100 mascherine chirurgiche al minuto grazie a Festo

MBL Solutions, SPEA SISTEMI Srl e Festo SpA hanno affrontato insieme le sfide della pandemia portando a termine una macchina per le produzione di 100 mascherine chirurgiche e FFP2 al minuto

Pubblicato il 13 settembre 2021

È oggi fondamentale integrare le fabbriche con l’ingegneria meccatronica, la robotizzazione, sistemi informatici e sensori intelligenti a ogni livello del ciclo produttivo.
L’innovazione è infatti la base su cui viene modellato il nostro ‘mondo’, e le fabbriche sono una parte fondamentale della rivoluzione in atto. Un processo che viene portato avanti a grande velocità e che richiede una maggiore personalizzazione delle soluzioni proposte, oltre alle capacità di adattamento, efficienza e precisione.

La mission di MBL Solutions è proprio quella di automatizzare i sistemi di produzione, semplificando il lavoro umano. “Gli ingegneri della MBL Solutions, con competenza ed esperienza, sono in grado di trovare soluzioni per ogni tipologia di impresa, con un altissimo impatto di innovazione”, racconta Luigi Maldera, Amministratore di MBL Solutions. “La nostra competenza e la collaborazione con partner altamente qualificati hanno permesso, sin dagli albori, di realizzare macchinari diversificati e affidabili. Fino a raggiungere l’attuale specializzazione nelle isole robotizzate e macchine speciali per l’automazione dei processi produttivi, come anche negli impianti automatici, pallettizzatori e depallettizzatori nel settore del packaging”.

MBL Solution, SPEA Sistemi e Festo: una stretta collaborazione
Un tassello importante è infatti la collaborazione tra le diverse realtà aziendali che si muovono su questo percorso di crescita. Un esempio è proprio la partnership tra MBL Solutions, SPEA Sistemi e Festo, che nel corso del 2020 hanno affrontato insieme le sfide della pandemia.
“SPEA Sistemi è da molti anni un distributore autorizzato Festo”, racconta Nicola Andreula, Application Sales Engineer Festo. “La collaborazione è nata negli anni ’90 con Vito Nardone, che ha lavorato in Festo per alcuni anni come commerciale e in seguito come agente, per poi avviare come autonomo SPEA Sistemi”.

“Siamo rivenditori autorizzati dal 1996 e oltre alla nostra competenza, mettiamo al servizio del cliente la nostra esperienza legata ai componenti Festo”, conferma Nardone, Amministratore di SPEA Sistemi. “Circa dieci anni fa, invece, è stata avviata la partnership tra SPEA Sistemi e MBL Solution. La collaborazione, inizialmente orientata alla fornitura di materiali e componenti commerciali meccanici per l’assemblaggio di strutture di macchina, si è intensificata e diversificata negli ultimi anni, tramite la fornitura di componenti elettrici e pneumatici di marca Festo”.

Macchine su misura
MBL Solutions è un’azienda specializzata nel proporre soluzioni meccatroniche e robotiche di innovazione, parziale o radicale, di singole fasi di processo e di intere linee di produzione. “Alla MBL Solutions sono tutti ingegneri e tecnici specializzati, ma a loro piace definirsi sarti”, racconta Maldera. “Perché dalla loro officina escono solo macchine su misura. Tutti gli impianti realizzati sono pezzi unici e irripetibili. Vengono progettati e realizzati sulle specifiche richieste del cliente”.

Da diversi anni, MBL Solutions è attiva nello sviluppo di applicazioni industriali con l’utilizzo di robot collaborativi di ultima generazione, dotati di arti bionici ultrasensibili e sistemi di visione artificiale per il controllo smart dei movimenti. “Sono numerosi i settori industriali che hanno già integrato queste soluzioni. Tra queste c’è quello agroalimentare, con tecnologie attivate nella produzione di prodotti da forno e nell’industria casearia. Ma non solo: numerose sono le applicazioni sviluppate in settori emergenti come quello oftalmico, degli imballaggi, della plastica e del settore molitorio che accrescono le referenze di MBL Solutions come partner ideale per le imprese che hanno scelto di innovare e automatizzare i propri processi produttivi”.

“L’obiettivo è avere fabbriche connesse in tempo reale, sempre più intelligenti e performanti”, continua Maldera. “Per farlo costruiamo e customizziamo macchine per la produzione e attrezzature in grado di risolvere i colli di bottiglia, ottimizzare le aree sottoutilizzate, personalizzare la produzione e operare continuamente a livelli di efficienza senza precedenti”.

La produzione di mascherini chirurgiche e FFP2
Macchine sempre collegate, in grado di dialogare tra loro, raccogliere, condividere e avere accesso a dati e informazioni in tempo reale, per garantire sempre flessibilità ed efficienza, in ottica Industry 4.0 e successivi sviluppi ormai imminenti. Un aspetto che la pandemia ha accelerato ulteriormente.

“L’arrivo della pandemia ha cambiato in modo drastico i piani aziendali. Il settore della meccanica e della meccatronica ne ha risentito gli effetti, come la contrazione notevole delle richieste che hanno costretto molte aziende a licenziare e ad avviare cassa integrazione per i dipendenti”, racconta Maldera. “Il nostro team ha saputo nei tempi giusti convertirsi attraverso un progetto che ci ha visto protagonisti nella progettazione e realizzazione di impianti automatici per la produzione di mascherine chirurgiche e FFP2. Una intuizione nata a marzo 2020, durante l’inizio della prima ondata del contagio, che ci ha permesso di restare attivi sul mercato e addirittura di incrementare il nostro fatturato, mettendo in piedi una vera e propria filiera della meccatronica”.

