Con il motore lineare Bosch Rexroth, le macchine di Sacmi consumano il 10% in meno

Una collaborazione di lunga data e di successo: è quella tra Bosch Rexroth e Sacmi, azienda di Imola leader internazionale dell’impiantistica industriale. Un rapporto caratterizzato da uno scambio continuo e stimolante tra i rispettivi reparti R&D, dalla ricerca di soluzioni innovative e dall’attenzione al risparmio energetico e alla sostenibilità

Pubblicato il 22 settembre 2022

Macchine e impianti completi per l’industria della ceramica, dei metalli, del packaging, del food and beverage e per la produzione di contenitori in plastica e di materiali avanzati: è il core business di SACMI, multinazionale con base a Imola che ha chiuso il 2021 con un fatturato di 1,5 miliardi di euro, ha 4.800 dipendenti in tutto il mondo e una fortissima vocazione all’export, che infatti rappresenta l’86% del suo volume d’affari.

La collaborazione con Bosch Rexroth nasce nell’oleodinamica a metà degli anni ’80. Si estende con l’automazione a partire dal 2010 nell’ambito della divisione Closures, Containers & PET di SACMI, che si occupa di stampi per la produzione di flaconi e tappi per bottiglie con applicazioni in ambito detergenza, beauty e beverage e che fattura ogni anno 250 milioni di euro.

Risparmio energetico grazie al motore lineare di Bosch Rexroth

“Quello delle preforme è un settore nel quale siamo entrati 10 anni fa”, spiega il direttore della divisione PET, Moraldo Masi. “Si tratta di una tecnologia molto tradizionale, che esiste da 30 anni, ma noi, grazie alla collaborazione con Bosch Rexroth, siamo riusciti ad apportare alcune innovazioni molto significative” racconta il manager dell’azienda, che ogni anno investe 30-40 milioni di euro in R&D.

Le macchine IPS SACMI per la produzione di preforme in PET sono caratterizzate da alta flessibilità, facilità d’uso, affidabilità e performance. La macchina è composta da tre elementi: una pressa, lo stampo all’interno e un robot che ha il compito di prelevare i prodotti stampati quando sono ancora troppo caldi per essere manipolati o imballati.
Il robot comandato da assi Bosch Rexroth li preleva e termina il loro raffreddamento fuori dalla macchina, consentendo di velocizzare il processo. Per fare questo, il braccio del robot entra ed esce dalla macchina a ogni ciclo ed è proprio per la movimentazione del braccio robotico che interviene il motore lineare MLF di Bosch Rexroth.

La sua caratteristica più importante è quella di essere comandato da un sistema modulare dotato di alimentatore Bosch Rexroth smart energy che permette il recupero dell’energia cinetica (KERS). Questa caratteristica consente di massimizzare il boost di potenza e di ridurre i consumi energetici dell’impianto e quindi dei costi. “La movimentazione con recupero di energia cinetica ci garantisce un risparmio del 10% su ogni macchina”, spiega Masi. “Si tratta di un valore importante, considerando che la macchina rappresenta il 40% del consumo energetico totale dell’impianto”.

L’attenzione all’efficientamento energetico ottenuto grazie al motore lineare e all’alimentatore rigenerativo di Bosch Rexroth è coerente con l’attenzione di SACMI per l’ambiente e la sostenibilità: l’azienda nel 2020 ha ridotto le proprie emissioni di CO2 dell’8% rispetto al 2019, ha riciclato 1.728 tonnellate di materiale, ha utilizzato il 53% di energia da fonti rinnovabili e ha consumato il 15% in meno di acqua.

Una collaborazione che va oltre il rapporto cliente-fornitore

La prima macchina IPS è stata realizzata nel 2012 ed era di taglia medio piccola (220 t di forza di chiusura). “La soluzione studiata in collaborazione con Bosch Rexroth ci ha dato subito grande soddisfazione e abbiamo quindi usato lo stesso motore in tutte le versioni successive, adeguandolo alle rispettive taglie che sono diventate 400 t nel 2015 e 300 t nel 2020-2021”, aggiunge il manager.

“Sin dalla progettazione della prima IPS 220 , l’applicazione che abbiamo sviluppato per SACMI ha rappresentato una grande opportunità di confronto tra i nostri reparti R&D”, racconta Maurizio Stagni, Strategic Customer Management di Bosch Rexroth. “Abbiamo studiato le loro esigenze a tutto tondo, il rapporto è stato di tipo consulenziale. Abbiamo trovato nei loro tecnici una preparazione fuori dal comune, che ha aggiunto grande valore alla collaborazione”, aggiunge.

