Con Omron verso la digitalizzazione, seguendo un approccio Kaizen

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 24 aprile 2024

Kaizen, ovvero ‘cambiare in meglio’, mettersi alla prova per ottenere risultati migliorativi concreti: di questo e di digitalizzazione si è parlato in occasione della giornata di studio promossa da Omron, in collaborazione con i partner FasThink e Kaizen Institute, tenutasi presso l’Innovation Lab (Ilab) Omron di Milano, dal titolo ‘Sfide e soluzioni per guidare l’industria verso flessibilità ed efficienza’.

L’obiettivo era evidenziare l’evoluzione delle fabbriche e delle aziende manifatturiere alla luce della trasformazione digitale, della convergenza IT-OT e dell’automazione, illustrando le esperienze di note aziende come BTicino, Cleca e Cosmelux.

La ‘ricetta’ per una digitalizzazione di successo

In un’era dominata da rapidi cambiamenti e da una continua trasformazione digitale, emerge un paradigma che esige competenze specializzate, esperienze consolidate e capacità adattive nelle fasi decisionali. L’evento ha inteso esplorare il modo in cui Omron, FasThink e Kaizen Institute hanno affrontato con successo questa sfida, illustrando nel concreto i casi di successo di note aziende come BTicino, Cleca e Cosmelux: attraverso le loro esperienze sono emerse strategie, soluzioni e best practice per navigare nel complesso panorama del mercato, aprendo nuove prospettive sulle sinergie tra strategie, tecnologie e innovazione digitale con un’attenzione costante alla centralità della persona.

Un approccio Kaizen

Nato nel 1985 per comprendere il ‘segreto’ delle straordinarie performance dell’allora neonata fabbrica giapponese di Toyota, l’approccio Kaizen punta ad aumentare la qualità delle decisioni del management, che si traducono poi in investimenti, tramite un’idea o progetto di innovazione (break through), che deve poi essere mantenuto nel tempo (daily kaisen) e sulla base del quale aumentare nuovamente le prestazioni/produttività.

Il ‘segreto’ è il coinvolgimento di tutte le persone facenti parte del team, abilitando così il miglioramento continuo in fabbrica. “Il primo punto concerne la creazione di un team con competenze variegate e allargate – nessuno infatti oggi può pensare di sapere ogni cosa – e quindi fare in modo che le persone individuino le aree di miglioramento e realizzino un progetto per portarlo avanti in azienda” ha spiegato Bruno Fabiano, Managing Director & Founding Partner di Kaizen Institute. “Dove si applica il kaizen? Nasce nell’ambito automotive, in Toyota, ma si applica in generale a qualsiasi fabbrica, dove vi sia una gerarchia e dove vi siano dei processi ripetibili, che devono portare un certo risultato”.

Persone al centro: l’omocentrismo

Le persone devono essere motivate a compiere quei passi che permettano di raggiungere il miglioramento; sono loro, detentori del know-how legato ai processi e all’organizzazione del lavoro, a dover generino le idee che portano innovazione e miglioramento, che devono poi applicare queste idee, per esempio introducendo nuove soluzioni tecnologiche, sperimentarle passo dopo passo,  e vedere se effettivamente portano a un miglioramento prima di tutto della qualità del lavoro. Una volta conclusa con successo una prima sperimentazione pilota, si passa all’allargamento della novità al resto dell’impianto/sistema.

Una ‘cultura del dato’

Raccolta, analisi e ‘pulizia’ del dato sono fondamentali: “La qualità del dato, la sua scelta e interpretazione, sono aspetti centrali per poi eseguire un’analisi che porti davvero a migliorare l’informazione a disposizione dell’operatore, per permettergli di lavorare meglio sul processo o prodotto, o del management, per prendere le giuste decisioni” hanno sottolineato Luca Fraticelli, System Integrator Manager, e Paolo Cavallanti, Project Manager Advanced Services di Omron. “Per questo occorre di volta in volta decidere come raccogliere il dato e quale dato raccogliere in relazione allo specifico processo/servizio: vi sono dati critici e parametri di riferimento sui quali costruire i flussi informativi ed eseguire le analisi in modo corretto, individuando anche gli aspetti critici del processo, da non alterare in quanto essenziali per la mantenere la qualità del prodotto finale, per esempio nel mondo farmaceutico”.

