Ripresa economica in Lombardia: +5% del PIL ma preoccupazione per registro imprese e CIG

Economia lombarda, cauta ripresa del PIL nel 2021 (+5,2%): preoccupano i dati 2020 su registro imprese (-18%) e CIG (716 milioni di ore)

Pubblicato il 19 febbraio 2021

Dopo la conclusione del 2020, un anno sicuramente più difficile degli altri per il sistema produttivo lombardo, la ripartenza nel 2021 è cauta, condizionata dall’evoluzione dell’emergenza sanitaria, dalla tempistica del piano vaccinale dalle misure di stimolo all’economia. È in questo clima d’incertezza che vanno inquadrate le stime formulate a dicembre 2020 per quanto riguarda il calo del PIL che, secondo Prometeia, è atteso al -9,7% per la Lombardia e al -9,1% per l’Italia, mentre la ripresa parziale nel 2021 al +5,2% per la Lombardia e al +4,8% per l’Italia.

È quanto si legge sul booklet economico pubblicato su Genio&Impresa, il web magazine di Assolombarda. Non solo: a causa delle chiusure prolungate, continuano ad accusare il colpo i servizi legati al turismo, alla ristorazione e il commercio al dettaglio, come testimoniano i dati relativi alla demografia d’impresa. Nel 2020, infatti, le iscrizioni al Registro delle imprese in Lombardia sono calate del 18% rispetto al 2019. Più nel dettaglio, il deterioramento ha colpito in maggior misura il terziario, che ha registrato un -35% nei servizi di alloggio e ristorazione, ma anche l’industria (-28%), il commercio (-16%) e le costruzioni (-14%).

Non stupisce quindi il calo del clima di fiducia nel Nord-Ovest a gennaio sia lato imprese sia lato consumatori, le cui prospettive a breve termine rimangono piuttosto caute a causa del clima economico presente e futuro. Ma ci sono anche buone notizie: per far fronte alla crisi e supportare le imprese lombarde in questo momento difficile, si è assistito a un’accelerazione delle erogazioni alle stesse. Nei dati aggiornati a settembre 2020, l’incremento complessivo dei prestiti è pari al +6,3% su base annua, in particolare per quanto riguarda i servizi (+8,8%) e la manifattura (+7,2%).

Dipendenti dall’andamento della pandemia anche i livelli di mobilità e le ore di cassa integrazione. Negli spostamenti, a inizio 2021 si rileva una mobilità complessiva più vicina alla normalità pre Covid, ma di fatto ancora molto ridotta soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti verso i luoghi di lavoro, anche per effetto dell’ampia diffusione dello smart working. Nella media lombarda, a fine gennaio 2021 si è registrato un -28% di mobilità rispetto a prima della pandemia, così come Monza Brianza (-28%) e Lodi (-27%), ma anche Pavia (-23%). A Milano invece il divario e più ampio (-35%): nel Comune rimane molto basso l’utilizzo della metropolitana (-70% in media a gennaio) a fronte di una ripartenza più marcata degli ingressi di autoveicoli in Area B e C, che pur sono inferiori rispetto a un anno fa (rispettivamente -10% e -27% circa nella seconda metà di gennaio 2021).

Lato cassa integrazione, fra novembre e dicembre 2020 in Lombardia si è registrato un calo rispetto ai livelli elevati di ottobre. Tuttavia, nel 2020 il ricorso all’ammortizzatore sociale della regione è ammontato a 716 milioni di ore, ovvero più del doppio rispetto al picco annuo del 2010. In particolare, le ore di CIG autorizzate sono state 247 milioni a Milano, 65 milioni a Monza, 12 milioni a Lodi e 20 milioni a Pavia.

Fonte: genioeimpresa.it



Contenuti correlati

  • La blockchain valorizza i prodotti delle filiere agroalimentari lombarde

    Tutelare la sicurezza degli acquisti alimentari dei consumatori, in un’ottica di reale ‘one health’. Valorizzare, al contempo, i prodotti delle filiere agroalimentari attraverso la tecnologia blockchain, un percorso iniziato nel 2019 attraverso una sperimentazione promossa dall’assessore all’Innovazione Istruzione,...

  • osservatori_politecnico_smart_working
    Quale futuro per lo Smart Working in Italia?

    Nel corso del 2021 con l’avanzamento della campagna vaccinale è progressivamente diminuito il numero degli smart worker, passati da 5,37 milioni nel primo trimestre dell’anno a 4,07 milioni nel terzo trimestre. A settembre, infatti, si contano complessivamente...

  • Economia lombarda in crescita. Lo rivelano le analisi del centro studi Assolombarda

    La forte ripresa in atto e le attese positive sulla produzione sono tra i principali fattori a influenzare il rialzo delle stime sul PIL lombardo (+6,4% per il 2021), nonostante crescano le criticità sul fronte delle catene...

  • Ripensare la gestione del rischio

    Come si può affrontare correttamente il rischio, grazie anche all’avvento delle nuove tecnologie digitali, per consentire alle organizzazioni pubbliche e private di potenziare la resilienza Leggi l’articolo

  • AI talk Health: Intelligenza Artificiale e sanità

    Si è tenuto il 22 settembre in streaming AI talk Health, evento organizzato da AIxIA – Associazione Italiana per l’intelligenza Artificiale, in preparazione ad AI Forum. Ad aprire i lavori della mattinata, Piero Poccianti, presidente di AIxIA, ha focalizzato...

  • Transizione 4.0, per le PMI lombarde sarà potenzialmente a costo zero

    La transizione digitale, in particolar modo quella legata alle tecnologie di Industria 4.0, potrebbe essere nei prossimi 7 anni a costo zero per molte PMI lombarde. È quanto emerge dalla stima effettuata dal Centro Studi CNA Lombardia,...

  • Sul Green Pass, Siemens Italia accelera: richiesta per entrare in sede dal 27 settembre

    “Abbiamo deciso di introdurre il Green Pass, anticipando le decisioni che Governo e parti sociali stanno valutando, coerentemente con tutte le misure anti Covid adottate da febbraio 2020, per continuare a garantire la salute e sicurezza sui...

  • 100 mascherine chirurgiche al minuto grazie a Festo

    È oggi fondamentale integrare le fabbriche con l’ingegneria meccatronica, la robotizzazione, sistemi informatici e sensori intelligenti a ogni livello del ciclo produttivo. L’innovazione è infatti la base su cui viene modellato il nostro ‘mondo’, e le fabbriche sono...

  • Robotica e sostenibilità

    Fra gli ‘effetti collaterali’ del Covid-19 che hanno avuto un maggiore impatto nell’ambito produttivo vi è senz’altro l’accelerazione che la pandemia ha impresso all’adozione di sistemi di automazione, in particolare robotici. Analizzando infatti le tendenze industriali, tutte...

  • Nuove tecnologie per accrescere la competitività: accordo Politecnico – Regione Lombardia

    Una rete di comunicazione veloce e criptata a Milano, grazie alla tecnologia quantistica e lo sviluppo di materiali avanzati e sostenibili per il biomedicale e la manifattura. Questi i due obiettivi di innovazione che hanno portato alla...

Scopri le novità scelte per te x