EtherNet/IP rafforza l’integrazione con dispositivi IO-Link

Pubblicato il 2 gennaio 2020

ODVA ha pubblicato degli aggiornamenti alla specifica The EtherNet/IP Specification, in cui spiega come integrare i dispositivi conformi all’IO-Link Communication Standard in architetture CIP. Grazie a queste funzionalità, consente una migliore connessione dei sensori e dei dispositivi IO-Link posti al livello più basso della rete, verso i controllori e i dispositivi EtherNet/IP posti al livello più alto della rete. “L’integrazione dei dispositivi IO-Link in CIP offre una comunicazione senza soluzione di continuità tra le fonti CIP e i dispositivi IO-Link attraverso l’intermediazione del master IO-Link, in tutto utilizzando l’hardware gli standard IO-Link” ha illustrato Al Beydoun, presidente e direttore esecutivo di ODVA.

La connettività di IO-Link su CIP reduce gli sforzi di ingegnerizzazione e facilita l’acquisizione di dati e informazioni, il che porta ad avere impianti connessi ed efficienti, in grado di soddisfare meglio le necessità che la convergenza fra IT e OT richiede a livello produttivo. I dispositivi IO-Link possono così essere riconosciuti dalla rete EtherNet/IP senza che l’utente si debba preoccupare della conversione dei dati.
Dal punto di vista di EtherNet/IP, un dispositivo IO-Link viene visto come un dispositivo CIP nativo connesso a una sotto-rete virtuale. Il master IO-Link fornisce la funzionalità CIP al dispositivo IO-Link, in modo trasparente per le applicazioni CIP di origine. Tutti e tre i tipi di comunicazione IO-Link (ciclica, aciclica e su evento) vengono mappate sulle tipologie di comunicazione CIP. La comunicazione da CIP ad IO-Link è possibile senza modifiche al master IO-Link e alle specifiche dispositivo standardizzate da IEC. La comunicazione diretta è consentita tramite una traduzione fra le fonti CIP e i dispositivi IO-Link attraverso l’intermediazione del master IO-Link. Tutti i dispositivi IO-Link vengono trattati come dispositivi target della connessione CIP (I/O Adapter) su una sotto-rete IO-Link virtuale.

ODVA sta continuando ad aggiornare EtherNet/IP per integrare nuove architetture di rete e metodi di comunicazione portati dall’avvento di Industry 4.0 e dell’Industrial Internet of Things. Oltretutto, gli sviluppi di EtherNet/IP in via di definizione cercano di soddisfare le esigenze di una migliore comunicazione industriale e di un migliore controllo, oggi come in futuro, delle industrie di processo e manifatturiere. Grazie all’ampia diffusione e all’uso standardizzato delle reti di comunicazione industriale, EtherNet/IP è ben posizionato per consentire l’ottimizzazione degli asset. Infine, la condivisione delle informazioni senza soluzione di continuità, come è oggi possibile fra dispositivi IO-Link ed EtherNet/IP, consente alle organizzazioni di essere più efficienti e interconnesse.



Contenuti correlati

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Si è tenuta a Bologna la giornata di lavori intitolata “Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?” organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza. “Nata nl 1959 come azienda famigliare, Lapp conta oggi più di...

  • Una pizza 4.0

    Le soluzioni smart di Eaton hanno reso la linea di produzione delle pizze fresche di Megic Pizza più sicura ed efficiente, sfruttando al meglio i vantaggi della digitalizzazione Leggi l’articolo

  • Competenze e tecnologia, un binomio inscindibile

    La difficoltà di reperire personale qualificato e la necessità di trattenere in azienda le migliori  competenze spingono sempre più aziende a investire in formazione e in nuove tecnologie al fine di mantenere la loro competitività. Si tratta di due trend che, in ambito...

  • A SPS Italia 2022, il successo delle soluzioni presentate da Panasonic Industry

    L’edizione 2022 di SPS Italia si conferma un successo per Panasonic Industry: più visite da parte dei costruttori di macchine e system integrator, mentre la fiera è cresciuta rispetto all’ultima edizione in presenza del 2019. Al centro dello...

  • Nuovi passacavi di icotek KEL-SCDP-TR 

    Con la piastra passacavi per foratura metrica KEL-SCDP-TR di icotek è possibile posare e sigillare singoli cavi senza connettori fino a un grado di protezione IP65 e secondo DIN EN 60529. La nuova variante KEL-SCDP-TR 63|5+1 consente...

  • A SPS Italia 2022, un tour immersivo per entrare in contatto con l’industria del futuro

    Un “viaggio nel futuro”: è quanto proporranno Oracle, Alfa Sistemi e il centro di formazione esperienziale LEF-Lean Experience Factory di McKinsey, a Pordenone, nella cornice di SPS Italia 2022. Si tratterà di un tour immersivo, sia virtuale...

  • Murrelektronik Vario-X
    La filosofia “Zero Cabinet” di Murrelektronik a SPS Italia

    Murrelektronik parteciperà a SPS Italia 2022 a Parma dal 24 al 26 maggio con un’ampia area espositiva dedicata alle sue proposte innovative, suddivisa in quattro corner: Engineering, Digital Transformation, Sostenibilità, Efficienza Energetica. Lo scopo di Murrelektronik è...

  • A SPS Italia 2022 il convegno Transizione 4.0: l’opportunità diventa un pericolo se…

    Transizione 4.0 rappresenta anche un pericolo? A quasi cinque anni dall’introduzione delle agevolazioni di Industria 4.0, gli Ingegneri dell’Informazione tracciano un bilancio sull’esperienza reale tra soluzioni di successo e gravi errori, che comportano sanzioni per le aziende che non...

  • Connettiamoci!

    Sono seduto all’aeroporto di San Diego. È l’inizio di marzo e sto seguendo la mia seconda conferenza post-pandemia in presenza… Leggi l’articolo

  • OPC UA, TSN, 5G: i protocolli dell’industria di domani

    La spinta verso l’interoperabilità e la connettività estesa tra macchine ha portato al rafforzamento di nuovi standard di comunicazione. Tecnologie convergenti come OPC UA e TSN, unite alla diffusione iniziale delle reti 5G, determinano una nuova frontiera...

Scopri le novità scelte per te x