Indagine BMC sul mainframe: è fondamentale per promuovere l’innovazione

Le nuove offerte aiutano i clienti a migliorare la qualità del software, ridurre i rischi e aumentare la resilienza

Pubblicato il 11 ottobre 2021

BMC, attivo a livello mondiale nelle soluzioni software per l’Autonomous Digital Enterprise, ha annunciato i risultati del 16° sondaggio annuale sui mainframe e le nuove e ampliate funzionalità all’interno delle sue offerte BMC AMI (Automated Mainframe Intelligence) e BMC Compuware, progettate per supportare pienamente i clienti man mano che progrediscono nel loro percorso di trasformazione digitale.

Il sondaggio rileva che le organizzazioni meglio organizzate stanno investendo nel mainframe, innovano con DevOps e integrano sistemi e team per accelerare la trasformazione digitale. Le più recenti offerte di BMC aiutano le aziende ad affrontare queste e altre priorità con miglioramenti concentrati sulla qualità del software capace di ridurre i rischi, rilevare più rapidamente le cause dei problemi di prestazioni e automatizzare problemi complessi come quelli di compliance.

La aziende sostenitori del mainframe guidano l’innovazione e sviluppano il business
I risultati dell’intervista a oltre 1.300 dirigenti e professionisti IT a livello globale mostrano chiaramente che il mainframe continuerà ad essere il motore delle aziende a trazione digitale in un mondo mutevole e difficilmente prevedibile. I risultati della survey mostrano che:

  • Il 92% considera il mainframe una piattaforma fondamentale per la crescita a lungo termine e per gestire nuovi carichi di lavoro.
  • L’86% delle catene retail prevede una crescita del MIPS, mentre il 72% ha più della metà dei dati sul mainframe.
  • Il 66% degli intervistati sono sostenitori del mainframe che investono in nuove tecnologie come AIOps e intelligenza artificiale/machine learning (AI/ML), innovano con DevOps per soddisfare le crescenti esigenze digitali, integrano il mainframe nell’IT aziendale.
  • il 19% degli intervistati mantengono il proprio investimento invariato e sono in ritardo nello sviliuppo mainframe; traggono meno valore dalle nuove tecnologie sulla piattaforma e segnalano una crescita relativamente modesta dei dati e delle app mainframe.

Lo Shift-Left Testing automatizzato consente consegne più rapide e migliore qualità
Le organizzazioni si stanno muovendo rapidamente per dare risposta alla crescente domanda di nuove applicazioni e servizi capaci di offrire una customer experience migliore per gli utenti interni ed esterni. Secondo l’indagine:

  • Il 39% degli intervistati cita la modernizzazione delle applicazioni come priorità assoluta.
  • L’88% dei sostenitori del mainframe vuole aggiornare le applicazioni con maggiore frequenza e per il 40% di loro l’aggiornamento ha cadenza settimanale o bisettimanale.
  • Il 43% dei sostenitori del mainframe desidera migliorare la qualità delle applicazioni con DevOps.
  • L’80% dei sostenitori del mainframe trae valore dall’adozione di DevOps per il mainframe in meno di un anno.

Come risposta a queste indicazioni e a quanti tra gli intervistati pensano che l’automazione dei test sia una funzione necessaria, BMC ha ampliato le capacità di shift-left testing automatizzati nella soluzione BMC Compuware Topaz for Total Test. I team di sviluppo sono ora in grado di accelerare la consegna delle innovazioni perché nell’ambiente di test vengono trasferiti meno difetti. I test manuali che in precedenza richiedevano giorni per essere completati ora possono essere eseguiti in poche ore. In combinazione con la soluzione BMC Compuware zAdviser, i professionisti DevOps per il mainframe di tutti i livelli possono identificare bug e difetti nelle prime fasi del ciclo di vita dello sviluppo software (SDLC) quando è meno costoso risolverli.

“Il mainframe è ancora il sistema preferito dalle aziende che necessitano di un elevato throughput delle transazioni con affidabilità garantita e dati coerenti. Poiché con i nuovi utilizzi per applicazioni web e mobili i dati mainframe diventano costantemente più complessi, cresce in modo esponenziale la necessità di adottare DevOps per il mainframe e delle soluzioni di monitoraggio basate sull’intelligenza artificiale“, ha affermato Stephen Elliot, Group VP, I&O, Cloud Operations, and DevOps di IDC. “Le organizzazioni che sfruttano il mainframe dovrebbero adottare moderne soluzioni DevOps e AIOps che migliorano la visibilità e la gestione dell’intera catena del software e dei servizi per l’utente finale”.

AI/ML (intelligenza artificiale/machine learning) rende possibile l’innovazione e migliora le prestazioni
Le aziende continuano a investire in AI/ML per accelerare le fasi di rilevamento e analisi semplificando i flussi di lavoro. Secondo il sondaggio le catene retail hanno dato la priorità all’implementazione di AI/ML, con il 57% dei sostenitori del mainframe che ha ridotto la necessità di competenze specializzate con AIOps. Anche la tendenza all’implementazione di nuove tecnologie sui mainframe è aumentata, con il 36% che la cita come un importante punto di forza (+11% dal 2019.)

