Gli encoder Hengstler incontrano gli apparecchi sanitari

Pubblicato il 1 aprile 2021
Gli encoder Hengstler incontrano gli apparecchi sanitari

Gli encoder Hengstler sono ideali per l’uso in robot chirurgici, tomografi computerizzati o esoscheletri.

Oltre all’alta risoluzione, i produttori di tecnologia medica guardano alla robustezza e al design compatto degli encoder.

Inoltre, alcuni degli encoder, come per esempio l’ACURO AD36, hanno un albero cavo continuo di 8 mm. L’AD36 fornisce dati di posizione digitali con una risoluzione fino a 22 bit (monogiro) e 12 bit (multigiro) tramite un’interfaccia sincrona bidirezionale con una velocità di clock variabile fino a 10 MHz.

L’ACURO AD35 consente inoltre la trasmissione di dati di posizione digitali (risoluzione fino a 22 bit). Proprio come l’ACURO AD36, è ideale per il posizionamento preciso degli strumenti chirurgici nei robot e rende possibili anche gli interventi al cervello più complessi.

Entrambi gli encoder assicurano anche l’esatto allineamento delle unità di imaging nei sistemi di mammografia e TAC nonché l’esatto allineamento dei letti dei pazienti in risonanza magnetica o degli scanner PET/delle gamma camera in medicina nucleare.

Sia l’AD36 che l’AD35 presentano un’elevata tolleranza elettromagnetica. Pertanto, gli encoder non compromettono il funzionamento dei sistemi di imaging diagnostico né vengono danneggiati dalle radiazioni. L’AD36, proprio come l’ACURO AD35, viene utilizzato anche negli esoscheletri.

Gli encoder sono ideali per questa applicazione grazie al loro peso ridotto e alla loro compattezza: con una profondità di installazione di soli 23,65 mm, l’AD35 è l’encoder ad albero cavo più corto al mondo.

La precisione è richiesta anche nelle rettificatrici per la produzione di lenti per occhiali. I produttori di questi dispositivi si affidano quindi agli encoder incrementali ICURO RI32 e ICURO RI36 di Hengstler.

Non solo sono insensibili ai campi elettromagnetici che si verificano durante il processo di produzione, ma offrono anche un’alta risoluzione (fino a 1.500 o 3.600 colpi).

Un altro vantaggio è la dimensione ridotta, perché lo spazio di installazione nelle macchine di produzione è veramente minimo.



Contenuti correlati

  • Dati personali e intelligenza artificiale

    L’intelligenza artificiale ogni giorno fa passi avanti, scopre nuove frontiere, e raggiunge nuovi obiettivi innovativi. Essa indubbiamente ha portato molti benefici, tra cui una migliore assistenza sanitaria, una produzione più efficiente e un’energia più conveniente e sostenibile....

  • Incrementare la resilienza operativa delle infrastrutture critiche grazie al monitoraggio

    È un dato di fatto che la nostra vita professionale e personale sia sempre più basata sui dati, un elemento che tutti accettiamo e diamo per scontato. Ma ciò che molti ignorano è che la continuità del...

  • Barracuda: come le perdite dei dati danneggiano le aziende

    Barracuda ha analizzato i danni causati della perdita dei dati in seguito a un attacco informatico e, in particolare, a un data breach. Qualsiasi azienda, infatti, può subire una violazione dei dati: stando ai risultati dell’ultima ricerca commissionata da...

  • Efficienza energetica data-driven

    Ridurre il consumo di energia per le attività industriali è un imperativo. Per questo un produttore di apparecchiature per il vuoto ha scelto un partner come Omron per raggiungere l’obiettivo Con l’aggravarsi del problema della carenza di...

  • Dati a portata di smartphone

    Mostrare il funzionamento e le prestazioni di una macchina direttamente sullo smartphone, da remoto e in totale sicurezza? Si può fare, grazie a ctrlX Core AnyMa è un’azienda con sede a Busto Arsizio in provincia di Varese,...

  • Data Steward: a UniTo si formano i nuovi specialisti dei dati

    È stato recentemente presentato il nuovo Corso Universitario di Aggiornamento Professionale (CUAP) per Data Steward dell’Università di Torino, attivato con il sostegno della Compagnia di San Paolo. L’introduzione di un Corso Universitario di Aggiornamento Professionale (CUAP) per Data Steward all’Università di Torino risponde alla crescente...

  • Analisi dei dati grazie al cloud IoT: ecco come Storm Reply supporta il Gruppo Eurogate

    Storm Reply, società specializzata in servizi di cloud computing, ha realizzato una soluzione cloud IoT per Eurogate, rinomata azienda di terminal container, per raccogliere e analizzare in cloud i dati operativi provenienti da macchinari e sistemi. Eurogate,...

  • dati green
    Verso un mondo più sostenibile con la gestione “green” dei dati

    La grande quantità di dati che attualmente viene generata ogni giorno all’interno delle aziende produce elevate emissioni di CO2 attraverso i processi di archiviazione, elaborazione e analisi e rappresenta quindi un enorme peso per l’ambiente. Questo problema...

  • Dati e connettività proteggono la bontà del latte

    Consyst Technologies si è affidata alle soluzioni Ewon di HMS Networks per implementare con successo l’IIoT in un impianto di lavorazione del latte. I sistemi automatizzati di misurazione dei dati hanno aiutato a migliorare la qualità del...

  • Guadagnare con i dati? Lenze dimostra come

    Lenze ha presentato importanti novità nel campo della digitalizzazione dell’ingegneria meccanica in occasione della fiera “SPS – Smart Production Solutions” di Norimberga. In quattro fasi – dalla raccolta e analisi dei dati allo sviluppo di prodotti scalabili...

Scopri le novità scelte per te x