Norme e requisiti rilevanti in materia di sicurezza delle macchine

Sicurezza macchine: intervista a Jörg Packeiser, Corporate Marketing Manager Safety di Leuze

Pubblicato il 24 gennaio 2022

La norma ISO 12100 “Sicurezza delle macchine” descrive come i produttori raggiungono il livello di sicurezza richiesto per le macchine e i sistemi attraverso la riduzione dei rischi. Una valutazione del rischio è parte integrante di questo. Essa identifica e valuta i pericoli. Se le macchine e i sistemi devono essere immessi sul mercato all’interno dello Spazio economico europeo, la direttiva macchine 2006/42/EG rende questa procedura obbligatoria per i produttori.

Di regola, i dispositivi di sicurezza basati sulla tecnologia di controllo vengono utilizzati per la riduzione del rischio su parti di sistema che si muovono automaticamente, ad esempio i trasloelevatori o i pattini trasversali di scorrimento laterale. Per questi dispositivi di sicurezza deve essere determinato o il livello di Performance Level richiesto PLr secondo ISO 13849-1 o il livello di integrità di sicurezza richiesto SIL secondo IEC 62061. Entrambi sono standard riconosciuti a livello internazionale.

La norma europea EN528 “Rail dependent storage and retrieval equipment – Safety requirements for S/R machines” offre ulteriori vantaggi ai produttori. In questa norma armonizzata, l’ente di standardizzazione ha identificato e valutato i pericoli che tipicamente esistono sui trasloelevatori.

Rispettando la norma, i produttori possono ridurre significativamente la spesa e lo sforzo associati alla valutazione dei rischi. Inoltre, questo approccio fornisce la certezza del diritto. In termini di movimento di traslazione, la norma EN528 di solito stabilisce la PL d. Partner d’intervista Jörg Packeiser, Corporate Marketing Manager Safety di Leuze.

Mr. Packeiser, Leuze ha annunciato la presentazione di un’anteprima mondiale alla fiera SPS. Cosa presenterà la sua azienda a novembre a Norimberga?
In effetti, presenteremo una vera innovazione che è una vera novità in questo formato. Stiamo parlando del sistema di posizionamento sicuro con codice a barre FBPS 600i.

Il sensore di sicurezza FBPS 600i combina una funzione di misurazione e una funzione di sicurezza in un unico dispositivo e allo stesso tempo raggiunge il livello di prestazioni PL e

E a cosa serve?
Il nuovo prodotto è utilizzato per applicazioni di rilevamento della posizione sicura. Questi tipi di sistemi vengono utilizzati, ad esempio, nell’intralogistica, in particolare nei trasloelevatori o nei pattini trasversali a scorrimento laterale. Il prodotto garantisce una protezione affidabile delle persone e dei processi secondo gli standard di sicurezza validi a livello internazionale. I produttori di sistemi sono supportati nella misura in cui viene facilitato il rispetto delle norme internazionali e dei requisiti di sicurezza delle macchine. Il monitoraggio sicuro della posizione e della velocità sono particolarmente importanti, ad esempio durante le riparazioni o il funzionamento con una macchina con equipaggio.

Non significa che sistemi comparabili sono già sul mercato?
Sì e no. I principi relativi alla sicurezza utilizzati dalle comuni metodologie di rilevamento della posizione sono errati. Il rilevamento di posizione sicuro richiede due sensori non sicuri. Questo perché oggi non esistono sensori sicuri che permettano questo tipo di collegamento per movimenti veloci con tempi di risposta agli errori corrispondentemente brevi. E per soddisfare i livelli di prestazione previsti dalla valutazione dei rischi, questi due sensori devono essere dotati di diversi tipi di tecnologie diverse. Questo per garantire che il sistema sia a prova di errore. Quando un sensore si guasta, l’altro deve continuare a funzionare. La particolarità della nuova tecnologia Leuze è che il nostro sistema di posizionamento di sicurezza con codice a barre FBPS 600i richiede un solo sensore per il rilevamento sicuro della posizione.

Questo perché abbiamo progettato il sensore stesso come dispositivo di sicurezza, che posso collegare a un’unità di valutazione sicura, come un convertitore di frequenza, tramite due interfacce  SSI. Questi dispositivi soddisfano già i requisiti per PL e / SIL 3.

Rappresentazione schematica del posizionamento sicuro con due inverter non sicuri

Quindi, quali sono gli effettivi vantaggi del nuovo sistema di posizionamento dei codici a barre?
Come già menzionato, l’FBPS 600i consente il rilevamento sicuro della posizione con un unico dispositivo
fino a PL e. Ciò riduce lo sforzo di installazione e l’ingombro sul trasloelevatore. Inoltre, le funzioni di
sicurezza sono molto più facili da implementare. Per l’utilizzo su trasloelevatori a movimento rapido, il breve tempo di reazione all’errore di 10 ms è particolarmente importante. Un altro vantaggio significativo è il funzionamento affidabile dei nostri sistemi grazie alla scansione simultanea di più codici e al nastro di codici a barre durevole e resistente ai raggi UV che utilizziamo.

