Atlantic Technologies: manifattura e digitalizzazione al centro di “Manufacturing Stories 2024”

Modula, Biesse e Fedegari raccontano benefici e opportunità del percorso di trasformazione digitale intrapreso con l’azienda del Gruppo Engineering. Dati, integrazione dei sistemi e AI le opportunità per mantenere la competitività, aumentare la produttività e far evolvere la customer experience

Pubblicato il 2 aprile 2024

Si è tenuta la seconda edizione di “Manufacturing Stories 2024, l’evento realizzato da Atlantic Technologies, società del Gruppo Engineering specializzata nella consulenza CRM, ERP, EAM, HCM & Analytics con una forte esperienza nella pianificazione, progettazione e integrazione di sistemi informatici complessi principalmente per imprese private. Una giornata di lavori per fare il punto con gli attori del settore sulle opportunità offerte dal digitale e dalle tecnologie all’avanguardia come l’Intelligenza Artificiale per portare innovazione al mondo della manifattura, tra i settori più strategici per l’economia del Paese.

L’evento

Ad aprire i lavori Angela Colucci, Vice President Strategy & Business Development di Atlantic Technologies (in foto), che ha sottolineato come la data strategy, l’integrazione dei sistemi e l’AI siano le leve su cui puntare per la crescita:

“Le aziende della manifattura si trovano di fronte a una fase cruciale in cui l’innovazione diventa ancora di più il fulcro per rimanere competitivi sul mercato domestico e su quello internazionale. Per restare al l passo con i cambiamenti rapidi del mercato e le sfide emergenti, le imprese non potranno più prescindere da una strategia basata sui dati per migliorare l’efficienza operativa e per prendere decisioni empiriche; dall’integrazione dei sistemi aziendali per efficientare il coordinamento tra i vari reparti e garantire un’esperienza cliente ancora più personalizzata e dall’AI per massimizzare produttività e ridurre al contempo i costi”.

Modula, Biesse e Fedegari: tre casi di successo

Al centro della giornata le storie di tre aziende simbolo del “Made in Italy” esportato nel mondo – Modula, Biesse e Fedegari – che Atlantic Technologies ha accompagnato nella loro trasformazione digitale che hanno raccontato come il digitale abbia impresso una nuova spinta ai propri processi di business.

Il percorso di trasformazione

Massimiliano Gigli, CEO & Market Operations Director di Modula, ha raccontato di fronte ad una platea di esponenti del mondo della manifattura e industriale, il progetto e gli obiettivi alla base del loro importante percorso di trasformazione. L’azienda progetta e produce magazzini automatici verticali, soluzioni di picking e software WMS per aziende di ogni settore e dimensione.

Un’estesa gamma di modelli diversi per dimensione, portata e tipologia si traduce in un’ampia configurabilità di prodotto per poter rispondere alle diverse esigenze di ciascun cliente. L’importante crescita sul mercato domestico e oltreconfine e le nuove necessità di business hanno portato Modula a cambiare il proprio CRM in favore di una soluzione – quella di Salesforce – tecnologicamente innovativa, flessibile e scalabile nel tempo.

“Alla base del nostro percorso di trasformazione un preciso obiettivo: dotarci di una piattaforma moderna, in grado accogliere e di unificare tutte le nostre informazioni di processi e procedure per supportare a tutto tondo le attività di sales, marketing e customer service. È un progetto pervasivo che richiede un’approfondita analisi dell’esistente da una parte, ma soprattutto un importante coinvolgimento delle persone senza le quali non potremmo cogliere tutte le opportunità abilitate dalla soluzione che stiamo implementando. La tecnologia ha bisogno della partecipazione di tutti e il percorso di change management avviato con Atlantic Technologies è stato fondamentale” ha sottolineato Gigli.

