A SPS Italia 2022, il successo delle soluzioni presentate da Panasonic Industry

Pubblicato il 1 giugno 2022

L’edizione 2022 di SPS Italia si conferma un successo per Panasonic Industry: più visite da parte dei costruttori di macchine e system integrator, mentre la fiera è cresciuta rispetto all’ultima edizione in presenza del 2019. Al centro dello stand era presente una macchina costruita da un partner Panasonic utilizzando le nostre soluzioni per l’automazione.

ANTEPRIME E NOVITÀ DI SUCCESSO
Tutte le tre colonne portanti dell’automazione Panasonic – Motion, Networking e Sensing – hanno riscontrato l’interesse dei visitatori, soprattutto rispetto le novità in fiera:

MOTION
Il nuovo motion controller GM1 e i nuovi “motori-ni” estremamente piccoli e compatti A6 400V sono la soluzione ideale per realizzare applicazioni motion multi-asse e per risolvere le applicazioni più esigenti in termini di prestazioni meccatroniche.

Alcune delle caratteristiche del motion controller GM1:
• Motion Control: fino a 32 assi e dispositivi slave standard EtherCAT (ciclo 0.5ms), assi reali e virtuali, applicazioni con controllo di coppia/velocità/posizione, camme e sincronizzazioni elettroniche;
• Funzioni di debug: simulazione del progetto e funzioni di tracing;
• Accessibilità: con Panaterm lite, per la configurazione e il monitoraggio da remoto dei parametri del driver;
• Connettività: 2 porte Ethernet indipendenti, protocolli standard EtherNet/IP e Modbus TCP, FTP Server/Client e OPC UA Server per lo scambio dati con le piattaforme IT;
• Configuratore: GM programmer su base Codesys conforme allo standard IEC61131-3, funzioni e FB nello standard PLCopen, supporto dell’Editor G-Code.

L’utilizzo dello standard Codesys e l’elevata connettività conferisce versatilità e facile integrabilità alla soluzione GM1 di Panasonic Industry.

I costruttori di macchina del packaging, lavorazione metallo e metalli preziosi, tessile e pelle, assieme a molti altri settori industriali, potranno utilizzare il pacchetto Motion GM1+Minas A6 per ottenere macchinari performanti e di alta produttività. Il costruttore di macchina oggi è in grado di sfruttare al massimo il concept modulare e la sicurezza integrata, tipiche dell’area Euro, insieme alla meccatronica “Giapponese”, caratterizzata da elevati standard di qualità e performance in formato estremamente contenuto.

Il servo modulare Minas A6 Multi 400 V, da 0,2 kW (0,32 Nm) a 5 kW (24 Nm), con connessione EtherCAT, è sviluppato per ridurre al minimo l’area d’ingombro e progettato per portare le elevate performance dei servo “Stand-Alone” Panasonic in un sistema completamente modulare “a libro”.

Attraverso un solo modulo di alimentazione è possibile utilizzare diversi driver. In questo modo l’ingombro nel quadro viene ridotto fino al 64%. Gli azionamenti si connettono tra loro con un “DC bus” a montaggio frontale, senza viti, per consentire un’installazione immediata e veloce. Minas A6 Multi 400 V consente di risparmiare costosi dispositivi “Safety” esterni, integrando 14 funzioni avanzate ed il programma di sicurezza, che viene direttamente configurato nel servo. Gli innovativi motori(ni) super-compatti da 0,2 kW-1,0 kW con alimentazione a 400 V, che grazie a flange da 60 a 80 mm e profondità estremamente ridotte, sono in grado di essere installati in spazi contenuti, una caratteristica che i costruttori di macchina troveranno estremamente utile.

Tutti i motori adottano connettori a baionetta girevoli orientabili, e a 90°, che assicurano la massima versatilità di installazione.

Con la sua architettura multi-task, il motion controller GM1 è l’ideale soluzione in abbinamento ai servo driver EtherCAT Minas A6B e A6 Multi 400V per realizzare applicazioni motion multi-asse e per risolvere le applicazioni più esigenti in termini di prestazioni meccatroniche.