La soluzione AMI Ops di BMC ora include più funzionalità di rilevamento e analisi tramite AI completamente automatizzate, con notifiche in tempo reale e miglioramenti dell’interfaccia utente (UI) di ultima generazione per accelerare i tempi di risposta agli incidenti. Gli utenti riescono a rilevare una gamma più ampia di difficoltà, scoprire più velocemente un numero maggiore di cause profonde e rispondere più rapidamente ai problemi di prestazioni con l’elenco di azioni ampliato e i flussi di lavoro semplificati.

La compliance automatizzata garantisce una posizione di sicurezza attiva

AMI Ops Insight di BMC diagnostica la probabile causa di un problema e fornisce informazioni utili per risolverlo rapidamente

La sicurezza resta la principale priorità per il secondo anno consecutivo (61%) tra gli intervistati. Il 63% dei sostenitori del mainframe considera sicurezza e compliance una priorità assoluta e per l’85% sono anche più inclini dei ritardatari a portare i dati mainframe in un SIEM aziendale. Inoltre, i sostenitori del mainframe semplificano lo sviluppo e rafforzano la sicurezza in tutta l’azienda: il 42% ha z/OS® Connect:Enterprise® in produzione.

Sebbene il mainframe sia intrinsecamente sicuro, il passaggio forzato al lavoro remoto dello scorso anno ha dimostrato che le difese perimetrali non sono più sufficienti e un approccio attivo è essenziale per garantire la protezione. I miglioramenti alla soluzione AMI Security di BMC consentono ai team di eseguire automaticamente gli audit Defense Information Systems Agency (DISA) della Security Technical Implementation Guide (STIG). Questa funzionalità impedisce la deriva della compliance grazie ad avvisi automatici in tempo reale sulle modifiche alle impostazioni, e rimuove le vulnerabilità di configurazione che gli hacker possono sfruttare.

“I risultati del sondaggio, che sono stati validati con clienti e analisti, sono clamorosamente chiari: i dirigenti e i professionisti IT sono sicuri che il mainframe sia una parte fondamentale del loro successo digitale”, ha affermato John McKenny, SVP e General Manager, Intelligent Z Optimization and Transformation di BMC. “Le innovazioni che abbiamo rilasciato oggi, come parte della 28a release trimestrale del nostro team, aiutano i sostenitori del mainframe a continuare a utilizzare la piattaforma per generare valore e consentire ad altri di utilizzare il mainframe come motore dell’innovazione digitale”.

Scarica il report completo del sondaggio mainframe 2021



Contenuti correlati

  • Libertà e apertura per tutti: questo il trend nell’automazione secondo Bosch Rexroth

    La trasformazione nell’automazione industriale è ben avviata e farà un grande passo avanti nel 2022. Le richieste di semplicità e flessibilità dal punto di vista tecnologico e di indipendenza dalle filiere globali stanno aumentando in modo significativo....

  • Per Pittarello un pret-a-porter ‘software designed’ firmato Nutanix

    Pittarello, storica azienda che vende da oltre trent’anni calzature, prodotti di abbigliamento e accessori, ha scelto le soluzioni software Nutanix per rinnovare l’infrastruttura IT, portando ancora più sicurezza e scalabilità al business, il tutto con una gestione...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • ElisaCare
    Assistenza intelligente per anziani e persone fragili con ElisaCare

    La start-up italiana Sicura Care introduce in Italia ElisaCare, un’assistente familiare digitale dotata di tecnologie di intelligenza artificiale che, nel pieno rispetto della privacy, è in grado di leggere e interpretare le abitudini delle persone anziane, imparare dalle loro routine ed...

  • Siemens al Festival dell’Acqua 2022

    La manifestazione, ideata e promossa da Utilitalia, propone tre giorni di riflessioni e approfondimenti con esponenti della politica, tecnici ed esperti del settore. Il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici, la digitalizzazione, l’impatto del Piano Nazionale di...

  • AVEVA annuncia una partnership strategica con Aras

    Aveva e Aras hanno siglato una collaborazione OEM esclusiva per la realizzazione di soluzioni per la gestione del ciclo di vita degli asset. Aveva, attraverso la piattaforma Aras Innovator, fornirà una serie di soluzioni Asset Lifecycle Management scalabili,...

  • Con OpenRadioss, Altair Radioss è disponibile come tecnologia open-source

    Altair ha annunciato che Altair Radioss, un codice di simulazione dinamica ad elementi finiti (FEA) collaudato nel settore, è ora disponibile come tecnologia open source con il nome di OpenRadioss. Con OpenRadioss Altair si propone di accelerare...

  • Al via il Consorzio per lo sviluppo della rete ultralarga in Italia

    Minsait, società di Indra, ha costituito un Consorzio insieme a AC2 e HQ Engineering Italia per contribuire allo sviluppo della rete ultralarga in Italia. La società di tecnologia ha unito le forze con le due realtà italiane...

  • Tecnologie digitali per la transizione energetica

    La transizione energetica e la rivoluzione digitale sono due trasformazioni globali, profonde e irreversibili che progressivamente richiedono di essere affrontate con una visione unica, perché si tratta di due facce della stessa medaglia: il digitale è infatti...

Scopri le novità scelte per te x