Sistemi di visione Cognex per la verifica delle piastrelle in ceramica

Pubblicato il 9 giugno 2014

Verificare la qualità di piastrelle in ceramica di grandi dimensioni: di questo problema industriale si sono occupate insieme Egicon e Cognex. La qualità di una mattonella in ceramica viene definita in funzione del rispetto delle caratteristiche geometriche. Le caratteristiche tipiche di una mattonella che possono influenzare le attività di posa e l’aspetto finale del pavimento sono date da dimensione, parallelismo dei lati, rettilineità dei lati, ortogonalità degli spigoli, spessore e planarità. La norma internazionale Uni EN Iso 10545-2 regolamenta gli standard da rispettare e la metodologia da seguire per l’esecuzione delle misure. Le caratteristiche da misurare sono date dalla larghezza, dalla lunghezza e dallo spessore.

La norma Iso 10545-2 è stata redatta valutandone l’applicazione alle mattonelle standard (dimensioni massime dell’ordine di 400×400 mm e spessori di alcune decine di millimetri) quindi mattonelle praticamente indeformabili. I tipici difetti che si possono presentare su una mattonella classica sono: mancato rispetto delle dimensioni, non parallelismo dei lati e non ortogonalità dei vertici; non rettilineità di uno o più lati; piegatura di uno spigolo, assottigliamento, bombature al centro, svergolamento.

Per garantire il rispetto di tutte queste caratteristiche la norma Iso 10545-2 definisce la metodologia di misura da seguire, questa è basata su un piano di riscontro (a tre punti) e una serie di comparatori a contatto. Questa metodologia è valida per le mattonelle standard (fino a 400×400 mm), ma non può più essere applicata alle nuove mattonelle sottili (pochi millimetri) e di grandi dimensioni (alcuni metri quadrati), che arrivano a essere larghe 1.600 mm, lunghe fino a 4.800 mm per pochi millimetri di spessore. Questo si traduce in fogli estremamente flessibili che si piegano sotto il loro stesso peso.

COGNEX APPLICATION STORY DS 1000Questa nuova gamma di prodotti ha spinto la Commissione Tecnica a ricercare una nuova metodologia di verifica che possa superare i vincoli di estensione e flessibilità e allo stesso tempo garantire l’esecuzione di tutte le verifiche richieste dalla norma. Egicon ha sviluppato una soluzione per la caratterizzazione delle mattonelle di grandi dimensioni sfruttando le potenzialità del sistema ibrido DS1000 di Cognex, che combina un sistema di visione industriale e un laser per la formazione di immagine 3D da cui è possibile estrarre le coordinare nello spazio per poter eseguire misure fisiche.

COGNEX APPLICATION STORY DS 1000DS1000 Cognex è uno strumento già calibrato e quindi pronto al funzionamento per l’esecuzione di misure non a contatto nello spazio reale. Il campo visivo del DS1000 è pari 60 mm (troppo pochi per eseguire la misura di mattonelle di alcuni metri quadrati). Per sfruttare le potenzialità del DS1000 e ovviare al limite del campo visivo, Egicon ha integrato il profilatore al polso di un robot antropomorfo Kuka affinché sia possibile muovere il profilatore sull’intera superficie della mattonella ed eseguire una scansione completa per poter poi procedere alla misura. Il software di test ATS 3.0 sviluppato da Egicon integra l’attuazione del robot e l’acquisizione del profilatore. In questo modo, conoscendo la posizione relativa del profilatore nello spazio, è possibile eseguire una scansione di un’ampia superficie ottenendo le coordinate x, y, z di tutti i punti scansionati: le coordinate x e z vengono fornite dal profilatore; la coordinata y dall’encoder del robot (acquisito dal software ATS 3.0). Una volta nota la misura teorica della mattonella, è possibile sviluppare una traiettoria robot che ne ripercorre l’intero profilo, mentre il profilatore in contemporanea ne acquisisce la morfologia per la successiva analisi e misura.
COGNEX APPLICATION STORY DS 1000
Le informazioni ottenute da profilatore sono la rappresentazione tridimensionale del profilo della mattonella: dalla ricostruzione 3D è possibile estrarre le dimensioni in ogni punto per poter eseguire una analisi dettagliata e la verifica dimensionale nei punti di interesse. Una successiva elaborazione permette di unire come in un mosaico, le vari strip acquisite della mattonella per generare il profilo 3D completo. In tal modo è possibile analizzare tutte le componenti geometriche di interesse come altezze in punti differenti, larghezza e lunghezza, parallelismo.

