Rittal implementa il 5G nelle linee di produzione

Pubblicato il 3 aprile 2020

Rittal intende installare e mettere in funzione, nel più breve tempo possibile, la rete mobile 5G in un ambiente di produzione reale, l’innovativo sito di Haiger. La nuova tecnologia wireless ha lo scopo di accelerare e semplificare notevolmente la trasmissione dei dati – ad esempio nel confronto basato su video del numero di pezzi con i dati degli ordini memorizzati e nell’implementazione passo-passo dei dati analitici per la manutenzione predittiva.

“Con l’introduzione della potente tecnologia mobile 5G possiamo sfruttare ancora di più il potenziale e i vantaggi della digitalizzazione dei nostri processi produttivi. Facendo leva sul 5G, vogliamo spingere la digitalizzazione al livello successivo per aumentare la flessibilità e l’efficienza nelle nostre linee di produzione”, ha affermato Carsten Röttchen, Managing Director International Production di Rittal.

Il nuovo standard di telefonia mobile 5G consente di elaborare i dati alla velocità di 10 gigabit al secondo, ovvero a una velocità cento volte superiore rispetto all’attuale standard LTE. La rete 5G è la tecnologia del futuro che abilita la connettività e il controllo da remoto dei processi di produzione, e consente di sfruttare appieno il potenziale di Industria 4.0. “Prevediamo che l’aumento della banda, la bassa latenza, la capacità di connessione real-time, gli elevati livelli di disponibilità e affidabilità consentiranno una ulteriore ottimizzazione dei processi di produzione nel nostro stabilimento. Dopo l’esecuzione dei primi test saremo in grado di integrare la tecnologia 5G nelle attività critiche di produzione e controllo”, ha spiegato Röttchen.

In futuro, sarà possibile raccogliere più velocemente i dati generati da sensori, componenti, macchine o robot in un Data Center Edge o cloud per poi analizzarli e valutarli mediante l’intelligenza artificiale (AI). I requisiti IT necessari sono già stati implementati nel nuovo stabilimento di Haiger, dove è operativo Oncite, un Data Center Edge cloud ad alta disponibilità, basato sull’AI, per l’elaborazione e l’analisi rapida e real-time dei dati industriali. Questa soluzione, recentemente insignita dell’”Innovation Champions Award” e unica nel suo genere, è già disponibile. “Offriremo la tecnologia 5G come componente della soluzione Oncite ad altri clienti quando i test di Haiger saranno stati completati con successo”, ha dichiarato il Dr. Ritz, Amministratore Delegato di German Edge Cloud, una società del gruppo Friedhelm Loh.

“Siamo pronti sui blocchi di partenza. Quando i produttori della tecnologia 5G forniranno i device idonei, potremo procedere con i passi successivi. Prevediamo che l’installazione della tecnologia per effettuare i primi test, sarà completata entro la fine del 2020”, ha spiegato Andreas Huck, Managing Director Controlling, Accounting, HR e IT di Rittal.

Nel nuovo stabilimento Rittal di Haiger, su una superficie di 24.000 metri quadrati, oltre 100 macchine e componenti di sistema ad alta tecnologia vengono utilizzati per produrre giornalmente circa 9.000 armadietti compatti AX e contenitori di piccole dimensioni KX. L’impianto ad alta automazione lavora annualmente circa 35.000 tonnellate di acciaio.

Già oggi, sistemi di controllo di alto livello collegano macchine e sistemi di movimentazione per formare una rete di comunicazione che rispetta gli standard di Industria 4.0.

Nell’impianto sono operativi 20 sistemi di trasporto senza conducente. Anche le linee di imballaggio, etichettatura e il trasporto verso la distribuzione sono già automatizzati. Con il supporto di sistemi esperti KBS che apprendono in modo continuo, sarà possibile in futuro ridurre i tempi di fermo macchina, pianificare le manutenzioni con il dovuto anticipo e ridurre le interruzioni nel sofisticato processo di produzione.

La gestione digitalizzata degli ordini garantisce la disponibilità continua di prodotti e accessori standard nel Global Distribution Center. Lungo tutta la filiera, “da cliente a cliente”, Rittal fornisce dati end-to-end, configurazione e progettazione on-site, servizi di consegna e assistenza post-vendita inclusi.



Contenuti correlati

  • Digitalizzazione, sostenibilità e innovazione, chiavi del futuro secondo Gruppo IMQ

    Si è tenuto questa mattina a Bollate, alle porte di Milano, l’evento “Together Toward Future”, durante il quale Antonella Scaglia, Amministratore Delegato di IMQ Group, ha illustrato alla platea, composta da stampa tecnica, stakeholder e clienti, la...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • Digitalizzazione delle imprese italiane, a che punto siamo?

    Spesso le imprese sono molto ottimiste quando valutano il proprio livello di digitalizzazione, pensano di essere più evolute in ambito di Digital Transformation, di quanto lo siano realmente. Le opportunità sono spesso state identificate come applicazione di un dato sistema o...

  • ElisaCare
    Assistenza intelligente per anziani e persone fragili con ElisaCare

    La start-up italiana Sicura Care introduce in Italia ElisaCare, un’assistente familiare digitale dotata di tecnologie di intelligenza artificiale che, nel pieno rispetto della privacy, è in grado di leggere e interpretare le abitudini delle persone anziane, imparare dalle loro routine ed...

  • Siemens al Festival dell’Acqua 2022

    La manifestazione, ideata e promossa da Utilitalia, propone tre giorni di riflessioni e approfondimenti con esponenti della politica, tecnici ed esperti del settore. Il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici, la digitalizzazione, l’impatto del Piano Nazionale di...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

  • Le innovazioni nella mobilità ambientale richiedono un lavoro di squadra strategico

    L’industria automotive sta cambiando radicalmente: le aziende di questi settori e tutti coloro che desiderano partecipare alla mobilità del futuro devono ora proporre strategie più complete e fare affidamento su soluzioni innovative. Inoltre, servono competenze digitali. Secondo...

  • Servitizzazione e IoT industriale al centro di un white paper

    Grazie all’Industria 4.0, nuovi modelli di business saranno realizzati sull’economia del dato, dei processi e della supply chain, in forza di interazioni sempre più frequenti con fattori esterni all’azienda che, attraverso lo sviluppo di ecosistemi, contribuiranno significativamente...

  • Al via il Consorzio per lo sviluppo della rete ultralarga in Italia

    Minsait, società di Indra, ha costituito un Consorzio insieme a AC2 e HQ Engineering Italia per contribuire allo sviluppo della rete ultralarga in Italia. La società di tecnologia ha unito le forze con le due realtà italiane...

  • Tecnologie digitali per la transizione energetica

    La transizione energetica e la rivoluzione digitale sono due trasformazioni globali, profonde e irreversibili che progressivamente richiedono di essere affrontate con una visione unica, perché si tratta di due facce della stessa medaglia: il digitale è infatti...

Scopri le novità scelte per te x