La nuova serie di pannelli touch-screen HMs700 di Panasonic Industry, con taglie da 5 a 21 pollici, display wide screen e touch capacitivo (P-Cap) in vetro, rappresenta una soluzione
rivoluzionaria nel panorama HMI. Gli aspetti differenzianti sono il design elegante nello stile dei dispositivi mobili consumer, la struttura completamente con protezione IP67, il possibile utilizzo in ambienti da -20 °C a 60 °C, l’unico cavo per la comunicazione e l’alimentazione (connettore Ethernet 10/100 PoE) e le diverse soluzioni di fissaggio per rendere l’installazione flessibile ovunque serva all’operatore.

Caratterizzata da funzioni IIoT “ready”, con protocolli standard OPC UA e MQTT, VPN per il servizio di teleassistenza remota e, connettività Wi-FI, una vera evoluzione che permette via wireless il download e l’upload del progetto HMI/PLC da PC, la connessione internet alla rete aziendale e l’utilizzo come “access point”. L’operatore di macchina o dell’impianto può da qualsiasi parte dell’azienda e in qualunque momento controllare e monitorare lo stato di funzionamento, utilizzando uno smartphone o un tablet, accedendo alle pagine web/html5.

NETWORKING
Le soluzioni #Connect2Value semplice, le architetture IIoT affidabili e flessibili offrono benefici concreti sia all’OEM sia all’end user. I driver della famiglia Minas A6 attraverso una specifica funzione segnalano possibili malfunzionamenti legati alla meccanica, questi dati pre-elaborati dall’azionamento possono poi essere inviati mediante l’IIoT gateway FP-I4C, ad esempio con un’architettura “PUB/SUB”, alle tecnologie specifiche di “AI e Machine Learning” per l’elaborazione e per predire le eventuali anomalie e fermi produttivi.

Il requisito chiave della trasformazione digitale è la convergenza tra l’Information Technology (IT) e l’Operation Technology (OT), in cui i dati “utili” generati dai dispositivi intelligenti a bordo macchina devono essere aggregati con i dati del sistema impresa (ERP/MES/…), per poter ricercare quelle correlazioni che portano a prendere decisioni efficaci.

L’essenza è di servirsi dei dati per perseguire nuovi modelli di business ai fini di migliorare la capacità produttiva e ridurre le inefficienze. Con un approccio basato sui dati, si possono adottare delle strategie innovative, come ad esempio la manutenzione predittiva di un macchinario che permette di intervenire prima del “bisogno” oppure il “machine as service”, in cui il costruttore riceve un remunerazione basata sul servizio della macchina (ad esempio l’effettivo utilizzo), oppure di attuare l’ottimizzazione delle prestazioni di una macchina o impianto basato sulla misura dell’indicatore OEE (Overall Equipment Effectiveness) che identifica le inefficienze che portano ad una minore produttività.

La servitizzazione, con un approccio combinato di prodotti e servizi, rappresenta per l’OEM un modello che porta a offrire servizi specializzati per l’End User e quest’ultimo riceve un valore aggiunto strategico per il suo business.

L’assistenza remota, il monitoring, la manutenzione predittiva, il miglioramento continuo delle macchine, la fidelizzazione dei rapporti sono un esempio di valori che si possono perseguire.
In questo percorso la componente tecnologica e digitale è un fattore abilitante.

SENSING
La tecnologia IO-Link è la soluzione pensata per ottenere dai sensori e attuatori maggiori dati utili e per instaurare una comunicazione bidirezionale con i controllori o per portare i dati direttamente al cloud.

IO-Link rappresenta la tecnologia ideale per connettere sensori e attuatori alla piattaforma IIoT. Questo consente ai costruttori di macchina e gli utenti finali, di trarre valore dai dati dalle macchine e impianti produttivi, trasformandosi in un fattore di competitività. È essenziale dotare i propri asset di dispositivi intelligenti, a partire dai sensori e attuatori di campo, che
devono essere quindi “connessi e integrati” nell’ecosistema IIoT. Oltre ai dati di processo, vengono trasmesse le informazioni sullo stato di “benessere” del dispositivo, utili per realizzare ad esempio il condition monitoring o la manutenzione predittiva, prevedendo malfunzionamenti.