COGNEX APPLICATION STORY DS 1000Il principale vantaggio è soprattutto la flessibilità: non esistono di fatto limiti alla dimensione della mattonella, purché si adotti un robot di dimensioni adeguate. Inoltre è possibile eseguire una scansione superficiale completa ricercando non solo svergolamenti estesi, ma anche difetti di tipo puntuale (grumi, buchi e rigature). Da ultimo, il sistema non necessita di un piano di riscontro calibrato, in quanto la dimensione della mattonella viene calcolata per differenza rispetto al piano stesso. Oltre a essere un sistema di test per la qualifica del prodotto, il DS1000 può essere usato anche come strumento per il controllo di processo. Mettendo infatti più profilatori affiancati in batteria, è possibile analizzare tutte le mattonelle di produzione durante il loro transito in linea.



Contenuti correlati

  • Ecco lo specchio orientabile ad alta velocità di Cognex
    Ecco lo specchio orientabile ad alta velocità di Cognex

    Cognex ha rilasciato lo specchio orientabile ad alta velocità. Si tratta di una tecnologia brevettata progettata per l’uso associato con il lettore di codici a barre DataMan 470 che supporta applicazioni ad ampio campo visivo con un...

  • Deep learning per l'analisi delle immagini con software VisionPro Cognex
    Deep learning per l’analisi delle immagini con software VisionPro Cognex

    Cognex porta alla ribalta il software VisionPro Deep Learning, che offre analisi delle immagini basato sul deep learning e progettato per l’automazione industriale. VisionPro Deep Learning di Cognex riduce la barriera d’ingresso per gli utenti grazie a un’interfaccia...

  • Cognex laser blu speckle-free
    Imaging 3D ottimizzato con il laser blu speckle-free Cognex

    Cognex elimina l’effetto speckle delle linee laser utilizzando una tecnologia recentemente sviluppata e brevettata, ottimizzando l’imaging 3D basato sulla triangolazione. Il sistema di visione integrato In-Sight 3D-L4000 è il primo prodotto ad offrire agli utenti i vantaggi...

  • Con occhio vigile

    I laser a emissione superficiale a cavità verticale trovano impiego nelle applicazioni di monitoraggio del conducente e dell’abitacolo Leggi l’articolo

  • Vision Components VC nano3d
    Profilatori laser Vision Components per misurazioni precise nelle presse piegatrici

    Vision Components offre dei potenti profilatori laser OEM per il controllo della precisione angolare nelle presse piegatrici per lamiere metalliche. I sensori della linea VCnano3D-Z 3D raggiungono una velocità di misurazione massima di 400 Hz e una...

  • Una scelta non sempre facile

    Sistema cartesiano o robot antropomorfo? Bisogna considerare produttività, ingombri sul layout e tempi morti Leggi l’articolo

  • Con occhio vigile e mente pronta

    Controllare lo stato di processi e manufatti per raggiungere l’obiettivo di una produzione a zero imperfezioni. Vigilare su accessi e interventi del personale in fabbrica così da individuare tempestivamente anomalie e tracciare con accuratezza l’intero ciclo produttivo....

  • L’apprendimento automatico guida il futuro della visione artificiale

    La tecnologia di machine vision basata su deep learning consente di raggiungere una flessibilità e precisione molto elevate nel riconoscimento di immagini, non ottenibili con metodi convenzionali. Leggi e scarica l’articolo  

  • Un sistema di visione 3D per tutti i casi

    Quando si tratta di ispezionare parti, gli utenti possono scegliere tra diverse tecnologie consolidate. Se la decisione viene presa a favore della visione artificiale, sorge la domanda: avete bisogno di un’ispezione in 2D o 3D?  Quanto sforzo...

  • Il sistema di visione 3D apre nuove possibilità per l’ispezione automatizzata

    Un nuovo sistema di visione 3D rende ora l’ispezione di parti in 3D facile come l’utilizzo di una smart camera 2D. Mentre in precedenza l’ispezione ottica in 3D richiedeva un alto livello di programmazione ma offriva pochi...

Scopri le novità scelte per te x