Flir Systems: termocamere palmari Serie K per applicazioni antincendio

Pubblicato il 12 marzo 2013

I vigili del fuoco traggono un enorme vantaggio dalle termocamere. Queste non si limitano a produrre un’immagine nitida anche nella totale oscurità. Permettono anche di vedere attraverso il fumo. Questo aiuta i vigili del fuoco a trovare le vittime in stanze piene di fumo. Le termocamere aiutano anche i vigili del fuoco a trovare il percorso migliore per attraversare ambienti pieni di fumo e/o in aree in cui gli incendi si sono già spenti, ma che presentano fumo residuo. Grazie alla capacità di misurare le temperature, i vigili del fuoco possono vedere se c’è un incendio acceso dietro ad una parete. Queste informazioni possono aiutarli ad evitare pericolosi “ritorni di fiamma”. La termocamera fornisce anche utili informazioni relative a quali parti di un incendio sono ancora calde. Tali parti necessitano di ulteriori azioni di estinzione, per prevenire una ripresa spontanea della combustione. Le termocamere possono aiutare a salvare la vita sia dei vigili del fuoco, sia delle persone intrappolate in un incendio. Possono anche essere utilizzate per ricerca e soccorso e altre missioni di salvataggio, in cui i vigili del fuoco sono spesso coinvolti.

Grazie alle economie di scala, Flir Systems può offrire le termocamere palmari della serie K ad un prezzo estremamente accessibile. Ogni mezzo antincendio può essere dotato di una termocamera Flir serie K, progettata per sopportare le più difficili condizioni operative. Può sopportare una caduta da 2 metri su un pavimento di cemento, ha una resistenza all’acqua IP67 e può funzionare a temperature fino a +85 °C.

Tutte le versioni della Serie K sono dotate di un rilevatore microbolometro senza manutenzione. Il modello Flir K50 produce nitide immagini termiche da 320 x 240 pixel. Gli utenti che non necessitano di una qualità di immagine così elevata possono scegliere Flir K40 che produce immagini termiche da 240 x 180 pixel. Entrambe le versioni offrono un ampio e luminoso display da 4″. Le diverse modalità colore rendono Flir serie K lo strumento perfetto per ogni vigile del fuoco.

Un’interfaccia utente semplice ed intuitiva permette di concentrarsi sul lavoro. I modelli della serie K sono controllabili utilizzando solamente i 3 tasti posti sopra l’unità. Ideale per le mani guantate di un vigile del fuoco. Le immagini termiche possono essere archiviate sulla termocamera per essere utilizzate in seguito per realizzare semplici report di quanto è accaduto in sito.

Flir Systems: www.flir.com/IT



Contenuti correlati

  • Webinar gratuiti dedicati alla termografia da Teledyne Flir

    Le termocamere non raffreddate o bolometriche sono diventate strumenti indispensabili in ambito edile e manutentivo, ma la termografia è in grado di fornire un importante supporto anche alla scienza e alla ricerca. Le termocamere utilizzate per questo...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • Trend Micro: l’80% delle aziende italiane si sente esposto ad attacchi ransomware, phishing e in ambito IoT

    Il 31% delle aziende italiane afferma che la valutazione del rischio è la principale attività nella gestione della superficie di attacco ma il 54% ritiene che i propri metodi di valutazione del rischio non siano abbastanza sofisticati....

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Flir termocamere oil&gas
    Ispezioni elettriche nell’Oil&Gas con le termocamere Flir

    Quando collegamenti e componenti elettrici si guastano inaspettatamente, il risultato potrebbe consistere in un fermo macchina non previsto, costose riparazioni, fermo di produzione, o in un aumento dei rischi di incendio a causa di cortocircuiti elettrici o...

  • Il 5G privato vola grazie alla security

    La prospettiva di una maggiore sicurezza e privacy guida lo sviluppo dei progetti di reti wireless 5G private. Lo rivela “Security Expectations in Private 5G Networks: A journey with partners”, l’ultimo studio Trend Micro, tra  i leader...

  • ProgettistaPiù 2023: una tecnologica ‘seconda pelle’

    Inventare, realizzare e validare robot indossabili innovativi, gli esoscheletri, sia per supportare gli operatori nel loro lavoro quotidiano, soprattutto quando si tratta di attività rischiose o faticose, oppure ai fini riabilitativi o ancora per potenziare specifici movimenti....

  • Cybersecurity: un bersaglio in movimento

    L’espansione della superficie di attacco dei sistemi industriali e l’evoluzione delle minacce informatiche richiedono una continua revisione del programma e delle policy di cybersecurity Leggi l’articolo

  • Sicurezza, prevenzione, efficienza

    Le soluzioni di Ascom sono state scelte per ottimizzare workflow e sicurezza nei siti produttivi italiani di Arkema situati a Rho e Porto Marghera Leggi l’articolo

  • Scambio di dati sicuro tra i mondi IT e OT

    I mondi della tecnologia operativa e dell’informatica sono sempre più collegati tra di loro e lo scambio dati è effettuato in sicurezza Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x