Remote Escape Release, sblocco a distanza dell’interruttore di sicurezza da Pizzato

Lo sblocco di fuga remoto (Remote Escape Release) di Pizzato consente di sbloccare l’interruttore di sicurezza a distanza

Pubblicato il 5 maggio 2023

Novità assoluta tra i dispositivi di sicurezza Pizzato, lo sblocco di fuga remoto (Remote Escape Release) consente di sbloccare l’interruttore di sicurezza a distanza nei casi in cui i dispositivi di sblocco tradizionali non risultassero facilmente accessibili a causa della configurazione del macchinario.

Il remote escape release di Pizzato Elettrica, applicabile agli interruttori di sicurezza RFID con blocco del riparo delle serie NG e NS, è dotato di un innovativo meccanismo di sicurezza che, in caso di rottura o di allentamento del cavo, provoca l’immediato arresto della macchina in condizioni di sicurezza.

L’azionamento dello sblocco, così come un suo eventuale guasto o anomalia, vengono segnalati da una freccia di controllo che si posiziona in corrispondenza dei relativi simboli marcati sul dispositivo, consentendo una veloce diagnosi da parte dell’utilizzatore.
È inoltre presente una indicazione grafica che segnala il range di corretta tensione del cavo di azionamento, in modo da facilitarne l’installazione.

Lo sblocco di fuga remoto può essere orientato con rotazioni di 90° al fine di poter scegliere il verso di uscita del cavo più adatto all’applicazione a bordo macchina.
All’estremità opposta del cavo di azionamento va collegata la compatta custodia che ospita il pulsante di escape release; tale involucro, realizzato con una robusta struttura interna di metallo, possiede una doppia possibilità di montaggio:

  • avvitato all’esterno del telaio del riparo, con chiusura mediante l’applicazione del coperchio di copertura;
  • all’interno del telaio del riparo, su pannello con foratura standard Ø 22 mm, lasciando in vista soltanto il pulsante a fungo di azionamento.

Nei dispositivi di sicurezza della serie NS già provvisti di un dispositivo di sblocco frontale o posteriore, il remote escape release può essere installato anche in un secondo momento, mediante una semplice procedura di smontaggio del blocco superiore dell’interruttore.
In questo modo è possibile utilizzare gli interruttori di sicurezza già presenti, senza necessità di acquistare nuovamente l’intero dispositivo.

I VANTAGGI

  • Automonitoraggio della tensione del cavo per arresto del macchinario in sicurezza in caso di cavo tagliato o allentato;
  • Disponibile per gli interruttori di sicurezza RFID con blocco del riparo delle serie NG e NS;
  • Segnalazione dello stato del dispositivo e del range di corretta tensione del cavo di azionamento;
  • Dispositivo orientabile di 90° in 90°;
  • Flessibilità di montaggio del dispositivo di sblocco remoto.



Contenuti correlati

  • Sicurezza: normative e legislazioni, come farvi fronte

    La sicurezza è un concetto: bisogna imparare a conoscerlo e a diffondere la cultura della sicurezza. Normative e legislazioni servono e sono doverose in ogni attività produttiva, ma vanno comprese nel loro senso più profondo. Per aumentare...

  • Panasonic a SPS Italia 2024: trasformazione digitale e benefici concreti per gli OEM ed end user

    Panasonic Industry si avvale di partner specialisti, con competenze avanzate di data science e tecniche di machine learning/AI, per affiancare gli OEM nel loro percorso di trasformazione digitale e per abilitarli a fornire servizi di valore agli utenti finali. Adottando...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • Refrigeranti A3 ABB
    ABB, conformità con i gas refrigeranti A2L e A3

    Nel mondo della produzione di unità HVACR, la sicurezza è sempre al primo posto, soprattutto quando si tratta di refrigeranti di categoria A2L e A3, dove i rischi sono elevati e di varia natura. Per garantire la...

  • AI e sicurezza fisica: come prevenire gli infortuni sul lavoro secondo Axitea

    Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle misure da intraprendere per evitare che tali...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia

    Siamo qui con Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia, in vista della sua partecipazione a SPS Italia 2024 di Parma, il prossimo 28-30 maggio, per capire qualcosa in più della sua filosofia e cosa porterà in...

  • Carico, scarico e movimentazione di pannelli in totale sicurezza

    Per aggiornare un sistema automatico di movimentazione dei pannelli, nell’ambito della linea di produzione di componenti per l’industria dell’arredo di Mobilpref, l’azienda Robota, specializzata nella lavorazione del legno, ha utilizzato la tecnologia di sicurezza di Schmersal. Leggi...

  • Safety e Security: anticorpi degli impianti

    Gli attacchi informatici sono in continua crescita dato che organizzazioni criminali si introducono nelle reti per rivendere le informazioni illegalmente ottenute o causare disservizi a ben specifici bersagli da danneggiare… Leggi l’articolo

  • Come cambia il mondo dell’automotive

    Guida autonoma, connettività e intelligenza artificiale stanno rivoluzionando il settore automotive, con un impatto significativo sulla sicurezza, sia a livello di viabilità, sia dei veicoli Passeranno ancora diversi anni prima di poter circolare in città su un...

  • Moduli di espansione MCM Euchner proposti da Tritecnica

    I dispositivi di sicurezza multifunzione Euchner della serie MGB2, presentati da Tritecnica, consentono di integrare, all’interno del loro sistema, tutti gli elementi necessari per l’ottimizzazione della gestione e del controllo dei ripari, garantendo una riduzione dei tempi...

Scopri le novità scelte per te x