TSN: intervista a Prof. Federico Tramarin, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

Pubblicato il 3 dicembre 2021

Automazione Oggi intervista Federico Tramarin, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, autore di diverse pubblicazioni sul tema delle reti industriali, Industrial Ethernet, TSN (Time-Sensitive Networking), reti wireless ecc.

Le radicali trasformazioni innescate dal paradigma dell’Industria 4.0 hanno rimodellato drasticamente i requisiti dei sistemi di controllo e comunicazione all’interno dei sistemi della fabbrica del futuro. Le fragilità dovute all’eterogeneità delle tecnologie di interconnessione di sensori, attuatori e controllori nei livelli più bassi della piramide dell’automazione, insieme alle difficoltà di integrazione verticale dei sistemi, entrambe derivanti dalla storica “guerra dei fieldbus”, sono state ulteriormente indebolite da questo nuovo paradigma.

I requisiti provenienti sia dall’Industria 4.0 che dall’Industrial IoT, come la coesistenza di traffico critico (sia in termini temporali che di sicurezza funzionale) con quello best effort, la necessità di una maggiore integrazione orizzontale e verticale, e l’interoperabilità tra Information Technology (IT) e Operational Technology (OT), hanno favorito la volontà di definire sottosistemi di comunicazione innovativi. Negli ultimi anni, il gruppo di lavoro IEEE 802.1 ha definito un ampio set di standard, noto come Time Sensitive Networking (TSN), che mira a rimodellare lo standard Ethernet per supportare il traffico critico in termini di tempo, missione e sicurezza.

Durante l’intervento intitolato “Le potenzialità della tecnologia TSN nell’Industria 4.0: dalla convergenza dei flussi di dati all’Industrial IoT”, in programma il 28 gennaio 2022, dalle ore 9:00, durante la sessione “Iperconnettività o cybersecurity… per non cadere nella rete”, dedicata alle reti industriali, del convegno ProgettistaPiù, il Prof. Tramarin fornirà una panoramica completa dell’attività di standardizzazione che ha portato alla definizione di TSN, contestualizzandolo nel complesso panorama tecnologico industriale esistente.

Inoltre, considerato che le tecnologie wireless forniscono una flessibilità sufficiente per supportare le applicazioni IIoT avanzate e mobili, si farà anche un accenno alla possibile estensione della tecnologia TSN anche nell’ambito delle reti Wi-Fi.

 



Contenuti correlati

  • Convergenza IT-OT e il potenziale del TSN

    La tecnologia time-sensitive networking (TSN) aiuta a superare le barriere che tradizionalmente separano i due ambiti, gestendo sulla stessa rete fisica traffico IT e comunicazioni deterministiche. Con le soluzioni TSN, i comandi dei sistemi di controllo e...

  • VWV: il sensore di vibrazione a batteria di ifm per la prevenzione dei guasti

    Il sensore di vibrazione VWV di ifm è alimentato a batteria e consente, associato al gateway ZB0929 (configurabile tramite un’interfaccia web integrata) e a moneo RTM (potente strumento per il condition monitorig), la rilevazione periodica delle condizioni...

  • CC-Link IE TSN: quali vantaggi offre?

    Alle soglie dell’Industria 5.0, sempre più interconnessa e guidata dai dati, le reti industriali assumono un ruolo ancora più centrale per garantire uno scambio efficiente di dati. Per supportare al meglio la convergenza OT-IT, garantendo l’interoperabilità fra asset...

  • Metaverso e mondi virtuali per le imprese

    Si diffonde la convinzione che l’industria sia uno dei settori più rilevanti di impatto del metaverso. I dirigenti del settore manifatturiero sembrano fiduciosi che il Metaverso Industriale possa rappresentare una grande promessa per il settore. I casi...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a John Browett di CLPA

    Automazione Oggi intervista John Browett, general manager di CLPA – CC-Link Partner Association, che sarà presente a SPS Italia 2024 al padiglione 6, stand G030. Automazione Oggi interviews John Browett, general manager of CLPA – CC-Link Partner...

  • Seco moduli Smarc
    Moduli Smarc basati su Qualcomm di Seco per l’IIoT

    Seco introduce due nuovi moduli Smarc basati sui processori Qualcomm QCS6490 e Qualcomm QCS5430. I nuovi moduli rappresentano i primi risultati della collaborazione strategica con Qualcomm Technologies, annunciata nel settembre dello scorso anno. Con questa collaborazione, le...

  • Intelligenza Artificiale ad Hannover Messe

    Rafforzare la propria competitività, proteggere il clima, promuovere la prosperità: sono questi gli impegnativi compiti ai quali l’industria deve far fronte oggi. Le tecnologie innovative sono la chiave per superare queste sfide. Ma in che modo le...

  • Alla fiera A&T di Torino Softeam presenta la sua ‘ricetta’ per la manutenzione predittiva

    Anticipare i guasti e i fermi macchina, individuare il livello ottimale nell’utilizzo degli asset e prevenire ogni imprevisto. Sono questi gli obiettivi che dovrebbero avere tutte le aziende manifatturiere per non compromettere il proprio business. Per arrivarci,...

  • Un osservatorio per una panoramica 4.0

    Lectra ha presentato il suo ‘Osservatorio dell’innovazione e della trasformazione nei settori fashion, arredamento e automotive’. Realizzato in occasione del cinquantesimo anniversario del Gruppo, l’Osservatorio Lectra ha pubblicato il suo primo white paper: “La crescita dell’Industria 4.0...

  • Manutenzione equivale a maggior efficienza

    Implementare le soluzioni IIoT per il monitoraggio e la diagnostica attraverso gli standard OPC UA e Mqtt diventa meno complesso con la nuova famiglia di gateway che permette un accesso completo ai dati delle macchine La manutenzione...