Questo protocollo consente di configurare i parametri del sensore tramite il controllore favorendo una maggiore flessibilità operativa e accessibilità da remoto.

La proposta di Panasonic Industry è di effettuare l’accesso al dato tramite l’IIoT gateway FP-I4C, attraverso il VPN/cloud, utilizzando OPC UA, MQTT o SQL, al PLC collegato diverse tipologie di sensori di campo con il protocollo IO-Link, come:
• Sensore di misura serie HG-C1000L con ripetibilità fino a 10 μm
• Sensore di pressione DP-100L con risoluzione 0,05%
• Amplificatore in fibra ottica FX-550L ad alta potenza di trasmissione
• Barriera di sicurezza serie SF4D: facile da configurare e di semplice manutenzione



Contenuti correlati

  • Forum Meccatronica 2022: stop ai compromessi con Bonfiglioli

    A Forum Meccatronica 2022, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione, realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, focus su “Integrazione e flessibilità a supporto dell’industria digitale e sostenibile”. Marco Bertoldi, global sales and business development director di...

  • Misurare con precisione un oggetto trasparente, oggi è possibile senza problemi

    Il sensore a sbarramento laser HGT di Panasonic Industry è in grado di rilevare e misurare anche oggetti trasparenti. Con una precisione dell’ordine di 1 µm può essere utilizzato per le seguenti applicazioni: guida bordo fogli pieni...

  • Parker Hannifin V16
    Motori ad asse inclinato V16 di Parker Hannifin per regimi elevati

    La Pump and Motor Division Europe di Parker Hannifin ha reso disponibile la serie V16 di motori ad asse inclinato e a cilindrata variabile. La nuova V16, un’evoluzione delle rinomate serie di motori V12 e V14, offre...

  • Forum Meccatronica 2022, Balluff ci parla di IO-Link

    A Forum Meccatronica 2022, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione, realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, focus su “Integrazione e flessibilità a supporto dell’industria digitale e sostenibile”. IO-Link, stato dell’arte ed evoluzioni, nell’intervento di Fabio Rosso,...

  • Bosch Rexroth acquisisce Elmo Motion Control

    Bosch Rexroth decide di investire e aumentare la sua offerta di prodotti per l’automazione industriale attraverso l’acquisizione della società Elmo Motion Control Ltd, con sede a Petach-Tikva, Israele. Elmo sviluppa e produce azionamenti elettrici di fascia alta...

  • Funzionamento intuitivo per macchine complesse

    Realizzato in collaborazione con Copa-Data, il nuovo concept operativo pensato per le linee di riempimento ha permesso a SIG di sviluppare un HMI dal design innovativo basato su zenon Leggi l’articolo

  • La duplice anima di Servotecnica

    Distributore e produttore, specialista del motion control, Servotecnica è sempre un passo avanti per prodotti, servizio e partnership con i clienti Leggi l’articolo

  • Da Turck Banner un nuovo sensore di condition monitoring con IO-Link

    Turck Banner Italia presenta il nuovo sensore combinato di umidità e temperatura CMTH disponibile ora in una variante compatta con una migliore integrazione IIoT per applicazioni di monitoraggio intelligente delle condizioni. Lungo solo 57 mm e operativo in...

  • Con WinCC Unified di Siemens le macchine COMI diventano più smart!

    COMI è un importante azienda italiana che opera nel settore dell’industria del frigorifero, progettando e costruendo macchine di termoformatura altamente specializzate e personalizzate in base alle esigenze dei propri clienti. Fondata nel 1973, si consolida presto come...

  • Consorzio Profibus e Profinet Italia
    Crescono le associate del Consorzio Profibus e Profinet Italia

    Il Consorzio Profibus e Profinet Italia registra un costante trend di crescita tra i suoi associati: anche nel primo semestre del 2022 si arricchisce di tre nuovi soci, a dimostrazione di come i protocolli di comunicazione industriale...

Scopri le novità scelte per te x