UE, il decennio digitale prende forma. I commissari UE raccontano i progetti agli italiani

Pur in piena trasformazione e rivoluzione digitale è dovere della UE continuare a difendere i valori globali fondamentali stabiliti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948. Lo ribadiscono Margrethe Vestager e Josep Borrell

Pubblicato il 1 aprile 2021

Non c’è solo il Green Deal nei piani prossimo-futuri della Commissione Europea.
Margrethe Vestager, commissario europeo per la concorrenza, e Josep Borrell, alto rappresentante UE per la politica estera e la sicurezza, con un commento congiunto pubblicato sulle pagine del Sole24Ore, sono intervenuti in prima persona per tracciare le linea guida della Commissione Europea in tema di sfide tecnologiche e rivoluzione digitale.

La UE punta a essere in prima linea, all’avanguardia, e per questo si è data precisi obiettivi politici per i prossimi 10 anni su competenze, infrastrutture, servizi pubblici e digitalizzazione delle imprese. Lo scopo: far sì che attraverso la tecnologia cittadini e operatori economici possano costruire una società più prospera e inclusiva e per questo occorrono mercati aperti e competitivi, hanno sottolineato i due esponenti politici. Non importa quali siano le dimensioni di un’impresa, quel che conta è che abbiano pari opportunità di innovare e fornire prodotti e servizi ai consumatori.

La chiave, ma meglio sarebbe dire il passepartout, è la digitalizzazione, da utilizzare non solo per dare resilienza al tessuto sociale ed economico, ma anche per esercitare influenza a livello globale. Non sfugge infatti a entrambi che la visione di digitalizzazione che ha la UE, basata su società aperte, stato di diritto e libertà fondamentali, è il modo migliore per dimostrate il proprio primato nei confronti di sistemi autoritari che invece usano la tecnologia per reprimere e sorvegliare le popolazioni. E la UE stringerà alleanze con tutti quei Paesi che condividono la propria visione.

Alla base di tutto vi è la convinzione che per raccogliere i benefici dell’innovazione tecnologica occorra mantenere un’economia digitale aperta, in cui gli investimenti possano fluire liberamente, e aumentare la collaborazione tecnologica a livello internazionale.
Non mancano le insidie lungo questo percorso. Sorveglianza di massa, attacchi informatici alle infrastrutture, disinformazione che può polarizzare le società arrivando persino a minare la democrazia. Tutti fattori che rendono necessaria un’azione di equilibrio tra l’apertura alla tecnologia e la tutela di interessi e principi fondamentali.

Tre di questi sono imprescindibili: parità di condizioni nei mercati digitali, sicurezza nel cyberspazio, libertà su Internet, concetto questo che racchiude libertà di parola e riunione, no alla discriminazione, privacy (gli stessi princìpi enunciati nella Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948). Per questi motivi la Commissione Europea ha recentemente preso contatti con l’amministrazione Biden per costituire un Consiglio congiunto per il commercio e la tecnologia.

Al centro della visione di digitalizzazione UE resta l’uomo, per questo è fondamentale riunire quanti sono disposti a cooperare per fornire un’efficace governance democratica della tecnologia e dell’economia digitale. Un modello che guiderà le azioni all’interno delle organizzazioni internazionali (ONU, WTO, Unione internazionale delle TLC) e che mira in definitiva a massimizzare i benefici della tecnologia e al contempo minimizzare i rischi che essa comporta.

Fonte foto Pixabay_artistlike

Franco Metta



Contenuti correlati

  • Transizione energetica e digitalizzazione

    Crisi energetica e nuovi investimenti sulle reti Leggi l’articolo

  • Visibilità completa sulle reti IT e OT

    Tool hardware e software di diagnostica e monitoraggio del funzionamento di reti convergenti IT-OT, anche in un’ottica di cybersecurity Leggi l’articolo

  • Cybersecurity: l’Europa si difende

    Dal 2023 cambia l’approccio alla sicurezza delle infrastrutture critiche in Europa grazie alle due nuove direttive NIS2 e CER: vediamo cosa prevedono Leggi l’articolo

  • Meno atomi, più bit

    Un convegno organizzato da Anie Automazione ha fatto luce sul tema della servitizzazione: la digitalizzazione porta all’introduzione di nuovi modelli di business anche nel settore dell’automazione, dove il valore di un prodotto è sempre meno legato alla...

  • I 75 anni di Lenze, verso il futuro dell’automazione

    Lenze compie 75 anni e, forte dell’esperienza costruita nella sua lunga storia e delle forti competenze IT, punta per il futuro a proporsi sempre più come partner per l’automazione dei clienti, investendo e collaborando con loro allo...

  • Cybersecurity da 4.0 a 5.0

    La protezione di impianti e macchine nell’industria come nelle utility costituisce un ‘must’ per garantire il successo dei processi di digitalizzazione in ottica 4.0 e, in un futuro ormai prossimo, 5.0 Leggi l’articolo

  • L’uomo fa la differenza

    Mi è capitato sul finire del 2022 di partecipare al ‘B2Best Award’, evento organizzato da Anes (Associazione Nazionale Editoria di Settore) durante il quale sono stati conferiti dei premi ad aziende e start-up operanti nell’universo B2B, distintesi...

  • Cybersecurity e protezione dei dati: due facce della stessa medaglia

    Nella Relazione Annuale presentata a luglio 2022, il Garante per la protezione dei dati personali ha evidenziato che dal 1° gennaio 2021 al successivo 31 dicembre sono state notificate 2.071 violazioni dei dati personali, il 50,5% da...

  • 2023: il tema cruciale è la cybersicurezza

    La sicurezza dei dati è oramai uno dei pilastri portanti delle aziende. L’escalation delle cyber-minacce continua a crescere con preoccupante costanza anno per anno. Ad esempio, poche settimane fa avevamo analizzato e spiegato l’ultima tipologia di minaccia...

  • Il futuro secondo Cisco: i trend tecnologici del 2023

    Il nuovo anno è alle porte, tempo quindi di bilanci e di previsioni per un 2023 che si preannuncia pieno di sfide e di innovazioni tecnologiche. Reti predittive potenziate dall’intelligenza artificiale, multicloud, futuro del lavoro, sostenibilità e...

Scopri le novità scelte per te x