Inizia l’era della robotica modulare e scalabile con gli attuatori J&T di Automationware

Automationware presenta i giunti robotici Actuators nelle nuove versioni J e T e con la certificazione UNI EN ISO 9001 per la progettazione e produzione di sistemi per l’automazione e la robotica industriale

Pubblicato il 17 gennaio 2023

AutomationWare (AW) ha scelto un approccio personale al mondo dei robot, producendo attuatori ad alta tecnologia, che utilizza sia per produrre in prima persona soluzioni robotiche (in particolare bracci collaborativi con configurazioni, misure e payload particolari), sia per soddisfare le richieste di clienti orientati a realizzare in casa soluzioni robotiche su misura, con gradi di libertà necessari alla propria applicazione.

Con l’obiettivo di migliorare la sicurezza, aumentare l’efficienza produttiva e la modularità rispetto all’approccio alle applicazioni, AutomationWare ha re-ingegnerizzato i 5 modelli di giunti robotici (Actuators) con tecnologie meccatroniche sofisticate, grazie ai quali si potranno costruire piattaforme robotiche mobili integrando i giunti per modellare il proprio sistema di picking. Si potranno costruire componenti come esoscheletri, bracci per applicazioni non commerciali; si potranno utilizzare i giunti come tavole rotanti di alta momento torcente ed estrema precisione per applicazioni su macchinari.

I 5 modelli, J17, J20, J25, J32, J40 ( LP e HP), sono diversi tra loro per dimensioni e prestazioni di coppia, in modo da consentire a chiunque di produrre soluzioni robotiche modulari. Le composizioni sono innumerevoli, consentendo la personalizzazione in base all’area operativa desiderata, al carico utile e alle velocità richieste dall’applicazione.

I J-Actuators, grazie a un brevetto AW, possono essere forniti anche in configurazione “Naked”, con assenza di telaio esterno in lega di alluminio per essere integrato direttamente dal cliente in base alle proprie esigenze.

Caratteristiche tecniche

l J-Actuators integrano una scheda di controllo motore EtherCAT, che consente di controllare l’attuatore tramite un bus industriale, dotata di sistemi di sicurezza avanzati in caso di situazioni pericolose. La scheda dispone inoltre di una piattaforma di controllo per regolare e monitorare le prestazioni del giunto da un PC, regolandone le prestazioni in base alla forma del robot o all’applicazione.

La soluzione si caratterizza per:

  • Massime prestazioni di controllo del movimento
  • Interfaccia EtherCAT ad alta velocità (DS402, fino a 4kHz)
  • >10 funzioni di sicurezza certificate (SIL3, Pl-e) TUV
  • 2 encoder assoluti ad alta risoluzione integrati
  • Varie interfacce sensore
  • Soddisfa tutti i requisiti pertinenti (EMC, sicurezza)
  • Strumenti di messa in servizio e messa a punto facili da usare.
  • Il modulo Safe Motion opzionale consente funzioni di movimento sicure di livello SIL3 PL e su FSoE (FailSafe su EtherCAT), e si può implementare l’applicazione secondo ISO/TS 15066.

I J-Actuators J25, J32 e J40 sono dotati di un freno a frizione elettromagnetica personalizzato per la migliore integrazione meccanica e con un basso consumo energetico. Questo freno blocca l’asse durante una situazione di emergenza o un’interruzione di corrente.
Questo sistema frenante garantisce la massima sicurezza anche in condizioni operative estreme dove i carichi applicati al giunto possono arrivare fino a 800 Nm nel J40.

I J- Actuators più piccoli J17 e J20 integrano un leggero sistema di bloccaggio meccanico pin-lock.

Controllo Software

Il ricercatore di robotica può programmare il giunto direttamente dai controllori di movimento TwinCAT o dal potente sistema operativo ROS o ROS2, per gestire la cinematica direttamente e in tempo reale.

