Exelab: finalizzata l’acquisizione di The Client Group

Pubblicato il 28 febbraio 2024

Exelab, il primo System Integrator Enterprise di HubSpot, colosso americano specializzato in ambito CRM e Marketing Automation, consolida il suo percorso di crescita attraverso l’acquisizione del 100% della partecipazione di The Client Group, società specializzata in data management, business process optimization e AI, che grazie a un approccio cliente-centrico e a metodologie proprietarie trasforma i dati in insight per i propri clienti.

Fondata nel 2021 da Andrea Carbone, imprenditore ed esperto nel digitale, The Client Group è una startup innovativa nata con l’obiettivo di aiutare i clienti a ottimizzare la gestione delle proprie risorse in ambito marketing, sales e customer service attraverso l’analisi dei dati, l’identificazione di opportunità e minacce e l’ottimizzazione dei processi di business e della customer experience. La società ha portato molte aziende a modificare il proprio approccio al cliente, lavorando sulla rimodulazione delle strutture a silos che non permettono più di soddisfare le esigenze dei consumatori e adottando strategie più adatte alle dinamiche di mercato attuali. L ’acquisizione di The Client Group da parte di Exelab mira a potenziare e accelerare questo processo, semplificando alle aziende il raggiungimento dei propri obiettivi di business combinando all’analisi e alla progettazione strategica, la capacità di realizzare soluzioni tecnologiche a supporto dei processi di business, attraverso l’adozione di piattaforme come HubSpot, Twilio e Asana,  con processi agili e in linea con le esigenze di flessibilità che il contesto economico e geopolitico attuale impone. Una scelta credibile anche grazie a un team di professionisti specializzati in CRM e di ingegneri esperti in soluzioni cloud-based per la creazione di sistemi scalabili ed efficienti.

L’acquisizione è parte del piano strategico di Exelab, che continua ad investire in Ricerca e Sviluppo (circa un quarto del proprio fatturato nel 2023) con l’obiettivo di rafforzare il proprio posizionamento di System Integrator orientato al business con alta specializzazione in ambito CRM, aree che accomunano quindi le due società e soprattutto permetterà ad Exelab di proseguire la sua crescita. Exelab è infatti una delle 500 aziende italiane presenti nella classifica “Leader della crescita 2024”, realizzata da Sole 24 Ore e Statista, grazie alla crescita del 114% registrata nel periodo 2019-2022 che la posiziona al trentesimo posto.

“Questa acquisizione è in linea con il percorso di crescita intrapreso da Exelab ed è un’ulteriore riprova della solidità e dell’efficacia del nostro modello di business – ha dichiarato Emanuele Caronia, founder e CEO di Exelab (nella foto) –.  Questo passaggio, insieme al fatto di essere il primo partner HubSpot con una provata capacità tecnologica in ambito enterprise, alle partnership con Twilio e Asana, ai significativi investimenti in ricerca e sviluppo, testimonia il nostro impegno nel voler generare impatto positivo per le aziende con le quali lavoriamo. La sinergia con The Client Group consente ad Exelab di rafforzare il proprio posizionamento di partner tecnologico attento alle priorità del business. Le competenze sinergiche e la cooperazione tra le due società consentiranno una crescita significativa del ritorno sugli investimenti per i nostri clienti”.

“ Siamo orgogliosi del percorso che ci ha portato a questa acquisizione e del piano strategico che vede in The Client Group un protagonista nella crescita di Exelab – ha affermato Andrea Carbone, founder e CEO di The Client Group e Managing Director di Exelab – Il piano di investimenti in Ricerca e Sviluppo di Exelab consentirà di rafforzare la nostra posizione di partner strategico per la crescita delle aziende italiane e ci permetterà di aumentare le nostre capacità di realizzare soluzioni sempre più innovative in ambito Data e Intelligenza Artificiale”.



Contenuti correlati

  • Darren West SAP economia circolare
    La gestione intelligente dei dati supporta l’economia circolare e gli obiettivi Net Zero

    di Darren West, product expert Circular Economy di SAP La connessione tra emissioni net zero ed economia circolare è supportata dalla ricerca. Quando si tratta di ridurre i gas serra, ci si concentra soprattutto sul miglioramento dell’efficienza...

  • La Space Economy è pronta a decollare

    L’Economia dello Spazio, definita dall’OCSE come un complesso di attività che generano valore e vantaggi attraverso l’esplorazione, la ricerca e l’utilizzo dello Spazio, si estende su un’ampia gamma di settori. Da un lato si concentra su tutto...

  • sicurezza AI Axitea
    AI e sicurezza: come prevenire gli infortuni sul lavoro

    Di Marco Bavazzano, Amministratore Delegato di Axitea Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle...

  • AI per le intranet: uno strumento che integra e potenzia le capacità umane, senza sostituirle

    Già da tempo l’intelligenza artificiale fa parte della nostra vita quotidiana ed è usata da moltissime aziende, in Italia e nel mondo. Gli algoritmi intelligenti sono capaci di apprendere ed elaborare le informazioni e suggeriscono alle persone...

  • MCMA di primavera: 4.0 e AI per la manutenzione

    Manca poco all’appuntamento con MCMA Bergamo, evento per la Manutenzione Industriale e Asset Management,  in programma il 17 aprile alla Fiera di Bergamo. In Italia il mercato dell’intelligenza artificiale cresce in maniera energica. Nel 2023 segna un +52%, raggiungendo il valore...

  • AI verso un futuro più ‘umano’ e sostenibile

    Creare dei microprocessori in grado di replicare i sistemi di apprendimento biologico, così da rendere l’intelligenza artificiale più flessibile, efficiente e sostenibile anche dal punto di vista ambientale. È questa la sfida lanciata da un gruppo internazionale...

  • AI: argomento di discussione globale

    Un’intelligenza artificiale affidabile può reinventare le aziende e contribuire a risolvere le sfide globali “Vago ma eccitante”. Queste parole sono state l’eufemismo del XX secolo, scarabocchiate a margine del famoso articolo di Tim Berners-Lee del 1989 in...

  • Nuove frontiere per robotica e AI

    Marc Segura, presidente della Divisione Robotics di ABB, individua tre fattori trainanti per le soluzioni di AI guidate dalla robotica “Il 2024 vedrà una crescente attenzione relativamente al ruolo dell’AI. Da robot mobili e cobot, all’abilitazione di...

  • AI e sicurezza fisica: come prevenire gli infortuni sul lavoro secondo Axitea

    Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle misure da intraprendere per evitare che tali...

  • PwC: nel 2028 il mercato dell’AI nel settore alimentare varrà 43,4 miliardi di dollari

    Sono queste alcune evidenze della ricerca realizzata dal Team Innovation di PwC Italia sugli usi e le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale Generativa nell’industria alimentare. PwC stima che il valore del mercato dell’AI nell’industria alimentare mondiale raggiungerà $43,4 miliardi...

Scopri le novità scelte per te x