Rinnovato l’accordo tra Confindustria Piemonte e Politecnico di Torino

Oggetto della partnership per la prima volta anche lo sviluppo territoriale, le infrastrutture e la logistica. attenzione alle piccole e medie imprese con strumenti innovativi

Pubblicato il 12 agosto 2019

Rafforzare la collaborazione tra Confindustria Piemonte e Politecnico di Torino nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico, dando maggiore impulso alla sinergia tra mondo delle imprese e università grazie a progetti in cui ricerca, innovazione e formazione siano strettamente legate al contesto economico e produttivo piemontese. È uno dei principali obiettivi dell’accordo di partnership siglato dal Presidente di Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli e dal Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco, che rinnova un’intesa avviata nel 2009, confermata una prima volta nel 2014, e oggi potenziata con l’inserimento, tra i temi oggetto di collaborazione, delle infrastrutture e della logistica.

In uno scenario in cui l’innovazione tecnologica e le competenze ad essa legate assumono sempre maggiore importanza, l’accordo si propone di rendere più stretto il legame tra il sistema produttivo piemontese e il mondo della ricerca e della formazione accademica, contribuendo, ad esempio, a facilitare la partecipazione delle imprese a progetti di ricerca, anche internazionali, promuovendo l’adesione congiunta a bandi e programmi europei, condividendo informazioni sul portafoglio brevetti del Politecnico e sulle potenzialità delle start up innovative, e cercando di individuare, anche grazie alla collaborazione con i Poli regionali di Innovazione, soluzioni alle esigenze tecnologiche delle imprese. Nel documento l’Ateneo e l’Associazione condividono l’impegno di attivare strumenti innovativi per riservare una particolare attenzione alle piccole e medie imprese. Il primo passo sarà la firma di un’intesa dedicata, formalizzata già nei prossimi giorni, per strutturare a livello internazionale una rete in grado di agevolare il trasferimento tecnologico e lo sfruttamento dei risultati della ricerca applicata.

Inoltre, per rispondere alla richiesta del sistema imprenditoriale di figure professionali altamente specializzate, il Politecnico di Torino e Confindustria Piemonte intensificano la collaborazione nelle attività di didattica, alta formazione e formazione permanente, individuando strumenti e iniziative (orientamento, tirocini didattici, dottorati di ricerca, percorsi di alto apprendistato) a supporto dell’inserimento lavorativo di laureati e ricercatori. Previste anche forme di collaborazione nel campo della formazione tecnica, con particolare riguardo all’Istruzione Tecnica Superiore e alle Lauree Professionalizzanti.

Infine, ed è la novità più significativa dell’accordo, la partnership tra imprese e Ateneo viene estesa alle attività di sviluppo territoriale, infrastrutturale e della logistica, con l’obiettivo di realizzare iniziative condivise che stimolino il Piemonte a misurarsi con le realtà più dinamiche e innovative d’Europa.
“È ormai imprescindibile – dichiara Ravanelli – poter contare su una dotazione infrastrutturale moderna, su servizi logistici efficienti ed innovativi, su politiche territoriali di sviluppo che diano impulso anche al recupero di aree libere o dismesse e al riuso del suolo. Per questo Confindustria Piemonte si impegna a coinvolgere le imprese del territorio e il Politecnico in iniziative e momenti di dialogo per favorire il potenziamento delle infrastrutture prioritarie in ambito continentale (come la nuova Via della Seta), internazionale (i Corridoi Ten-T) e nazionale (reti e nodi per il collegamento ferroviario o viario ai Corridoi), lo sviluppo della logistica interregionale del Nordovest”.

Conclude il Rettore Saracco “Il tema del recupero delle aree dismesse e la promozione di progetti di sviluppo territoriale, in ambito logistico e trasportistico, e non solo, rappresenta una delle linee di azione che come Ateneo stiamo portando avanti in termini di ricerca e innovazione e si tratta di ambiti molto interessanti per le imprese: anche grazie ad accordi come questo un Ateneo tecnico come il nostro può dare il proprio contributo e creare impatto sul territorio”.

Sul fronte della governance, l’accordo prevede la costituzione di un unico Comitato di Indirizzo, che sostituisce i precedenti Comitato Guida e Comitato Tecnico Scientifico e si riunisce almeno una volta all’anno, con il compito di individuare gli obiettivi strategici della collaborazione, fornire le linee di indirizzo generali e approvare i progetti esecutivi.



Contenuti correlati

  • ABB si allea con Samotics per potenziare i servizi di condition monitoring

    ABB e Samotics, noto nel campo della fornitura di tecnologie ESA e azienda in forte crescita con sede nei Paesi Bassi, hanno siglato un accordo strategico a lungo termine per fornire servizi di condition monitoring avanzati. Le...

  • Start–up digitali. Due scuole italiane in finale allo school contest di Re-Educo

    L’innovazione comincia dalla scuola. E sono due gli istituti italiani scelti per partecipare alla finale del contest internazionale Re-Educo, che premia le migliori idee imprenditoriali sviluppate dagli studenti di ogni Paese, nell’ambito del percorso di educazione digitale...

  • VEM sistemi inaugura il corso “Laboratorio di Sistemi embedded e IoT”

    È partito il Laboratorio di Sistemi embedded e IoT presso la sede di VEM sistemi: si tratta del primo corso ospitato dal system integrator di Forlì che fa parte del nuovo, e unico in Italia, percorso di...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • Webinar gratuiti dedicati alla termografia da Teledyne Flir

    Le termocamere non raffreddate o bolometriche sono diventate strumenti indispensabili in ambito edile e manutentivo, ma la termografia è in grado di fornire un importante supporto anche alla scienza e alla ricerca. Le termocamere utilizzate per questo...

  • Alstom treni
    Master in mobilità ferroviaria, aperte le iscrizioni al master Alstrom

    Sono aperte le iscrizioni per l’anno accademico 2022/2023 del Master in apprendistato di alta formazione “Railways Mobility Industry: Train 4 me”, organizzato dalla Scuola di Master e Formazione permanente del Politecnico di Torino insieme ad Alstom e che...

  • ProgettistaPiù 2023: energia dalle onde

    Le onde marine costituiscono una delle fonti di energie rinnovabili più interessanti e distribuite sul globo. L’energia delle onde può essere considerata un derivato dell’energia solare, attraverso l’azione dei venti. Il livello di potenza per unità di lunghezza del...

  • AVEVA annuncia una partnership strategica con Aras

    Aveva e Aras hanno siglato una collaborazione OEM esclusiva per la realizzazione di soluzioni per la gestione del ciclo di vita degli asset. Aveva, attraverso la piattaforma Aras Innovator, fornirà una serie di soluzioni Asset Lifecycle Management scalabili,...

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Parte “IT Girls” il progetto di formazione di VEM sistemi

    VEM sistemi è lieta di presentare IT Girls, un percorso formativo gratuito altamente qualificante e certificato da Cisco, pensato per avvicinare le giovani alle professioni ICT, particolarmente richieste nel mercato del lavoro. Si tratta di un corso...

Scopri le novità scelte per te x