Smart Jacket: una giacca per orientarsi nella ‘giungla urbana’

Pubblicato il 18 giugno 2018

L’ idea brillante è di alcuni dipendenti Ford: muoversi su una bicicletta su strade trafficate come quelle di Londea può essere di per sé molto scoraggiante. Distogliere poi lo sguardo dalla strada per dare un’occhiata alle app di navigazione è impossibile se non incorrendo in molti rischi, sia per il ciclista, sia per gli altri utenti della strada,  pedoni compresi.

Un gruppo di dipendenti Ford appassionati delle due ruote ha così creato un esclusivo dispositivo indossabile, che consente ai ciclisti di orientarsi più facilmente e di mostrare più chiaramente la loro presenza e le loro intenzioni agli altri utenti della strada,  mentre sono connessi a un’ app. “In Ford, vogliamo aiutare le persone a muoversi in modo più sicuro e libero all’interno delle nostre città”, ha dichiarato Tom Thompson, Project Lead Ford Smart Mobility Team. “Il concetto di Smart Jacket ci aiuta a comprendere come i diversi attori che fanno parte del sistema della mobilità urbana – ciclisti, automobilisti e pedoni – possano co-esistere al meglio, attraverso l’applicazione di tecnologie intelligenti, e come si possa applicare tali apprendimenti a idee future”.

Il concept Smart Jacket  presenta maniche che si illuminano per mostrare quando chi le indossa decide di girare a destra o a sinistra. Collegata in wireless a uno smartphone, l’app per la navigazione dedicata alle biciclette fa vibrare la manica corrispondente alla direzione che i ciclisti devono seguire per evitare strade trafficate e incroci.  In questo modo, non è necessario che i ciclisti distolgano gli occhi dalla strada o le mani  dal manubrio per consultare uno schermo. Sensori sonori e aptici consentono ai ciclisti di  ricevere chiamate, messaggi e riascoltare la guida per la navigazione. Integrata nella giacca vi è, inoltre, una luce lampeggiante per segnalare l’arresto.

L’appassionato team di ciclisti che ha sviluppato Smart Jacket l’ha sperimentata durante i percorsi giornalieri casa-ufficio, presso gli uffici del Ford Smart Mobility Innovation a Londra, con l’intento di valutare il last mile moment. La sfida non si riferisce solo all’ultima tappa di un pendolarismo personale, ma è volta anche ad agevolare gli spostamenti delle forniture di beni e servizi, in contesti urbani, con picchi di traffico molto elevati e congestionati. Quest’ultimo aspetto è generalmente associato a costi più elevati e a una maggiore complessità di realizzazione. Il concept Smart Jacket rientra nella campagna di Ford Share The Road, che mira a  promuovere una maggiore armonia ed empatia tra utenti della strada. Sviluppata con gli specialisti in abbigliamento da ciclismo urbano Lumo e gli esperti di software per la mobilità Tome, Smart Jacket sottolinea l’approccio costruttivo di Ford per l’innovazione.

Ulteriori funzionalità, in fase di progettazione, consentirebbero ai ciclisti che utilizzano questo mezzo per consegne, di accedere a chiamate e messaggi utilizzando gesti e comandi vocali. L’ uso di cuffie ergonomiche evita di isolare dai suoni dei pedoni e di altri utenti della strada, come potrebbero, invece, fare delle cuffie auricolari, inviando suoni all’interno dell’orecchio tramite vibrazioni della mandibola.

Per ora, Smart Jacket rimarrà un prototipo. Tuttavia, Ford è in procinto di assicurare il brevetto che potrebbe, in futuro, essere ulteriormente sviluppato o concesso in licenza ad altri, insieme all’app e al know-how associati.



Contenuti correlati

  • Formlabs stampa 3D macchine da caffè Gise Caffè
    Stampa 3D Formlabs per le macchine da caffè di Gise Caffè

    Il team di Gise Caffè ha impiegato tecniche di progettazione e produzione tradizionali unite a tecnologie innovative come la stampa 3D di Formlabs per sviluppare il proprio sistema chiuso brevettato che permette di creare un caffè di...

  • Le potenzialità della AI in produzione nell’evento Altair del 20 giugno

    Altair, realtà attiva nella computational intelligence, annuncia ATCx AI for Engineers, evento globale a tema Intelligenza Artificiale (AI) che si terrà virtualmente giovedì 20 giugno 2024. L’evento globale riunirà ingegneri di progettazione, simulazione e produzione di tutto...

  • Ridurre il consumo di aria compressa

    Obiettivo: individuare le perdite per eliminarle in modo semplice e strutturato. Festo e GMM effettuano un revamping dei sistemi dello storico produttore di cioccolato Venchi, così da aumentare il risparmio energetico e diminuire la CO₂ Con oltre...

  • CarePredict e ADI: la potenza dei dati per una qualità di vita migliore

    Per molte famiglie accogliere i genitori anziani a casa propria per accudirli può risultare estremamente difficoltoso. Ciò perché la maggior parte delle persone non ha risorse finanziarie adeguate, conoscenze mediche oppure tempo sufficiente da dedicare per un’assistenza...

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Lazer Sport adotta il portafoglio Siemens Xcelerator

    Siemens Digital Industries Software ha annunciato che Lazer Sport NV, uno dei principali produttori di caschi da ciclismo in Europa, ha adottato il portafoglio di software industriali Siemens Xcelerator per contribuire a portare sul mercato KinetiCore, la nuova...

  • Premio Canada-Italia per l’Innovazione, 12ª edizione

    Nell’anno della presidenza italiana del G7, in cui l’innovazione e l’uso etico della tecnologia saranno argomenti dominanti a livello globale, l’Ambasciata del Canada in Italia lancia la dodicesima edizione del Premio Canada-Italia per l’Innovazione. Il Premio si concentra...

  • Mecspe 2024 fiera
    Mecspe al via la fiera del manifatturiero: focus su giovani e formazione

    Il manifatturiero italiano è costantemente a caccia di professionisti e di nuove risorse, i dati Unioncamere – Anpal, indicano infatti che la manifattura avrà bisogno di ben 500.000 addetti entro il 2027 e almeno 50.000 diplomati ITS...

  • Dalla personalizzazione di massa al lotto singolo

    A partire dalla rivoluzione industriale in poi, le tecniche e le modalità produttive hanno avuto un’evoluzione straordinaria. Sono stati sperimentati sul campo approcci, strumenti e metodi caratterizzati da grandissima varietà. Oggi personalizzazione di massa e produzione in...

  • Stampanti e nuovi materiali Formlabs rivoluzionano il mondo della stampa 3D

    La stampa 3D offre alle imprese nuove prospettive in termini di riduzione dei tempi di approvvigionamento e del time-to-market, rivoluzione dei processi e customizzazione, portando con sé vantaggi competitivi per aziende di diversi settori, dalla manifattura, al...

Scopri le novità scelte per te x