Quindi i movimenti rapidi dei trasloelevatori sono particolarmente impegnativi per il sistema di sensori?
Non sempre. Si consideri che le varianti non sicure dei nostri sistemi di posizionamento con codice a barre sono utilizzate con successo da molti anni. Ma per un dispositivo di sicurezza è particolarmente importante avere un breve tempo di reazione all’errore, perché questo permette ai produttori di ottimizzare le curve di velocità dei trasloelevatori e quindi le prestazioni dell’intero sistema. Come già detto, il tempo di reazione all’errore del nostro dispositivo è di soli 10 ms.

 

Rappresentazione schematica con il sistema di posizionamento sicuro con codice a barre FBPS 600i

Hai già accennato al funzionamento affidabile dell’FBPS 600i. Puoi entrare più nel dettaglio?
Ne sarei felice. Ogni operazione di scansione legge diversi codici dai quali il software determina valori di posizione molto precisi. Inoltre, la traiettoria obliqua del fascio di scansione e il movimento del dispositivo assicurano che ogni codice venga scansionato in punti diversi. Questo evita errori di lettura causati da sporcizia e danni locali.

Quindi funziona senza problemi anche in ambienti polverosi?
Esatto. Il nostro sistema funziona in modo affidabile anche in ambienti sfavorevoli. Le ragioni non sono solo il percorso diagonale del raggio di scansione descritto in precedenza, ma anche il fatto che monitoriamocostantemente la qualità della lettura, il cui risultato viene fornito come segnale di stato. Così il potenziale sporco e i difetti incombenti possono essere rilevati in anticipo, non solo dopo.

Il nastro di codici a barre è anche il responsabile dell’affidabilità dell’intero sistema. Come lo avete ottimizzato?
Abbiamo ottimizzato il nostro nastro di codici a barre specificamente per l’uso in ambienti industriali difficili. Il nastro di plastica autoadesivo è resistente ai raggi UV e può sopportare elevate sollecitazioni meccaniche. Per noi era anche molto importante che i valori di posizione stampati fossero facili da leggere. Questo semplifica la manipolazione nell’uso quotidiano.

Parlando di uso quotidiano: Il vostro nuovo sistema di posizionamento dei codici a barre è adatto anche alle dure condizioni di una cella frigorifera?
Sì, è così. Anche la versione standard dell’FBPS 600i è progettata per temperature ambientali da -5 °C a +60 °C. Con l’aiuto di un sistema di riscaldamento opzionale, il campo di temperatura adatto può essere ampliato da -35 °C a +60 °C. Il nostro sicuro sistema di posizionamento dei codici a barre è quindi adatto anche alle difficili condizioni delle celle frigorifere.

Tutto questo sembra molto promettente. I suoi concorrenti hanno sistemi simili nelle loro maniche? 
Ci sono metodi tecnologici alternativi che sono vantaggiosi per specifiche aree di applicazione. Ma con questa tecnologia, siamo gli unici sul mercato. Per gli usi in cui si verificano rapide sequenze di movimenti e gli inverter sono comunemente utilizzati per la valutazione delle funzioni di sicurezza, offriamo ai nostri clienti una vera alternativa al “concetto a due sensori”. Le sostanziali semplificazioni in termini di sensore stesso e anche dal punto di vista della sicurezza rendono la nostra nuova tecnologia una vera innovazione.

 

 



Contenuti correlati

  • Cinque miti da sfatare sulla sicurezza dei container

    L’open source è alla base della maggior parte delle tecnologie innovative, come l’intelligenza artificiale e machine learning, l’edge computing, il serverless computing e, non ultima, la containerizzazione. Come in ogni settore dell’IT, la questione della sicurezza non...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • Trend Micro: l’80% delle aziende italiane si sente esposto ad attacchi ransomware, phishing e in ambito IoT

    Il 31% delle aziende italiane afferma che la valutazione del rischio è la principale attività nella gestione della superficie di attacco ma il 54% ritiene che i propri metodi di valutazione del rischio non siano abbastanza sofisticati....

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Il 5G privato vola grazie alla security

    La prospettiva di una maggiore sicurezza e privacy guida lo sviluppo dei progetti di reti wireless 5G private. Lo rivela “Security Expectations in Private 5G Networks: A journey with partners”, l’ultimo studio Trend Micro, tra  i leader...

  • ProgettistaPiù 2023: una tecnologica ‘seconda pelle’

    Inventare, realizzare e validare robot indossabili innovativi, gli esoscheletri, sia per supportare gli operatori nel loro lavoro quotidiano, soprattutto quando si tratta di attività rischiose o faticose, oppure ai fini riabilitativi o ancora per potenziare specifici movimenti....

  • Cybersecurity: un bersaglio in movimento

    L’espansione della superficie di attacco dei sistemi industriali e l’evoluzione delle minacce informatiche richiedono una continua revisione del programma e delle policy di cybersecurity Leggi l’articolo

  • Sicurezza, prevenzione, efficienza

    Le soluzioni di Ascom sono state scelte per ottimizzare workflow e sicurezza nei siti produttivi italiani di Arkema situati a Rho e Porto Marghera Leggi l’articolo

  • Scambio di dati sicuro tra i mondi IT e OT

    I mondi della tecnologia operativa e dell’informatica sono sempre più collegati tra di loro e lo scambio dati è effettuato in sicurezza Leggi l’articolo

  • Reti agili e resilienti

    Dal Network as a Service (NaaS) ai service in remoto, parliamo della possibilità di noleggiare servizi per le reti, dal monitoraggio, alla sicurezza, alla manutenzione Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x