Ricerca di Palo Alto Networks sullo stato dell’arte della sicurezza Cloud Native

Pubblicato il 26 gennaio 2022

Man mano che le funzionalità offerte nel cloud aumentano e diventano più elaborate, anche l’implementazione di questo strumento da parte delle aziende sta cambiando molto. Palo Alto Networks ha condotto una ricerca che presta particolare attenzione alle principali sfide che attendono la comunità della sicurezza Cloud Native, tra cui automazione, DevSecOps, postura della sicurezza, uso dell’open source e altro ancora.

La pandemia ha accelerato nei fatti l’adozione del cloud da parte delle organizzazioni, con un incremento, in media, del 25%. In questo passaggio, le aziende hanno però dovuto affrontare diverse problematiche come la sicurezza globale, la conformità e la complessità tecnica.
In generale, le organizzazioni hanno ampliato le proprie strutture, ma con meno budget a disposizione: il 39% ha speso meno di 10 milioni di dollari per il loro cloud (in aumento del 16% dal 2020) e solo il 26% ha invece investito più di 50 milioni di dollari (in calo del 17% dal 2020).
Se per la capacità di elaborazione vengono utilizzate diverse opzioni elaborazione, la piattaforma as a service (PaaS) e gli approcci serverless sono aumentati del 20%, sostenendo quindi una rapida transizione al cloud, mentre l’uso di container e container as a service (CaaS) ha registrato una crescita più moderata.

Le organizzazioni con una consolidata postura di sicurezza hanno una probabilità due volte maggiore di avere bassi livelli di “attrito” legato alla sicurezza, ovvero il grado in cui le organizzazioni ritengono che la protezione cloud supporti o limiti le loro operazioni. Questo evidenzia la necessità di un duplice approccio alla sicurezza in-the-cloud, con la possibilità di implementare funzionalità efficaci che, allo stesso tempo, non abbiano un impatto troppo forte sui team operativi.
Tra le aziende con le migliori strategie di sicurezza, i principali benefici per la forza lavoro si riscontrano in termini di produttività e soddisfazione. L’80% di quelle con un’ottima postura di sicurezza e l’85% di quelle con un basso attrito hanno riportato infatti un aumento della produttività.
La maggioranza delle organizzazioni (55%) segnala una postura di sicurezza debole e ritiene di dover migliorare in diversi punti, come ad esempio ottenendo una visibilità multicloud, applicando una governance più coerente tra gli account o razionalizzando le attività di incident response and investigation, per migliorare la propria postura.
L’80% delle organizzazioni che utilizzano soprattutto strumenti di sicurezza open-source hanno una postura di sicurezza debole o molto debole, rispetto al 26% di quelle che fanno affidamento principalmente al proprio fornitore di servizi cloud e al 52% di chi si rivolge a terze parti: a quanto pare, usare una piattaforma composta da strumenti distinti lascia un’organizzazione meno sicura.

Le organizzazioni stanno consolidando il loro approccio alla sicurezza. Quasi tre quarti utilizzano un numero di strumenti di sicurezza inferiore ai dieci, mentre rispetto al 2020 sono aumentate del 27% le aziende che ne utilizzano meno di cinque. Questo lascia intendere una generale tendenza alla semplificazione dei propri rapporti con i vendor di sicurezza, a vantaggio di una migliore efficacia generale.

Le organizzazioni che hanno implementato un alto livello di automazione della sicurezza hanno il doppio delle probabilità di avere un basso attrito e una forte postura rispetto alle loro controparti.
Un altro indicatore rilevante dell’efficacia della sicurezza implementata in azienda è legato all’adozione e all’implementazione di metodologie DevSecOps. Le organizzazioni che integrano i principi DevSecOps hanno oltre 7 volte più probabilità di avere una postura di sicurezza forte o molto forte, e 9 volte più probabilità di avere bassi livelli di attrito della sicurezza.
La ricerca completa è disponibile qui https://www.paloaltonetworks.com/state-of-cloud-native-security



Contenuti correlati

  • Più sicurezza dai guasti

    Basf ha rinnovato la sottostazione elettrica del suo impianto di Beaumont, in Texas, grazie all’aiuto di Schneider Electric Leggi l’articolo

  • Garantire mobilità e sicurezza dei dipendenti

    Grazie alle nuove tecnologie di comunicazione Ascom, il gruppo EDF sta migliorando la sicurezza dei dipendenti nei suoi gruppi di impianti idraulici Leggi l’articolo

  • Industry 4.0: l’89% delle aziende è colpito da attacchi cyber e subisce milioni di perdite

    Nell’ultimo anno l’89% delle organizzazioni nei settori elettrico, oil&gas e manifatturiero ha subito un attacco cyber che ha danneggiato la produzione e la fornitura di energia. Il dato emerge da “The State of Industrial Cybersecurity”, l’ultimo studio...

  • Potenziare la sicurezza migliora il business

    Pregis, azienda italiana che opera nel settore del food service, si è affidata a next-generation firewall, DNS Security e Cortex XDR di Palo Alto Networks per proteggere la propria infrastruttura, evitare downtime e supportare le proprie attività...

  • Innovazione e ricerca, la Lombardia prima in europa nel campo della cybersicurezza

    È stato firmato nell’Aula Magna del Politecnico di Milano, l’accordo di collaborazione tra Politecnico di Milano, Regione Lombardia, Aria, Intesa Sanpaolo e il I Reggimento Trasmissioni dell’Esercito per la nascita di una rete di comunicazione quantistica a...

  • Ansible Red Hat
    Il ruolo fondamentale dell’automazione in un mondo sempre più complesso

    Gli ultimi anni hanno dimostrato che le imprese vogliono che applicazioni, dati e risorse si trovino ovunque abbia più senso per il loro business e per i loro modelli operativi, il che significa poter eseguire l’automazione ovunque....

  • Wibu-Systems vince il suo secondo German Innovation Award con AxProtector Javascript

    Wibu-Systems, ha vinto il German Innovation Award 2022 con AxProtector JavaScript. La giuria ha scelto di premiare questo sofisticato software di protezione, in riconoscimento della sua capacità innovativa di crittografare e concedere in licenza le applicazioni native...

  • A SPS Italia 2022 parliamo di cybersecurity con Stormshield

    A SPS Italia 2022 Automazione Oggi ha intervistato Davide Pala, pre-sales engineer di Stormshield. Automazione Oggi: Qual è lo stato normativo attuale in tema di cybersecurity industriale? Quali sono le conseguenze di questa situazione, quali misure e migliorie sarebbero...

  • Axitea gioca in squadra con Benetton Rugby

    Axitea, che opera come Global Security Provider sul mercato italiano e internazionale, ha siglato una partnership con Benetton Rugby, società sportiva di fama internazionale, tra le principali in Italia. L’accordo prevede la fornitura di servizi di sicurezza a...

  • Ultimo appuntamento con la Carta delle Idee di UR

    Si è concluso oggi il percorso a tappe di comunicazione e valorizzazione della Carta delle Idee della Robotica Collaborativa di Universal Robots. L’appuntamento odierno – il quarto – ha posto al centro del dibattito 2 temi strettamente...

Scopri le novità scelte per te x