TSN: intervista a Prof. Federico Tramarin, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

Pubblicato il 3 dicembre 2021

Automazione Oggi intervista Federico Tramarin, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, autore di diverse pubblicazioni sul tema delle reti industriali, Industrial Ethernet, TSN (Time-Sensitive Networking), reti wireless ecc.

Le radicali trasformazioni innescate dal paradigma dell’Industria 4.0 hanno rimodellato drasticamente i requisiti dei sistemi di controllo e comunicazione all’interno dei sistemi della fabbrica del futuro. Le fragilità dovute all’eterogeneità delle tecnologie di interconnessione di sensori, attuatori e controllori nei livelli più bassi della piramide dell’automazione, insieme alle difficoltà di integrazione verticale dei sistemi, entrambe derivanti dalla storica “guerra dei fieldbus”, sono state ulteriormente indebolite da questo nuovo paradigma.

I requisiti provenienti sia dall’Industria 4.0 che dall’Industrial IoT, come la coesistenza di traffico critico (sia in termini temporali che di sicurezza funzionale) con quello best effort, la necessità di una maggiore integrazione orizzontale e verticale, e l’interoperabilità tra Information Technology (IT) e Operational Technology (OT), hanno favorito la volontà di definire sottosistemi di comunicazione innovativi. Negli ultimi anni, il gruppo di lavoro IEEE 802.1 ha definito un ampio set di standard, noto come Time Sensitive Networking (TSN), che mira a rimodellare lo standard Ethernet per supportare il traffico critico in termini di tempo, missione e sicurezza.

Durante l’intervento intitolato “Le potenzialità della tecnologia TSN nell’Industria 4.0: dalla convergenza dei flussi di dati all’Industrial IoT”, in programma il 28 gennaio 2022, dalle ore 9:00, durante la sessione “Iperconnettività o cybersecurity… per non cadere nella rete”, dedicata alle reti industriali, del convegno ProgettistaPiù, il Prof. Tramarin fornirà una panoramica completa dell’attività di standardizzazione che ha portato alla definizione di TSN, contestualizzandolo nel complesso panorama tecnologico industriale esistente.

Inoltre, considerato che le tecnologie wireless forniscono una flessibilità sufficiente per supportare le applicazioni IIoT avanzate e mobili, si farà anche un accenno alla possibile estensione della tecnologia TSN anche nell’ambito delle reti Wi-Fi.

 



Contenuti correlati

  • ProgettistaPiù: fai il pieno di tecnologia  

    Conto alla rovescia per Progettistapiù, il primo convegno digitale sui sistemi e componenti per la progettazione industriale organizzato da Quine Business Publisher e TraceParts. Dal 25 al 28 gennaio 2022 sarà infatti possibile partecipare al convegno in...

  • FP-I4C, l’IIoT gateway di Panasonic pensato per portare il valore dei dati dove servono

    Il requisito chiave della trasformazione digitale è la convergenza tra l’Information Technology (IT) e l’Operation Technology (OT), in cui i dati “utili” generati dai dispositivi intelligenti a bordo macchina devono essere aggregati con i dati del sistema...

  • Innovativa soluzione di Moxa per la nuova generazione di reti TSN

    Moxa Inc. ha annunciato una collaborazione con Intel Corporation e Port Industrial Automation GmbH per sviluppare una piattaforma che dimostri la prima soluzione di networking TSN avanzata da applicazione ad applicazione, dove il fattore tempo e il...

  • Alleantia e Software AG creano la soluzione di Industrial IoT nativamente integrata con il business

    Software AG e Alleantia annunciano una collaborazione attraverso la quale forniranno una soluzione nativamente integrata, low code e plug and play per collegare qualsiasi macchina industriale e impianto di produzione alla piattaforma Cumulocity IoT e alle sue applicazioni...

  • PI Italia: Automazione Oggi intervista Giorgio Santandrea

    Parliamo di Profibus, Profinet e IO-Link. Automazione Oggi intervista Giorgio Santandrea, presidente di Consorzio PI Italia, Profibus e Profinet Italia, emanazione di PI International, l’associazione che si occupa della promozione e sviluppo di queste tecnologie di rete a livello...

  • Sensori: intervista al prof. Vittorio Ferrari – Università di Brescia

    Automazione Oggi intervista il prof. Vittorio Ferrari, professore di Elettronica – coordinatore del gruppo Sensori Microsistemi e Elettronica, del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione all’Università degli Studi di Brescia, su una nuova generazione di sensori senza fili e...

  • CC-Link IE TSN: Automazione Oggi intervista CC-Link Partner Association

    Automazione Oggi intervista Alberto Griffini, portavoce di CC-Link Partner Association. Dai oltre 20 anni CLPA si occupa della promozione e dello sviluppo della famiglia di reti aperte per la comunicazione industriale CC-Link. L’associazione ha recentemente registrato crescite annuali...

  • Sensori: intervista a Marco Vecchio, Anie Automazione

    Automazione Oggi intervista Marco Vecchio, segretario di Anie Automazione. La fabbrica interconnessa è la condizione essenziale per l’Industria 4.0. Ogni sensore, ogni macchina e tutte le persone coinvolte possono comunicare tra loro in qualunque momento. Questo scambio...

  • Sensori ad alta tecnologia per i cracker tipici svedesi

    In tutta Europa, gli alimenti tipici sono sempre più spesso sinonimo di cultura del territorio ed eccellenza nella produzione. I cracker tondi, propri della tradizione alimentare svedese, hanno trovato nella tecnologia sensoristica di IFM un nuovo alleato...

  • Wireless: intervista a Prof. Roberto Verdone, Università di Bologna, Direttore WiLab

    Automazione Oggi intervista Roberto Verdone, Professore Ordinario del DEI – Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione, dell’Università di Bologna, e Direttore del WiLab, Laboratorio Nazionale di ricerca sulle comunicazioni wireless facente capo al Cnit, il Consorzio...