La macchina, pensata per gli imprenditori che hanno voluto convertire la propria produzione, occupa appena 35 mq ed è capace di realizzare fino a 100 mascherine al minuto, ottenendo una elevata produttività giornaliera. Un progetto che necessitava di grande velocità e intuito per essere realizzato prima di altri competitor. “Abbiamo realizzato il progetto in soli 3 mesi, coinvolgendo 20 aziende – molte delle quali pugliesi – e importanti gruppi industriali, appartenenti alla filiera produttiva della meccatronica avanzata”, spiega Maldera. “Realtà che si sono attivate in tempi record per reperire componenti nel minor tempo possibile e hanno messo a disposizione magazzini, rivendite e ogni tipo di servizio per consentire al progetto di essere pronto”.

Esempio virtuoso di filiera produttiva
“MBL Solutions necessitava di un partner con un brand riconosciuto a livello internazionale che lo supportasse tecnicamente e disponesse della tecnologia necessaria alla realizzazione delle linee automatiche per la produzione di mascherine chirurgiche”, racconta Nardone. “Festo possiede tutti i requisiti e SPEA Sistemi ha fortemente spinto questa collaborazione, che è stata attuata sin dalla fase di progetto, insieme a Nicola Andreula, configurando tutti i prodotti necessari e utili al raggiungimento dell’obiettivo di funzionalità e produttività. Obiettivo raggiunto anche con motori e azionamenti”.

“C’era l’esigenza di soddisfare le richieste sempre più alte in un momento critico come quello della pandemia”, spiega Andreula. “Obiettivo raggiunto grazie a due fattori: da una parte la collaborazione tra realtà abituate al lavoro di squadra basato sulla fiducia reciproca, dall’altra il know-how di MBL Solutions, che ha portato a una filiera di produzione nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza tramite l’inserimento di hardware e tecnologia di qualità riconosciuta e apprezzata sul mercato industriale”.

“La stretta collaborazione tra le tre realtà industriali ha portato a una risposta immediata e reattiva”, continua Andreula. “Il costante confronto con i tecnici ha permesso di completare i vari step di progettazione. Ci siamo approcciati al progetto mettendo al primo posto resilienza e disponibilità, volevamo che MBL Solutions contasse su partner affidabili e pronti a supportarla nonostante le difficoltà legate alla pandemia”.

“Riteniamo di aver costituito un esempio virtuoso di filiera produttiva partita dal Sud”, conclude Maldera. “Un’opportunità per un comparto, quello della meccanica, tra i più colpiti dalla crisi economica”.



Contenuti correlati

  • Ripensare la gestione del rischio

    Come si può affrontare correttamente il rischio, grazie anche all’avvento delle nuove tecnologie digitali, per consentire alle organizzazioni pubbliche e private di potenziare la resilienza Leggi l’articolo

  • AI talk Health: Intelligenza Artificiale e sanità

    Si è tenuto il 22 settembre in streaming AI talk Health, evento organizzato da AIxIA – Associazione Italiana per l’intelligenza Artificiale, in preparazione ad AI Forum. Ad aprire i lavori della mattinata, Piero Poccianti, presidente di AIxIA, ha focalizzato...

  • Sul Green Pass, Siemens Italia accelera: richiesta per entrare in sede dal 27 settembre

    “Abbiamo deciso di introdurre il Green Pass, anticipando le decisioni che Governo e parti sociali stanno valutando, coerentemente con tutte le misure anti Covid adottate da febbraio 2020, per continuare a garantire la salute e sicurezza sui...

  • Robotica e sostenibilità

    Fra gli ‘effetti collaterali’ del Covid-19 che hanno avuto un maggiore impatto nell’ambito produttivo vi è senz’altro l’accelerazione che la pandemia ha impresso all’adozione di sistemi di automazione, in particolare robotici. Analizzando infatti le tendenze industriali, tutte...

  • I profili più richiesti in Italia

    Esperti di e-commerce, digital marketing, sicurezza informatica sono tra i 15 profili più richiesti in Italia secondo Linkedin Leggi l’articolo 

  • Orizzonte ripresa. PMI all’attacco

    La dorsale dell’economia italiana è costituita da una vivace costellazione di aziende medio piccole, le PMI, come anche da piccolissime e micro imprese, le MPI. Il Covid su questa dorsale ha picchiato duro, ma l’orizzonte svela una...

  • Passaporto vaccinale: un’altra opportunità d’oro per i cybercriminali

    Lo sconvolgimento causato dalla pandemia ha toccato ogni aspetto della nostra vita, con un impatto particolarmente più forte sulla nostra capacità di viaggiare. A oggi, dopo oltre un anno dalla prima ondata, l’Associazione Internazionale del Trasporto Aereo...

  • Come il Covid-19 ha accelerato la trasformazione delle aziende in Italia

    L’impatto della pandemia da Covid-19 ha impresso un’accelerazione sulle priorità delle aziende private (1) italiane che si trovano in un percorso di trasformazione non solo sul fronte della digitalizzazione (53%), ma anche per quanto riguarda valori e mission...

  • Un semplice codice a barre insieme allo smartphone per vivere in sicurezza ai tempi del Covid-19

    a cura di Christian Floerkemeier, CTO and Co-founder di Scandit Permettere agli smartphone che noi tutti portiamo in tasca di leggere i codici a barre si sta rivelando un modo semplice e sicuro per espletare una serie...

  • Investimenti in Industria 4.0: avanti!

    Secondo un report di Deloitte, oltre sei aziende italiane su dieci non hanno interrotto i flussi di capitale dedicati allo smart manufacturing Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x