Biotech e farmaceutica

È stata poi la volta di Matteo Mazzola, Group Customer Service Director di Fedegari, attivo a livello mondiale nella fornitura di soluzioni integrate altamente personalizzate per l’industria biotech e farmaceutica. Con oltre 70 anni di esperienza nella progettazione e produzione di macchinari di processo per la produzione di farmaci sterili e dispositivi medici, la missione dell’azienda è quella di supportare i propri clienti condividendo la propria profonda competenza sulla sterilizzazione e bio-decontaminazione, per contribuire significativamente alla produzione delle terapie più efficaci.

L’azienda opera in 100 paesi in tutto il mondo con 4 hub e 7 filiali per più di 700 dipendenti, ha scelto Atlantic Technologies per intraprendere un percorso di digitalizzazione che la portasse ad agevolare i processi di vendita, grazie a una visione customer oriented sviluppando ulteriormente il dialogo post-vendita e di assistenza tecnica.

Con l’aiuto di Atlantic Technologies e delle potenzialità di Salesforce, Fedegari ha ottimizzato la capacità di analisi – e di conseguenza le vendite – e ha definito parametri innovativi che in passato non potevano essere perseguiti. Con Sales Cloud oggi viene gestito l’intero processo di vendita tenendo conto delle peculiarità e complessità dell’industria farmaceutica per un approccio di fornitura personalizzata chiavi in mano. Il risultato è che tutta la forza vendita ha una conoscenza approfondita di ciascun cliente potendo accedere alle informazioni sulle attività svolte a livello mondiale.

I vantaggi

Grazie a Service Cloud, l’azienda ha ulteriormente efficientato l’assistenza tecnica a livello globale. Lo scambio di informazioni tra tutti i soggetti coinvolti è molto più rapido e immediato, con un notevole risparmio di risorse. Infine, con Field Service Lightning, i tecnici che operano sul campo hanno la possibilità di consultare la documentazione dell’impianto, la storia degli interventi precedenti e sapere se lo stesso problema si è già presentato in altri impianti e come è stato risolto. Anche Fedegari ha scelto il percorso di Change Management di Atlantic Technologies per attivare l’innovazione a partire dalle persone.

“L’obiettivo di Fedegari è di affiancare le aziende che ci scelgono, in qualità di partner strategico con un’approfondita conoscenza di ciascun cliente e dei settori in cui operano, con particolare accento al know how legato ai principi della sterilizzazione. Solo in questo modo possiamo essere in grado di mettere a fattor comune tutte le esperienze e i progetti realizzati nel mondo per offrire le migliori soluzioni disponibili oggi sul mercato” ha sottolineato Mazzola. “Per farlo non possiamo prescindere da una strategy chiara e pervasiva. Questo ci da’ la possibilità di coniugare tempo e risorse per dedicarle in modo esclusivo alle esigenze del nostro cliente”.

Automazioni “su misura”

A concludere la giornata il racconto di Biesse, azienda internazionale, punto di riferimento nelle tecnologie per la lavorazione di legno, vetro, pietra, plastica e materiali compositi in grado di realizzare automazioni “su misura” per i principali produttori di arredamenti, serramenti, componenti per l’edilizia, nautica e aerospaziale.

Con 12 impianti produttivi, 20 showroom, più di 4.400 dipendenti ed un esteso network di distributori internazionali, l’azienda aveva la necessità di dotarsi di una piattaforma unica, accessibile da tutto il mondo, in cui far confluire i processi interni ed esterni: dalla gestione della forza vendita, passando dalla comunicazione e marketing, fino al servizio di assistenza clienti e di field service. Atlantic Technologies ha implementato Salesforce un nuovo CRM innovativo ed efficiente che, rispondendo alle ben definite necessità di Biesse, dà accesso – contemporaneamente a 1.200 utenti nel mondo, dati sempre aggiornati in tempo reale.

Oltre a essere pensato in ottica customer-oriented e a fornire una visione completa e in tempo reale della relazione con il cliente, la soluzione su base Service Cloud e Field Service Lightning consente di gestire agevolmente e in mobilità tutte le attività legate al service: pianificazione, apertura ticket, interventi, interazione con help desk, ecc. e di prevedere le esigenze dei clienti, anticipando la loro chiamata. Il progetto service ha connesso 800 utenti alla piattaforma Salesforce.