I giunti robotici possono essere controllati in ambienti basati su ROS o ROS2 grazie al connettore software RoboVu, che consente alla cinematica ROS di controllarli in tempo reale a partire da cinematiche generate con file URDF. L’elemento chiave è personalizzare la configurazione robotica più adatta per le applicazioni specifiche e gestirla e controllarla in modo semplice con RoboVu. Questa possibilità consente ai clienti che utilizzano gli attuatori J di liberarsi da sistemi commerciali predefiniti con forme, geometrie e carico utile fissi.



Contenuti correlati

  • Verso una nuova era della robotica – versione integrale

    Robot collaborativi, robot mobili e di servizio: il mondo della robotica industriale tradizionale sta cambiando, aprendo a nuove tecnologie e applicazioni. I robot al servizio dell’uomo, sempre più facili da usare, sono i protagonisti della nuova fase di Industria 5.0....

  • OnRobot guida la crescita del mercato con D:PLOY

    Nel rispetto della propria missione di abbattere le barriere dell’automazione e portarne i vantaggi ad aziende di ogni dimensione, OnRobot introduce D:PLOY, la prima piattaforma automatizzata del settore per la creazione, esecuzione, monitoraggio e ridistribuzione di applicazioni...

  • Il cobot industriale ABB Swifti offre velocità, precisione e sicurezza ai vertici della categoria

    ABB ha lanciato il robot collaborativo industriale Swifti CRB 1300, che colma il divario tra robot industriali e collaborativi. Combinando velocità e precisione ai vertici della categoria con una capacità di movimentazione dei carichi fino a 11 kg,...

  • ProgettistaPiù 2023: l’Automazione a Terra

    La Redazione di Automazione Oggi propone il 25 gennaio 2023, nell’ambito della seconda edizione del convegno in streaming ProgettistaPiù, frutto della sinergia tra Quine e TraceParts, una mattinata, dalle 9.30 alle 12.30, dedicata al tema “L’Automazione nei 4.elementi: ARIA. ACQUA. TERRA. FUOCO.“ La sessione dedicata alla Terra, intitolata Terra: l’agricoltura ci...

  • La robotica Staubli al servizio della produzione farmaceutica

    A causa della sua natura altamente regolamentata, l’industria farmaceutico-medicale in passato è stata lenta nell’adottare soluzioni di robotica e automazione. Attualmente, invece, è proprio questa natura regolatoria che sta guidando il settore verso un’automazione sempre più spinta,...

  • Universal Robots raggiunge i 1.000 dipendenti

    Universal Robots, la più grande azienda dell’hub danese della robotica, è diventata la prima organizzazione del cluster a raggiungere i mille dipendenti, una delle poche aziende danesi fondate in questo millennio a raggiungere questo traguardo. Dal lancio del...

  • Fabric sceglie Reply per migliorare le capacità robotiche dei suoi micro-fulfillment center

    Fabric, azienda tecnologica che sta ridisegnando il fulfillment della vendita al dettaglio, e Reply, specializzata in nuovi canali di comunicazione e media digitali, hanno annunciato di aver stretto una partnership strategica per offrire a brand e rivenditori...

  • ABB presenta il più piccolo robot industriale con carico utile e precisione ai vertici della categoria

    Il robot più preciso della categoria con un carico utile di 1,5 kg per la massima qualità di produzione, con un carico utile superiore del 50% rispetto ai robot analoghi presenti sul mercato Consuma il 20% di...

  • Risultati positivi per la 33a Bi-Mu

    Si è chiusa sabato 15 ottobre la trentatreesima edizione di Bi-Mu, biennale della macchina utensile, robotica, automazione, digital e additive manufacturing, in scena a fieramilano Rho. Promossa da Ucimu-Sistemi per produrre e organizzata da Efim-Ente Fiere Italiane...

  • Robotica evoluta per ambienti speciali e sensibili

    Per rispondere al cambio di paradigma a livello tecnologico dovuto all’emergere di nuove tendenze di mercato favorite da Industria 4.0, Comau ha progettato il nuovo robot Racer-5 SE, specifico per gli ambienti speciali e sensibili. Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x