I cinque ambiti in cui dovranno lavorare i Safety Manager nel 2021

Pubblicato il 15 febbraio 2021
I cinque ambiti in cui dovranno lavorare i Safety Manager nel 2021

Quali sono gli ambiti nei quali i Safety Manager dovrebbero lavorare nel 2021? Una ricerca ha individuato: conoscere i rischi, volgere la sicurezza in positivo, allargare la partecipazione attiva nella sicurezza, fare ciò che si dice, dare continuità sugli sforzi in sicurezza.

DuPont Sustainable Solutions (DSS), società globale nella consulenza EHS, ha contattato aziende operanti in diversi settori industriali in Europa, ha intervistato Safety Leader che hanno superato la crisi con successo e ha preparato un’analisi per ognuno dei principali paesi europei sulle prospettive in tema di sicurezza.

I risultati, pubblicati in un report dettagliato, mettono in luce gli ambiti in cui l’impegno delle aziende è generalmente diffuso e quelli in cui tale impegno risulta meno maturo.

Il coinvolgimento delle persone nelle attività di sicurezza e la stesura di documenti in cui si enunciano i valori e le politiche sulla sicurezza sono pratiche ampiamente diffuse in Europa.

D’altro canto, il report evidenzia che esistono anche opportunità di miglioramento, in particolare nell’analisi degli incidenti (solo il 46% viene analizzato nel dettaglio o fatto seguire da azioni correttive), nella formazione, nel riconoscimento degli sforzi profusi per la sicurezza, nelle iniziative di sicurezza al di fuori dell’ambiente di lavoro, nella soddisfazione per i risultati raggiunti e nella gestione dei rischi psicosociali, che, secondo i partecipanti, vengono affrontati seriamente solo dal 9%.

Per quanto riguarda l’Italia, ad esempio, l’88% degli intervistati dichiara di disporre in forma scritta di valori e politiche della sicurezza in azienda, il 69% partecipa ai corsi di formazione, la percentuale più alta in Europa, e il 63% ritiene che tutti i rischi possano essere prevenuti.

I risultati del report suggeriscono cinque ambiti principali su cui i Safety Manager dovrebbero lavorare nel 2021.

· Conoscere i rischi: formare ed affiancare il personale per migliorarne la percezione dei rischi e l’efficacia nel gestirli

· Volgere la sicurezza in positivo: valorizzare gli sforzi fatti ed i risultati conseguiti, e promuovere azioni e comportamenti virtuosi attraverso un rinforzo positivo continuo.

· Allargare la partecipazione attiva nella sicurezza: fare crescere le competenze dei lavoratori esposti ai rischi per coinvolgerli nel processo di gestione

· Fare ciò che si dice: migliorare la disciplina operativa per dare il giusto seguito alle analisi sugli incidenti.

· Dare continuità agli sforzi nella sicurezza: integrare nei programmi di sicurezza anche i rischi al di fuori del luogo di lavoro e quelli psicosociali.



Contenuti correlati

  • Sicurezza e rischi nell’era digitale

    Rischi e pericoli sulle macchine cambiano con l’evoluzione della tecnologia: il nuovo Regolamento Macchine adegua la normativa ai requisiti relativi ai sistemi con algoritmi evolutivi, digitalizzazione, robotica, software e cybersecurity Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il...

  • Layer di collegamento tra produzione e management

    Come si crea uno ‘strato software’ che faccia realmente convergere IT e OT? Efficienza, sicurezza e interoperabilità sono le 3 parole chiave A cosa ci riferiamo quando parliamo di Production & Management Integration Layer? È presto detto....

  • sicurezza AI Axitea
    AI e sicurezza: come prevenire gli infortuni sul lavoro

    Di Marco Bavazzano, Amministratore Delegato di Axitea Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle...

  • Sicurezza: normative e legislazioni, come farvi fronte

    La sicurezza è un concetto: bisogna imparare a conoscerlo e a diffondere la cultura della sicurezza. Normative e legislazioni servono e sono doverose in ogni attività produttiva, ma vanno comprese nel loro senso più profondo. Per aumentare...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • Refrigeranti A3 ABB
    ABB, conformità con i gas refrigeranti A2L e A3

    Nel mondo della produzione di unità HVACR, la sicurezza è sempre al primo posto, soprattutto quando si tratta di refrigeranti di categoria A2L e A3, dove i rischi sono elevati e di varia natura. Per garantire la...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia

    Siamo qui con Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia, in vista della sua partecipazione a SPS Italia 2024 di Parma, il prossimo 28-30 maggio, per capire qualcosa in più della sua filosofia e cosa porterà in...

  • Carico, scarico e movimentazione di pannelli in totale sicurezza

    Per aggiornare un sistema automatico di movimentazione dei pannelli, nell’ambito della linea di produzione di componenti per l’industria dell’arredo di Mobilpref, l’azienda Robota, specializzata nella lavorazione del legno, ha utilizzato la tecnologia di sicurezza di Schmersal. Leggi...

  • Come cambia il mondo dell’automotive

    Guida autonoma, connettività e intelligenza artificiale stanno rivoluzionando il settore automotive, con un impatto significativo sulla sicurezza, sia a livello di viabilità, sia dei veicoli Passeranno ancora diversi anni prima di poter circolare in città su un...

  • Moduli di espansione MCM Euchner proposti da Tritecnica

    I dispositivi di sicurezza multifunzione Euchner della serie MGB2, presentati da Tritecnica, consentono di integrare, all’interno del loro sistema, tutti gli elementi necessari per l’ottimizzazione della gestione e del controllo dei ripari, garantendo una riduzione dei tempi...

Scopri le novità scelte per te x