Paolo Magini, IT Application Delivery Manager di Biesse ha commentato: “Gestiamo linee di prodotti altamente configurabili, in più logistica e installazioni che arrivano in tutto il mondo. A questo si aggiungono le attività e il supporto post-vendita. Il digitale ci aiuta ad essere all’interno di ciascuno di questi processi in modo coerente perché connette tutti gli attori coinvolti ovunque si trovino e facilita il fluire delle informazioni lungo tutta la catena del valore”.



Contenuti correlati

  • La Protec ally Consulting
    ally Consulting affianca La Protec nella transizione digitale verso la Business Intelligence

    ally Consulting, società specializzata in consulenza IT e soluzioni smart per l’impresa 4.0, affianca La Protec, azienda italiana che si occupa di progettazione e produzione di sistemi di filtrazione, protezioni e accessori ad alta tecnologia per macchine...

  • CRM Impact: come accelerare l’innovazione aziendale

    Si è tenuto presso B4i – Bocconi for Innovation, l’innovation hub dell’Università Bocconi,  “CRM IMPACT – Open Collaboration Edition” l’evento organizzato da Exelab, il primo system integrator enterprise di HubSpot in Italia, in cui esperti, imprese, giornalisti e istituzioni discutono...

  • Exelab: finalizzata l’acquisizione di The Client Group

    Exelab, il primo System Integrator Enterprise di HubSpot, colosso americano specializzato in ambito CRM e Marketing Automation, consolida il suo percorso di crescita attraverso l’acquisizione del 100% della partecipazione di The Client Group, società specializzata in data...

  • AI generativa, la rivoluzione che cambierà il mondo

    L’Intelligenza Artificiale Generativa sta suscitando un enorme interesse grazie alla sua rapida diffusione e alle sue promettenti applicazioni. Dagli sviluppi tecnologici ai temi controversi riguardanti etica, proprietà intellettuale e impatti sul lavoro, i nodi da sciogliere e...

  • Field service management, l’impatto sul customer service

    Soprattutto per le imprese manifatturiere, i servizi di assistenza in loco, per eseguire interventi di installazione, manutenzione o riparazione, costituiscono una componente importante del customer service. Razionalizzare e ottimizzare questi servizi postvendita aumenta il grado di soddisfazione...

  • Wine Tech Symposium 2023

    Vino e tecnologia: la nuvola dell’innovazione digitale è il motore essenziale per far evolvere l’enoturismo in un’esperienza progettuale e migliorare le performance legate alle vendite dirette al consumatore. L’enoturismo diventa sempre meno casuale e si trasforma in...

  • Nuovo magazzino automatizzato in Polonia inaugurato da Sofidel

    Sofidel, gruppo cartario italiano leader nella produzione di carta per uso igienico e domestico, noto in particolare in Italia e in Europa per il brand Regina, ha inaugurato un magazzino automatizzato nel proprio stabilimento di Ciechanów, in Polonia. Il...

  • Competenze, Open Innovation e tecnologia trainano la supply chain

    200 spettatori live e 100 utenti connessi da remoto tra esperti, aziende, innovation factory, manager, consulenti e professionisti della supply chain: chiude con questi numeri IungoForum 2023, evento dedicato alle innovazioni tecnologiche del settore tenutosi nei giorni...

  • Intelligenza Artificiale, Italia 1° Paese UE per progetti realizzati nella PA

    Dal 2010 al 2021 i progetti di Intelligenza Artificiale nelle PA europee hanno registrato un’importante crescita, passando da 26 a 148 all’anno, per un totale di 637 progetti mappati, tra implementati (41%), in corso (27%) e iniziative...

  • Una stretta collaborazione

    Il produttore di linee di trasporto I.DE era in cerca di una soluzione completa per la trasmissione di potenza e il controllo elettronico della sezione di un suo impianto: Bonfiglioli si è rivelata l’azienda giusta con cui collaborare...

Scopri le novità scelte per te x