Tavola rotonda Api su autonomia e opportunità per le imprese

Pubblicato il 30 giugno 2017

Autonomia e opportunità per le imprese: questo il focus della tavola rotonda organizzata da Api, che si è tenuta il 28 giugno a Palazzo Pirelli. Protagonisti i consiglieri della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, Alessandro Alfieri, e Paolo Galassi, presidente Api (nella foto). Fabio Rubini, redattore di “Libero” ha moderato l’incontro.

Il dibattito sull’autonomia è un’opportunità per un confronto su un tema di grande attualità che coinvolge il futuro della manifattura lombarda. Per conoscere il pensiero delle imprese associate è stato promosso un sondaggio realizzato dall’ufficio studi dell’Associazione. Ma cosa hanno risposto le imprese? Alla domanda “Pensa che andrà a votare al referendum consultivo del 22 ottobre 2017?” il 65% ha espresso parere favorevole, il 13% negativo e il 22% non ha ancora preso una decisione in merito. Le motivazioni più frequenti espresse dalla maggioranza sono strettamente correlate a: la volontà di esprimere il voto, dare il proprio contributo per inviare un segnale chiaro alla politica, far sì che vi sia una maggiore attenzione alle necessità della Regione più produttiva d’Italia. I contrari, viceversa, dichiarano di non credere che il referendum sia la strada giusta per l’autonomia o nella politica in generale.

Alla domanda: “A suo parere il conferimento di maggiori poteri, competenze e risorse al Pirellone rappresenta un’opportunità per le imprese?” il 74% ha risposto , il 4% no e il 22% non so. Un ulteriore approfondimento evidenzia come il 38% dei sostenitori del sì ritenga fondamentale che ci sia equità nel gettito tra risorse generate per lo Stato e risorse da investire nel territorio, il 21% aumenterebbe i fondi destinati al miglioramento delle infrastrutture, il 18% ritiene che la Lombardia sia sempre stata una Regione virtuosa, il 13% vorrebbe un aumento dei fondi destinati alle imprese e, infine, l’8% si orienta verso una riduzione delle imposte regionali. Tra i pareri negativi, invece, c’è chi sostiene che si creerebbero le condizioni per generare conflitti tra Stato e Regione o chi chiede lo sviluppo di una politica industriale.

Infine, è stato chiesto alle imprese che hanno partecipato al sondaggio di esprimersi in merito alle azioni prioritarie che la Regione Lombardia dovrebbe mettere in atto, qualora acquisisse ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia. Il 47% del panel ha indicato una diminuzione delle imposte regionali come prima iniziativa, il 34% richiede che siano aumentati i fondi per le imprese e il 19% ritiene che si dovrebbe investire nel miglioramento delle infrastrutture.

Al termine della tavola rotonda, Api ha conferito l’onorificenza “PMI X 100” alle imprese associate che, da oltre 100 anni, contribuiscono allo sviluppo economico e sociale del Paese e in particolare della Lombardia. Le imprese centenarie sono una piccola percentuale rispetto al totale di quelle attive sul territorio italiano, è importante sostenerle e valorizzarle per tutelare un know how che ha saputo innovarsi nel tempo e adattarsi con successo ai cambiamenti. Inoltre ha conferito il riconoscimento di “Socio Storico Api” per dare merito alle imprese che sono associate da oltre 45 anni.



Contenuti correlati

  • Smart city, il futuro è alle porte?

    Funzionamento e competitività delle città non dipendono solo dalle infrastrutture materiali ma anche dalla disponibilità e dalla qualità delle infrastrutture dedicate alla comunicazione e alla partecipazione sociale Leggi l’articolo

  • Come evolverà l’automazione?

    Una tavola rotonda per capire quali sono ‘I trend dell’automazione: dal tutto integrato a… pensiamo al futuro’ Leggi l’articolo

  • I servizi che ‘piovono’ dal cloud – Parte I

    Alimentati dalla quantità di dati raccolti grazie alle tecnologie IIoT (Industrial Internet of Things), sono moltissimi i servizi che le aziende possono sfruttare per ottimizzare internamente prodotto, processo e innovazione ed evolvere il rapporto con clienti e...

  • Edge e Cloud Computing…

    …un vantaggio strategico per ridefinire le modalità in cui un’azienda può sviluppare i suoi servizi, fornirli ai suoi clienti e gestire in modo efficiente le sue operazioni. Ne parliamo con le aziende Leggi l’articolo

  • La cybersecurity nell’era IoT

    Come cambia la gestione della sicurezza informatica nell’era dell’Internet delle Cose? Lo abbiamo chiesto a varie aziende del settore dell’automazione Leggi l’articolo

  • Convegno CNA al Fuorisalone di Milano

    In occasione dell’evento Manifattura 4.0 organizzato per la Milano Design Week da CNA, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, il 7 aprile si è svolto negli spazi di Base il convegno a tema...

  • Marcia indietro

    Si chiama fenomeno ‘reshoring’ ed è la scelta delle aziende di riportare in patria il lavoro che avevano delocalizzato. Cosa ne pensano le aziende dell’automazione? Leggi l’articolo

  • L’analisi tanto attesa

    Vediamo qui i vantaggi che si possono ottenere con la Big Data analysis, nonché gli strumenti a disposizione e le modalità con cui trasformare i dati in decisioni utili al business Leggi l’articolo

  • Le eccellenze del manifatturiero marchigiano a confronto ad Ancona

    Il 22 febbraio, ad Ancona, le eccellenze Made in Italy marchigiane si sono espresse nel corso della tavola rotonda “Le 4 A del Made in Italy nel distretto marchigiano: abbigliamento, arredamento, alimentare e automazione”. Un incontro organizzato...

  • Lavorare ‘mobile’: potenzialità e criticità

    Il lavoro sta cambiando volto insieme all’affermarsi nel mondo industriale di concetti come Industry 4.0, dove connessione e interattività sono considerati punti nodali: vediamo i vantaggi della ‘mobility’ Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x