Ha quindi specificato Marco Marella, General Manager di FasThink: “Efficientare i processi significa prima di tutto raccogliere i dati dallo shop floor e trasformarli in informazioni da fornire all’operatore al momento giusto, nel posto giusto. Oggi esistono molte soluzioni tecnologiche alternative per migliorare questo processo, avvicinando IT e OT, come soluzioni AutoID di identificazione, tracciabilità ecc. La nostra proposta per questo comprende, per esempio, la soluzione Connect Orchestrator“.

La proposta di Omron

Nello specifico, l’approccio di Omron alla digitalizzazione prende il nome di iAutomation, dove la ‘i’ sta per integration, intelligent e interactive, un concetto che l’azienda condivide con i suoi distributori e system integrator partner.

“La digitalizzazione è un trend centrale per Omron, che punta alla creazione di servizi avanzati come quelli denominati iBelt, fondati sulla data science: si tratta di un primo passo verso il mondo della digitalizzazione” ha illustrato Fratielli. “La trasformazione digitale deve convergere verso un mondo dove IT e OT sono integrati: l’ecosistema di Omron si è evoluto in tal senso per proporre soluzioni integrate uomo-macchina e digitale”.

Ilaria De Poli - X @depoli_ilaria



Contenuti correlati

  • Comau aderisce ad Adra e conferma il suo impegno nella robotica, IA e digitalizzazione

    Rafforzando il suo impegno nel campo della robotica avanzata e delle tecnologie abilitanti applicate all’automazione industriale, Comau è entrata a far parte di Adra – AI, Data and Robotics Association, che rappresenta il settore privato nel partenariato...

  • Parker Hannifin_DFplus
    Valvole proporzionali di Parker Hannifin per applicazioni industriali complesse

    Parker Hannifin introduce le valvole proporzionali DFplus. I componenti elettronici sono stati rinnovati in modo sostanziale, aprendo nuove possibilità di comunicazione con la valvola e migliorando la connettività per applicazioni industriali complesse. Rimangono pressoché invariati i componenti...

  • L’AI per professionisti e aziende spiegato bene

    Un recente workshop, organizzato da Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia in collaborazione con SDA Bocconi, ha affrontato gli sviluppi che l’AI e la GEN AI potranno avere per il pubblico dei professionisti della contabilità, del fiscale...

  • L’integrazione digitale dell’azienda: un must per una digitalizzazione di successo

    Secondo l’indice di maturità nell’utilizzo dei software gestionali, nato dalla ricerca degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con AssoSoftware, il 13% (9% nel 2022) delle PMI italiane si possono...

  • VEM_PPL_4241
    Sinergia tra aziende e università, l’impegno di VEM verso la formazione accademica

    Il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna, Giovanni Molari, ha visitato l’headquarter di VEM Sistemi a Forlì per conoscere e salutare gli studenti impegnati nelle lezioni della Laurea ad orientamento professionale in Tecnologie dei Sistemi Informatici che il...

  • Sicurezza e rischi nell’era digitale

    Rischi e pericoli sulle macchine cambiano con l’evoluzione della tecnologia: il nuovo Regolamento Macchine adegua la normativa ai requisiti relativi ai sistemi con algoritmi evolutivi, digitalizzazione, robotica, software e cybersecurity Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il...

  • Sensori, sempre più intelligenti

    Industria 4.0, digitalizzazione e IIoT stanno facendo rapidamente evolvere il mondo dei sensori, che diventano sempre più ‘intelligenti’ e capaci di rilevare innumerevoli parametri da macchinari e impianti Con l’avvento del paradigma 4.0, la digitalizzazione dei processi...

  • Più qualità con ispezione e visione

    Vadain automatizza l’ispezione dei tessuti per tende con la visione artificiale proposta da Omron Vadain, azienda che realizza tende personalizzate nei Paesi Bassi, aveva bisogno di una soluzione in grado di rilevare nel più breve tempo possibile...

  • Convergenza e orchestrazione tra sistemi IT e tecnologie OT

    Le nuove tecnologie si inseriscono in modo crescente nell’ambito informatico e operazionale trasformandosi nel catalizzatore per far convergere gli universi IT e OT L’attuale scenario industriale è, con l’avvento delle tecnologie di ultima generazione, un mercato sempre...

  • Le potenzialità dell’Industrial IoT

    Fra i rischi legati alla sicurezza e alla privacy dei dati, ma non solo, e i vantaggi offerti dall’IIoT-Industrial Internet of Things, in termini di efficientamento e sostenibilità, solo per citarne alcuni, vediamo i consigli degli esperti...

Scopri le novità scelte per te x