Fuzzy Studio alla Hannover Messe Industry 2021

Pubblicato il 12 aprile 2021

Fuzzy Logic Robotics ha annunciato la prima versione di Fuzzy Studio in occasione della Hannover Messe Industry 2021. Si tratta di una piattaforma software universale e facile da usare che riduce di 10 volte i costi di programmazione della robotica.

Con Fuzzy Studio ogni fabbrica può essere automatizzata con soluzioni robotiche in modo rapido, semplice e conveniente – anche per applicazioni complesse nei settori della lavorazione, del dosaggio e della saldatura.

Intuitiva e semplice come un videogioco, Fuzzy Studio offre un’interfaccia standard per tutte le marche di robot, con precisione e prestazioni di livello industriale per il controllo in tempo reale del robot. Fuzzy Studio copre tutte le fasi del ciclo di vita di una cella robotica: dal progetto preliminare a quello esecutivo, dalla messa in servizio al controllo della produzione in tempo reale, fino alla riprogrammazione in linea e alla manutenzione periodica.
Progettato per accelerare l’adozione e l’utilizzo della robotica per tutte le aziende interessate, dai grandi produttori alle piccole e medie imprese, agli integratori di sistemi e persino agli OEM di robot.

È possibile sfogliare una collezione completa di modelli di robot delle marche supportate e filtrate in base alle specifiche tecniche. L’importazione di file CAD e 3D è molto semplice e supporta più di 40 formati inclusi i CAD industriali STEP e IGES. La piattaforma permette di scegliere tra molteplici utensili e attrezzature proposte dai più noti produttori o di importate utensili progettati su misura. Tutti gli utensili supportati sono compatibili in modalità plug-and-play. Le traiettorie degli utensili vengono costruite visivamente e si modificano in tempo reale osservando i cambiamenti in 3D.

Trascinando e rilasciando gli oggetti CAD 3D nel progetto, gli algoritmi proprietari generano automaticamente le traiettorie degli utensili evitando le collisioni. Si risparmia tempo e si migliorano le prestazioni rafforzando la sicurezza. Molte ore di lavoro meticoloso vengono sostituite da pochi semplici clic. È possibile orchestrare traiettorie, utensili, sensori e sincronizzare gli I/O, senza scrivere nessun codice.

Grazie ad algoritmi proprietari, è possibile sostituire facilmente qualsiasi robot con due clic nel progetto per trovare quello giusto per svolgere il lavoro richiesto. Tutte le traiettorie e i processi vengono automaticamente ricalcolati e le eventuali incompatibilità possono essere risolte facilmente in modo interattivo.

Grazie agli algoritmi di controllo deterministico in tempo reale: “quello che vedi nella simulazione è quello che ottieni nella realtà”. Si riesce a mettere in servizio un robot di produzione con un clic, colmando il divario tra simulazione e realtà. Inoltre, è possibile monitorare e regolare i processi direttamente e in tempo reale.



Contenuti correlati

  • Il mercato dei robot in Italia mostra un ottimo potenziale di crescita

    L’Italia è il 6° Paese al mondo con il maggior numero di installazioni robotiche secondo la Federazione Internazionale di Robotica. Allo stesso tempo, ogni azienda robotica in Italia copre una base di potenziali clienti molto più ampia di qualsiasi...

  • Una scelta non sempre facile

    Sistema cartesiano o robot antropomorfo? Bisogna considerare produttività, ingombri sul layout e tempi morti Leggi l’articolo

  • Semplice come un videogioco

    Un team franco-americano di esperti di robotica ha ideato un nuovo modo di controllare e programmare la prossima generazione di robot Leggi l’articolo

  • Il Cobot Motoman HC20DT vince il premio Red Dot

    Se finora i cobot erano robot piuttosto piccoli, caratterizzati da carichi utili fino a 10 kg e uno sbraccio di circa 1.200 mm, Motoman HC20DT ne ridefinisce il campo di applicazione. Con un carico utile di 20...

  • Heaxel: la robotica al servizio della riabilitazione

    Azienda italiana con sede a Roma, Heaxel progetta e sviluppa dispositivi medici innovativi per la riabilitazione mediata da robot. Nata nel 2018 dallo spin-off dell’Università Campus Bio-Medico di Roma ICan Robotics e il fondo Vertis Venture 3...

  • MiR nel primo trimestre aumenta il volume d’affari del 55%

    L’inizio del 2021 è stato molto impegnativo per il personale della linea di produzione della sede centrale di Mobile Industrial Robots (MiR) in Danimarca, che ha ricevuto un’impennata di ordini di robot mobili collaborativi durante il primo...

  • Formazione tecnica superiore: Mitsubishi Electric collabora con ITS Prime

    È in corso un profondo cambiamento del tessuto occupazionale italiano, contrassegnato da un fabbisogno sempre più elevato di profili con competenze tecniche specializzate, necessari alle aziende per promuovere i processi di innovazione in corso. In questo contesto...

  • Sugar, Salt & Pepper: robot umanoidi per l’autismo

    “Sugar, Salt & Pepper – Robot umanoidi per l’autismo” è il laboratorio sviluppato dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, Fondazione Paideia, Jumple e Intesa Sanpaolo Innovation Center che ha l’obiettivo di mettere a sistema le competenze...

  • Automazione e robotica: cosa ci ha insegnato il 2020

    Da anni si sottolinea l’importanza per le aziende di automatizzare i processi, in parte o totalmente, in base al loro settore di attività. In molte si sono attiviate, altre hanno titubato, per dubbi o limitazione di budget....

  • UR presenta la Carta delle Idee della Robotica Collaborativa

    “L’innovazione costringe a un cambio radicale di mentalità”: queste parole, tratte dal messaggio che il Ministro dell’Università e Ricerca Maria Cristina Messa, ha inviato per accompagnare la presentazione della Carta delle Idee, inquadrano perfettamente il ruolo che...

Scopri le novità scelte per te x