Online il bando della borsa di studio ‘Amazon Women in Innovation’ con il Politecnico di Torino

Il progetto è parte del programma ‘Amazon nella Comunità’ e mira ad aiutare le giovani studentesse di discipline Stem

Pubblicato il 8 marzo 2023
Girls in ICT gender gap

È online il bando per la candidatura alla quinta edizione di Amazon Women in Innovation, il progetto delle borse di studio finanziato da Amazon e rivolto alle giovani studentesse universitarie in ambito Stem iscritte al Politecnico di Torino. La borsa di studio, della durata di 3 anni, consiste in un finanziamento di 6.000 euro all’anno a una studentessa dell’Ateneo di Torino. Amazon metterà inoltre a disposizione della vincitrice una mentor, ossia una manager di Amazon che possa aiutarla a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro. La domanda deve essere presentata entro il 10 marzo 2023.

Per concorrere, le candidate devono aver effettuato la prima immatricolazione al sistema universitario italiano nell’a.a. 2022/2023 al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica oppure al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (Computer Engineering) presso il Politecnico di Torino, aver conseguito almeno 20 CFU, utili al conseguimento del titolo, alla data del 25/02/2023 e aver riportato una media pesata di almeno 24/30.

“Incentivare e aiutare le giovani donne meritevoli a intraprendere percorsi di studio nelle discipline Stem è una missione che il Politecnico di Torino condivide con l’iniziativa Amazon Women in Innovation sin dall’inizio, per tutte e 5 le edizioni, perché coerente con le politiche dell’Ateneo in materia di Pari Opportunità. In una società che vede sempre più aggravarsi le disuguaglianze sociali, il Politecnico porta avanti programmi di studio per supportare ed incoraggiare le ragazze affinchè possano soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia. L’inclusione si realizza partendo dalle azioni concrete, come quella di finanziare borse di studio che aumentino la diversità e valorizzino i talenti indipendentemente dal genere” sottolinea Claudia De Giorgi, vice rettrice per la Qualità il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino.

“Con il progetto ‘Amazon Women in Innovation’ vogliamo supportare e accompagnare concretamente le giovani donne ad acquisire le giuste competenze nelle discipline Stem per competere ad armi pari nelle loro future esperienze lavorative in questo ambito che ancora oggi è poco accessibile alle ragazze”, afferma Mariangela Marseglia, VP e country manager di Amazon.it e Amazon.es. “C’è ancora molto da fare ma sono orgogliosa di questo progetto, che di anno in anno si arricchisce con l’aggiunta di nuovi Atenei. Chiaro segnale che siamo sulla giusta strada. Non vediamo l’ora di conoscere le vincitrici di questa quinta edizione, a cui già da ora auguro un futuro ricco di soddisfazioni”.

‘Amazon Women in Innovation’ si inserisce nel programma di ‘Amazon nella comunità’, a supporto della crescita delle nuove generazioni nel mondo digitale, e le borse di studio hanno lo scopo di incentivare e aiutare le giovani meritevoli a intraprendere un percorso di studi nelle discipline Scientifiche, Tecnologiche, Ingegneristiche e Matematiche (Stem) e avviare percorsi di carriera nel settore dell’innovazione e della tecnologia. Gli atenei coinvolti, oltre al Politecnico di Torino, sono il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Università degli Studi di Cagliari e, da quest’anno, l’Università degli Studi di Palermo e l’Università Federico II di Napoli. Tutte le Università sceglieranno le vincitrici in base a parametri di merito e di reddito, come specificato nei bandi di gara.



Contenuti correlati

  • Progetto Mimosa: una nuova era nell’aviazione con PoliTO e TÜV Italia

    Nell’ambito di un’iniziativa che segna un nuovo capitolo per l’industria aeronautica, il Politecnico di Torino, supportato da fondi europei e in collaborazione con TÜV Italia e altri partner del settore aeronautico, ha presentato i primi risultati del...

  • La Space Economy è pronta a decollare

    L’Economia dello Spazio, definita dall’OCSE come un complesso di attività che generano valore e vantaggi attraverso l’esplorazione, la ricerca e l’utilizzo dello Spazio, si estende su un’ampia gamma di settori. Da un lato si concentra su tutto...

  • Leo Pillon Fortitude STEM parità di genere
    Discipline STEM, la parità di genere è ancora un miraggio

    Continua l’impegno del Gruppo Fortitude per favorire la crescita della presenza femminile nel proprio ambito di riferimento. Proprio in quest’ottica si rinnova la partnership della holding nata con lo scopo di affrontare le sfide della digital trasformation,...

  • L’elettronica è donna, parola di MAS elettronica

    Negli ultimi anni, il mondo dell’elettronica ha assistito a una significativa crescita favorita sia dall’evoluzione delle tecnologie tradizionali, sia dall’avvento dell’AI. Tuttavia, è sempre bene ricordarlo, alla base dell’innovazione c’è sempre lo “human touch”, poiché nessuna tecnologia,...

  • Fanuc alla fiera Didacta 2024 per promuovere la robotica nelle scuole

    Il mismatch tra domanda e offerta di lavoro è costato all’Italia 38 miliardi di euro solo nel 2022. L’attuale offerta formativa complessiva potrebbe riuscire a soddisfare solo il 60% della domanda potenziale nel prossimo quinquennio, con una...

  • AI generativa, la rivoluzione che cambierà il mondo

    L’Intelligenza Artificiale Generativa sta suscitando un enorme interesse grazie alla sua rapida diffusione e alle sue promettenti applicazioni. Dagli sviluppi tecnologici ai temi controversi riguardanti etica, proprietà intellettuale e impatti sul lavoro, i nodi da sciogliere e...

  • STEM: un mondo ancora al maschile? Le riflessioni di Omron

    Le cifre non mentono. Ci sono ancora troppe poche donne nel settore dell’automazione e nei ruoli STEM in generale. “Incoraggiare un maggior numero di donne a perseguire carriere nell’automazione è importante a molti livelli. L’automazione è essenziale...

  • ABB scuola Vittuone
    Giochi interattivi e quiz con ABB per insegnare la sostenibilità ai più piccoli

    Costantemente attiva nel costruire un futuro sostenibile per persone e ambiente, ABB si distingue anche per il forte impegno nel coinvolgere scuole e università per formare le future generazioni. L’azienda non vede l’istruzione come un semplice mezzo...

  • E.Do Comau
    Formazione STEM in carcere con i robot di Comau

    Per la prima volta in Italia, il carcere diventa protagonista e destinatario di una formazione altamente innovativa e specializzata che verte sui temi della Robotica, dei sistemi di automazione e dei linguaggi di programmazione. Presso la Casa...

  • Career Day PoliTO: l’occasione perfetta per incontrare il mondo del lavoro

    I più recenti ranking e report nazionali e internazionali confermano che un titolo di studio conseguito al Politecnico di Torino è una garanzia per trovare un posto di lavoro. La capacità di garantire ai propri laureati una...

Scopri le novità scelte per te x