5 mosse per mettere al sicuro le organizzazioni sanitarie

Una strategia di difesa efficace non deve soddisfare solo i nuovi requisiti normativi, ma affrontare il problema anche da un punto di vista tecnico

Pubblicato il 20 luglio 2016

L’utilizzo delle tecnologie mobile, social e cloud in ambito sanitario sta crescendo a un ritmo sempre più vertiginoso. Questo rende la salvaguardia delle preziose informazioni sanitarie sempre più impegnativa, in un contesto dove i fornitori di applicazioni sanitarie stanno introducendo nuove tecnologie che connettono gli studi medici a ospedali, ambulatori, laboratori clinici, farmacie e pazienti.

I wearable in ambito sanitario inoltre, veri e propri dispositivi medici connessi a Internet, stanno complicando ulteriormente l’ecosistema tecnologico. Ogni singolo device collegato alla rete di un’organizzazione è un eventuale porta di ingresso per i cybercriminali ed è quindi un fattore di rischio per la perdita o la violazione di dati. Per questo le organizzazioni sanitarie devono affrontare oggi una sfida importante, quella di proteggere le informazioni, indipendentemente da come i loro utenti, dipendenti, medici, fornitori o pazienti si connettono alla rete e come la utilizzano.

Non bastassero le criticità legate alla sicurezza, le organizzazioni sanitarie devono rispettare requisiti sempre più complessi legati alla privacy e alla sicurezza dei dati sensibili dei pazienti. Queste organizzazioni devono aumentare la sicurezza dei loro sistemi, ma spesso non dispongono delle risorse finanziarie e umane necessarie per implementare la sicurezza delle nuove tecnologie. Molte aziende si concentrano sul rispetto delle norme ma non attuano programmi completi per la sicurezza delle informazioni e il rispetto delle normative non necessariamente rende un ambiente sicuro o immune alle violazioni. Le organizzazioni hanno quindi bisogno di soluzioni che coprano tutti gli aspetti legati all’utilizzo delle nuove tecnologie, ma anche di quelle datate e insostituibili.

5 mosse per mettere al sicuro le organizzazioni sanitarie:

1. Mantenere i sistemi legacy sicuri, con aggiornamenti periodici delle patch o con sistemi di Virtual Patching
2. Salvaguardare i portali dei pazienti e dei data center
3. Individuare e prevenire le violazioni
4. Proteggere i dati dei pazienti in movimento e a riposo, su tutti i device (mobili, elettromedicali, wearable etc.)
5. Soddisfare le esigenze di conformità dei vari standard internazionali

Le soluzioni Trend Micro aiutano le organizzazioni sanitarie a migliorare il loro approccio alla sicurezza e affrontano molti dei requisiti di sicurezza delle diverse normative, fornendo più livelli di protezione per tutti i device, data center, cloud e reti. Le soluzioni di sicurezza Trend Micro sono in grado di monitorare, difendere, analizzare e adattarsi ai nuovi livelli di sicurezza richiesti durante o dopo un attacco e consentono alle organizzazioni di proteggersi contro i rischi alla sicurezza tipici di un ambiente sanitario.

In foto: Gastone Nencini, Country Manager Trend Micro Italia 



Contenuti correlati

  • Gowan Italia sceglie Seneca per il monitoraggio degli eventi sismici

    Un sistema di monitoraggio sismico fornisce dati oggettivi sugli effetti di un terremoto su beni e infrastrutture rendendo possibile la tutela di vite umane, la gestione in tempo reale di sistemi di prevenzione e allarme, la rapida...

  • Cybersecurity: Bitdefender proteggerà la Scuderia Ferrari

    Bitdefender ha siglato un accordo di collaborazione pluriennale con Ferrari per diventare partner globale per la cybersecurity della nota Scuderia. “Siamo lieti di intraprendere questa nuova partnership con Bitdefender, con cui condividiamo valori come il massimo livello...

  • Clusit premia le migliori Tesi 2021 sulla Cyber Security

    È stato assegnato da parte di Clusit, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, il Premio Tesi ai cinque studenti che maggiormente si sono distinti nell’“Innovare la sicurezza delle informazioni”: è questo, infatti, il tema che contraddistingue l’iniziativa...

  • Cinque miti da sfatare sulla sicurezza dei container

    L’open source è alla base della maggior parte delle tecnologie innovative, come l’intelligenza artificiale e machine learning, l’edge computing, il serverless computing e, non ultima, la containerizzazione. Come in ogni settore dell’IT, la questione della sicurezza non...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • Scuola e digitalizzazione: il primo Privacy Debate Championship

    Mostrare immagini molto personali o intime di sé è un diritto che va regolamentato e protetto? Non pagare un servizio online ma cedere i propri dati è uno scambio accettabile? Un’AI può essere meglio di una persona...

  • Trend Micro: l’80% delle aziende italiane si sente esposto ad attacchi ransomware, phishing e in ambito IoT

    Il 31% delle aziende italiane afferma che la valutazione del rischio è la principale attività nella gestione della superficie di attacco ma il 54% ritiene che i propri metodi di valutazione del rischio non siano abbastanza sofisticati....

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Il 5G privato vola grazie alla security

    La prospettiva di una maggiore sicurezza e privacy guida lo sviluppo dei progetti di reti wireless 5G private. Lo rivela “Security Expectations in Private 5G Networks: A journey with partners”, l’ultimo studio Trend Micro, tra  i leader...

  • ProgettistaPiù 2023: una tecnologica ‘seconda pelle’

    Inventare, realizzare e validare robot indossabili innovativi, gli esoscheletri, sia per supportare gli operatori nel loro lavoro quotidiano, soprattutto quando si tratta di attività rischiose o faticose, oppure ai fini riabilitativi o ancora per potenziare specifici movimenti....

Scopri le novità scelte per te x