la manutenzione con Industrial Analytics di Weidmüller Se volete migliorare il monitoraggio delle condizioni, aumentare la produttività degli impianti o garantire la qualità dei prodotti, potete raggiungere...

  • CC-Link IE TSN: quali vantaggi offre?

    Alle soglie dell’Industria 5.0, sempre più interconnessa e guidata dai dati, le reti industriali assumono un ruolo ancora più centrale per garantire uno scambio efficiente di dati. Per supportare al meglio la convergenza OT-IT, garantendo l’interoperabilità fra asset...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a John Browett di CLPA

    Automazione Oggi intervista John Browett, general manager di CLPA – CC-Link Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024 al padiglione 6, stand G030. Automazione Oggi interviews John Browett, general manager of CLPA – CC-Link Partner...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista ad Alberto Griffini di CLPA

    Automazione Oggi intervista qui Alberto Griffini, business developer di CLPA – CCLink Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024, pad.6, standG030. LE NOSTRE DOMANDE 1. Partiamo dell’uso di CC-Link IE TSN in Italia: 2 motivi per...

  • Turck Banner lancia i sensori di flusso FS+ per l’automazione industriale

    Turck Banner presenta i sensori di flusso FS+, progettati per ottimizzare la saldatura a punti di componenti per carrozzerie automobilistiche. Questi sensori si distinguono per la loro capacità di resistere a temperature elevate, garantendo al contempo una...

  • La Doria sceglie la tecnologia di KFI per costruire la smart factory del futuro

    KFI, leader nell’implementazione di soluzioni e tecnologie per l’Industria 5.0, è stata scelta da La Doria, società leader nel settore conserviero, come partner strategico per potenziare la tracciabilità dei propri prodotti e migliorare l’integrazione dei sistemi a supporto dei processi...

Scopri le novità scelte per te x