Vectra AI: servizi di AWS in crescita così come i rischi alla sicurezza

Pubblicato il 20 settembre 2021
Vectra AI: servizi di AWS in crescita così come i rischi alla sicurezza

Rapida diffusione dei servizi di AWS e una crescente fiducia nei loro confronti ma rivelano, allo stesso tempo, pericolosi profili di rischio a livello di sicurezza all’interno di molte organizzazioni.

E’ questo quanto si evince dai risultati del nuovo PaaS & IaaS Security Survey Report pubblicati da Vectra AI, realtà attiva in ambito threat detection and response.

Il report analizza le risposte di 317 responsabili IT che utilizzano la piattaforma AWS, provenienti per il 70% da organizzazioni con più di mille dipendenti.

Con l’intensificarsi degli sforzi a favore di una trasformazione digitale, la survey rivela che AWS sta diventando una componente sempre più critica per le organizzazioni che distribuiscono regolarmente nuovi workload, sviluppano nuove implementazioni in diversi Paesi e fanno affidamento su più di un servizio AWS.

Dal report emerge, infatti, che il 64% degli sviluppatori intervistati distribuisce nuovi servizi di workload settimanalmente o con cadenza ancora più frequente mentre il 78% delle organizzazioni utilizza i servizi AWS in aree del mondo differenti (il 40% in almeno tre).

Infine, il 71% degli intervistati sta utilizzando al momento più di quattro servizi AWS (come S3, EC2, IAM e altri).

L’espansione dei servizi AWS ha condotto a un naturale incremento della complessità e dei rischi, con il 100% di aziende intervistate che ha sperimentato almeno un incidente di sicurezza nel proprio ambiente di public cloud.

Secondo Gartner, in futuro oltre il 99% delle violazioni di ambienti cloud troverà la sua causa in una configurazione sbagliata a opera dell’utente.

Tra i profili di rischio inclusi nel report di Vectra, il 30% delle organizzazioni intervistate non prevede alcuna approvazione formale prima di passare alla fase di produzione, il 40% degli intervistati ammette di non avere un flusso di lavoro improntato all’approccio DevSecOps mentre il 71% delle organizzazioni attribuisce a 10 o più persone il potere di modificare l’intera infrastruttura a partire dal proprio ambiente AWS, creando un numero significativo di possibili vettori per attacchi hacker.

Nonostante tutti questi profili di rischio, il report dimostra che le aziende stanno prendendo seriamente in considerazione la questione sicurezza.

Oltre la metà delle aziende intervistate ha un Security Operation Center (SOC) composto da personale a doppia cifra, dimostrando la volontà di investire in modo significativo per mantenere sicura la propria organizzazione.

Proteggere il cloud in tutta sicurezza è quasi impossibile, per via della sua natura in continua evoluzione”, sottolinea Massimiliano Galvagna, Country Manager Italia di Vectra AI. “Per avvicinarsi a questo obiettivo, le aziende devono limitare il numero di possibili vettori di attacco che potrebbero essere sfruttati dai criminali informatici. Ciò significa creare processi di approvazione formale, flussi di lavoro improntati alla logica DevSecOps e limitare il più possibile il numero di persone che hanno accesso all’intera infrastruttura. Infine, le aziende hanno bisogno di offrire una sicurezza globale, valida in tutte le regioni e di automatizzare il maggior numero di attività per migliorare la loro efficacia”.

Vectra AI risponde a queste esigenze attraverso la creazione di Detect for AWS, che riduce il rischio di sfruttamento dei servizi cloud, individua minacce rivolte ai servizi AWS e risponde automaticamente agli attacchi perpetrati a danno delle applicazioni in funzione su AWS.



Contenuti correlati

  • Cybersecurity per l’OT nel 2023: è tempo di passare ai fatti

    Ormai è universalmente noto che le operations che non sono in grado di sostenere tempi prolungati di inattività fisica, come le infrastrutture critiche, l’industria produttiva o le strutture iperconnesse, rappresentano bersagli particolarmente redditizi per i criminali informatici....

  • Valorizzare la diversità nelle discipline STEM per restare al passo col progresso

    Risolvere le sfide più complesse della società moderna richiede la possibilità di attingere a un pensiero quanto più innovativo possibile. E per far sì che siano in molte persone a beneficiarne, abbiamo la necessità di una maggiore...

  • Quattro pilastri della Smart Factory

    I pilastri della Smart Factory, che determineranno la produzione automotive del futuro, comprendono: digitalizzazione, intralogistica, integrazione IT-OT ed ecosistemi industriali. Che cosa bisogna aspettarsi ora in termini di mobilità ambientale. Leggi l’articolo

  • RS Group annuncia la nascita di RS Safety Solutions

    RS, marchio di RS Group plc, fornitore omnicanale globale di prodotti e servizi a valore aggiunto, annuncia la nascita del nuovo marchio RS Safety Solutions, che combina le competenze del Gruppo nel settore dei dispositivi di protezione...

  • Clusit diventa partner di Cyber 4.0

    Non esiste digitalizzazione senza sicurezza: questa tesi, alla base delle attività di sensibilizzazione, divulgazione e formazione erogate da Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, è anche il pilastro su cui si basa la neo avviata collaborazione...

  • Nozomi Networks OnePass
    Nozomi Networks OnePass integra hardware e software per la sicurezza OT e IoT

    Nel contesto del proprio impegno per l’innovazione nell’adozione di soluzioni di cybersecurity a livello industriale e ICS, Nozomi Networks introduce OnePass, la prima offerta del mercato che integra completamente hardware e software as-a-service per la sicurezza OT...

  • Verso la ‘Gigabit society’

    La strategia italiana per la banda ultra-larga, chiamata ‘verso la Gigabit society’, definisce le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi di trasformazione digitale, nel solco delle indicazioni europee in cui visione, obiettivi e modalità sono espressi per...

  • Vodafone collabora con IBM nello sviluppo della tecnologia Quantum Computing

    Il Gruppo Vodafone ha annunciato una collaborazione con IBM sul Quantum Computing, in particolare per la sicurezza informatica quantistica e per lo sviluppo di potenziali casi d’uso quantistici nelle telecomunicazioni. Il Gruppo Vodafone ha annunciato una collaborazione...

  • Micon 5 Safety: micro-pulsante con sistema di contatti a due canali da Rafi

    I pulsanti a corsa breve della serie MICON 5 realizzati da RAFI sono ora disponibili anche nella versione MICON 5 SAFETY con sistema di contatti a due canali. Con una superficie di base di soli 5,1 x...

  • Lectra Pinko
    Lectra supporta la transizione digitale di Pinko

    Pinko, brand italiano di moda entry-to-luxury che conta oltre 280 boutique e più di 1.000 negozi multimarca in tutto il mondo, ha scelto Lectra, protagonista dell’Industria 4.0 nei settori fashion, automotive e arredamento, per supportare la digitalizzazione...

Scopri le novità scelte per te x