“Ai clienti la soluzione è piaciuta tantissimo, perché offre grandi vantaggi in termine di manutenzione e gestione”, commenta Masi. “Non essendoci cinghie soggette a usura, la macchina risulta praticamente maintenance free. Inoltre si possono creare profili di accelerazione e decelerazione personalizzati e per questo tipo di applicazione è una soluzione estremamente interessante, che ci ha consentito di distinguerci in un mercato in cui la differenza la fa veramente il dettaglio”, sottolinea.
“L’altro grande vantaggio dato dai motori Bosch Rexroth è la loro capacità di interfacciarsi e dialogare con tutti i controlli, anche di altri fornitori e su qualsiasi piattaforma, senza che questo rappresenti un problema”.

Sviluppi sempre nuovi per il futuro

La collaborazione tra Bosch Rexroth e SACMI non conosce pause. Il rapporto tra i due reparti R&D è fitto e ogni anno vengono studiate nuove applicazioni, sempre all’insegna dell’innovazione, del risparmio energetico e della ricerca di soluzioni di stampo quasi sartoriale.

“Attualmente il mercato, soprattutto in Asia, si sta indirizzando verso un packaging sempre più estremo in termini di dimensioni e leggerezza. Insieme a Bosch Rexroth stiamo già mettendo a punto soluzioni e tecnologie alternative che vanno proprio in questa direzione”, conclude Masi.

L’ultima versione della macchina, la IPS 300, verrà portata alla fiera per le materie plastiche e la gomma K, in programma dal 19 al 26 ottobre 2022 a Dusseldorf. I visitatori potranno vedere il motore di Bosch Rexroth in azione sulla macchina, accoppiato agli altri assi di movimento, comandati interamente dal sistema modulare di drive Bosch Rexroth.



Contenuti correlati

  • Libertà e apertura per tutti: questo il trend nell’automazione secondo Bosch Rexroth

    La trasformazione nell’automazione industriale è ben avviata e farà un grande passo avanti nel 2022. Le richieste di semplicità e flessibilità dal punto di vista tecnologico e di indipendenza dalle filiere globali stanno aumentando in modo significativo....

  • Forum Meccatronica 2022: servizi digitali per l’ecosistema industriale

    A Forum Meccatronica 2022, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione, realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, focus su “Integrazione e flessibilità a supporto dell’industria digitale e sostenibile”. Flavio Ronzoni, product manager, illustra il significato e le...

  • Riacquistare l’abilità di camminare da soli con i motori Faulhaber

    Camminare senza stampelle è uno dei sogni delle persone con determinate patologie neuromuscolari. Grazie all’esoscheletro Autonomyo ora questo sogno può diventare realtà. Questo ausilio per la camminata attiva sostiene i muscoli indeboliti e consente una sequenza di movimenti intuitiva che...

  • Una meccatronica sostenibile

    AGV, AMR, shuttle e carrelli intelligenti, soluzioni di trasporto e movimentazione ‘smart’, sempre più protagonisti nella logistica e intralogistica, permettono una maggiore efficienza, aumentano la flessibilità e migliorano la sicurezza degli addetti Leggi l’articolo

  • Manutenzione predittiva: i vantaggi di ODiN

    Sono tanti i vantaggi offerti alle aziende dalla manutenzione predittiva. ODiN (Online Diagnostic Network) è la piattaforma cloud-based di Bosch Rexroth in grado di sviluppare un’efficiente manutenzione predittiva Leggi l’articolo

  • Bosch Rexroth acquisisce Elmo Motion Control

    Bosch Rexroth decide di investire e aumentare la sua offerta di prodotti per l’automazione industriale attraverso l’acquisizione della società Elmo Motion Control Ltd, con sede a Petach-Tikva, Israele. Elmo sviluppa e produce azionamenti elettrici di fascia alta...

  • Il punto di vista di Bosch Rexroth sulla sostenibilità

    Si può essere davvero green quando si parla di produzione industriale? Secondo Bosch Rexroth sì, non solo perché tutte le sue sedi sono carbon-neutral, ma anche perché offre prodotti e soluzioni sostenibili per il mondo dell’automazione. Per...

  • Cami e Bosch Rexroth: una collaborazione di lunga data

    Cami, Centro Assistenza Macchine Industriali, nasce nel 1971 a Rubano (Padova) come azienda specializzata in riparazione e vendita di pompe e motori oleodinamici. Proprio negli anni Settanta, nel passaggio dal vecchio sistema a fune del movimento terra ai...

  • Un passo avanti verso l’efficienza

    Per il revamping della propria linea di coniatura, Aresi si è affidata alla centrale idraulica CytroBox di Bosch Rexroth Leggi l’articolo

  • Regloplas espande la serie jetPulse con jetPulse 100L e flowControl

    I componenti pressofusi difficili, come i componenti strutturali nel settore automobilistico (megacasting), richiedono soluzioni speciali per il controllo della temperatura, in particolare per il raffreddamento dei cosiddetti hotspot. Il sistema jetPulse di Regloplas offre una soluzione affidabile...

Scopri le novità scelte per te x