Sensori ottici per l’esperimento di fusione ITER

Il consorzio formato da Smartec (azienda appartenente a Roctest) e HBM FiberSensing ha firmato la Fase II del contratto ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor). Questo prevede la fornitura di sistemi di sensori a fibra ottica da installare nel nuovo reattore a fusione Tokamak, attualmente in fase di produzione presso il centro Cadarache, in Francia

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 2 luglio 2015

Si tratta di uno dei più grandi ordini singoli ricevuti finora da FiberSensing, che sottolinea la crescente importanza e le sempre maggiori opportunità di mercato delle soluzioni a fibra ottica.

Le due aziende hanno vinto il bando di gara ITER per la qualificazione e fornitura di sistemi di sensori ottici, basati su tecnologia FBG (reticoli di Bragg in fibra) e sull’interferometro di Fabry-Pérot. Questi misurano deformazione, spostamento e temperatura in ambienti criogeni, come sono quelli che si trovano nei magneti ITER.

Il progetto di fusione nucleare ITER è un esperimento scientifico su larga scala. Il suo obiettivo è lo sviluppo di una nuova fonte di energia, pulita e sostenibile, mediante la produzione energetica commerciale dalla fusione nucleare, ovvero il processo che avviene all’interno del sole.

Le due aziende realizzeranno sensori ottici per deformazione, spostamento e temperatura, che verranno installati su bobine e diverse strutture meccaniche. La prima fase dei lavori ha riguardato l’adattamento e la qualificazione dei sensori, degli strumenti di misura e del software per le particolari caratteristiche dei magneti superconduttori ITER. La seconda fase prevede la produzione in serie, la consegna e l’installazione dei sistemi di sensori. Complessivamente i due contratti prevedono la fornitura di circa 900 sensori e dei relativi sistemi di acquisizione dati nonché degli accessori, quali cavi e software.

HBM FiberSensing e Smartec sono convinte che i sensori qualificati nell’ambito di questo programma saranno idonei anche per altre misurazioni in ambienti criogeni e in quelli ad elevate radiazioni.



Contenuti correlati

  • Sensori ottici di deformazione Hbm

    I sensori ottici di deformazione FS62 di Hbm FiberSensing sono progettati per essere incollati sulle superfici dei materiali, saldati su strutture e componenti, fissati o direttamente inglobati su miscele umide di cemento. Le dimensioni minime e il peso ridotto li rendono...

  • Il boom di smartphone e tablet rilancia i sensori ottici e di immagine

    La domanda da parte dei clienti di funzionalità di imaging di alta qualità, esperienza visiva migliorata e caratteristiche di risparmio energetico nei telefoni cellulari, nei tablet e nei sistemi industriali di visione artificiale danno slancio al mercato...

  • Omron presenta il fotomicrosensore EE-SY1200

    A dispetto delle sue misure ultracompatte (3,2 x 1,9 x 1,1 mm) il nuovo fotomicrosensore a riflessione EE-SY1200 di Omron è in grado di rilevare in modo affidabile oggetti posti a una distanza compresa tra...

Scopri le novità scelte per te x