Sicurezza: un’azienda italiana ha in media 37 soluzioni di sicurezza installate di cui il 51% non viene utilizzato

Una ricerca Trend Micro rivela che sempre più organizzazioni esternalizzano i servizi di cybersecurity per riuscire a contrastare le minacce IT

Pubblicato il 3 novembre 2021

In Italia le aziende hanno una media di 37 soluzioni di cybersecurity installate a protezione della propria infrastruttura, ma nel 51% dei casi non vengono utilizzate tutte. Il dato emerge dallo studio “Managing the secops tool sprawl challenge”, a opera di Trend Micro, nota realtà attiva a livello globale nel campo della cybersecurity.

Queste le principali motivazione che spingono la maggior parte degli addetti alla cybersecurity a non utilizzare determinate soluzioni:

  • Le soluzioni sono obsolete (39%)
  • Mancanza di personale qualificato in grado di utilizzarle (35%)
  • Mancanza di fiducia nella soluzione (29%)
  • Difficoltà di integrazione con altre soluzioni (25%)

La gestione della security rimane critica, in caso di violazioni o mancata compliance alla normativa GDPR, il campione rivela che l’azienda perderebbe una media di 230.000 euro.

“La proliferazione di diversi strumenti è sempre più comune in tutte le aziende, ma quando si tratta di rilevamento e risposta agli incidenti, c’è un costo crescente che a volte non viene riconosciuto” ha affermato Salvatore Marcis, Technical Director di Trend Micro Italia.

La ricerca rivela anche che il 96% del campione ha preso in considerazione la modalità managed service – servizi gestiti, per esternalizzare le capacità di rilevamento e risposta. Questi servizi possono aiutare a superare le criticità interne, determinando una migliore strategia di gestione e risposta agli incidenti.

“Le organizzazioni non solo devono pagare per le licenze e la manutenzione, ma i team SOC sono sempre più stressati e rischiano il burnout nel tentativo di gestire troppe soluzioni. La mancanza di capacità nel mettere in ordine di priorità gli avvisi può anche esporre l’organizzazione a violazioni. Per questo non sorprende che molte aziende utilizzino servizi gestiti esternamente” ha concluso Marcis.

(*) Metodologia e campione della ricerca – La ricerca, commissionata da Trend Micro a Sapio Research, ha coinvolto 2.303 IT security decision maker in 21 Paesi, provenienti da aziende con più di 250 dipendenti. In Italia il campione è stato di 100 intervistati.



Contenuti correlati

  • Visibilità completa sulle reti IT e OT

    Tool hardware e software di diagnostica e monitoraggio del funzionamento di reti convergenti IT-OT, anche in un’ottica di cybersecurity Leggi l’articolo

  • Cybersecurity: l’Europa si difende

    Dal 2023 cambia l’approccio alla sicurezza delle infrastrutture critiche in Europa grazie alle due nuove direttive NIS2 e CER: vediamo cosa prevedono Leggi l’articolo

  • Cybersecurity da 4.0 a 5.0

    La protezione di impianti e macchine nell’industria come nelle utility costituisce un ‘must’ per garantire il successo dei processi di digitalizzazione in ottica 4.0 e, in un futuro ormai prossimo, 5.0 Leggi l’articolo

  • Alla scoperta dei punti deboli delle macchine a controllo numerico

    La quarta rivoluzione industriale, più comunemente nota come Industry 4.0, ha cambiato il modo di operare delle fabbriche, dove l’adozione di tecnologie relativamente nuove, tra cui i macchinari industriali come le macchine a controllo numerico computerizzato (CNC), consente...

  • nozomi networks IoT ot it
    Da Nozomi Networks il primo sensore di sicurezza per endpoint OT e IoT del settore

    Nozomi Networks Inc., tra i leader nella sicurezza OT e IoT, presenta Nozomi Arc, il primo sensore per la sicurezza degli endpoint OT e IoT del settore, pensato per accelerare in modo esponenziale i tempi di raggiungimento...

  • Cybersecurity e protezione dei dati: due facce della stessa medaglia

    Nella Relazione Annuale presentata a luglio 2022, il Garante per la protezione dei dati personali ha evidenziato che dal 1° gennaio 2021 al successivo 31 dicembre sono state notificate 2.071 violazioni dei dati personali, il 50,5% da...

  • Il principale produttore di alluminio del Golfo Persico si affida a Vectra

    Per essere sempre un passo avanti agli aggressori, il principale produttore di alluminio del Consiglio di cooperazione degli Stati del Golfo Persico (Gulf Cooperation Council, GCC) ha adottato la tecnologia di Vectra AI, tra i leader nel...

  • 2023: il tema cruciale è la cybersicurezza

    La sicurezza dei dati è oramai uno dei pilastri portanti delle aziende. L’escalation delle cyber-minacce continua a crescere con preoccupante costanza anno per anno. Ad esempio, poche settimane fa avevamo analizzato e spiegato l’ultima tipologia di minaccia...

  • Comunicazione sicura tra ambiente IT e sistemi OT con ctrlX Core di Bosch Rexroth

    I fornitori di tecnologie devono reagire ai cambiamenti richiesti dal mercato in maniera più flessibile e veloce in modo da effettuare, per esempio, modifiche alla produzione con poco preavviso: questo è possibile solo attraverso una comunicazione IT...

  • Il futuro secondo Cisco: i trend tecnologici del 2023

    Il nuovo anno è alle porte, tempo quindi di bilanci e di previsioni per un 2023 che si preannuncia pieno di sfide e di innovazioni tecnologiche. Reti predittive potenziate dall’intelligenza artificiale, multicloud, futuro del lavoro, sostenibilità e...

Scopri le novità scelte per te x