Reattore dimostrativo per produrre amminoacidi in serie

 
Pubblicato il 25 febbraio 2020

I ricercatori dell’Università di Kyushu (Giappone) hanno sviluppato un compatto reattore chimico dimostrativo capace di effettuare la sintesi di aminoacidi in modo continuo e ad alta efficienza. Utilizzando energia elettrica, il reattore è in grado di operare partendo da materie prime provenienti da biomassa e costituite da acidi più semplici e acqua.

Gli aminoacidi, che sono i mattoni di base delle proteine, sono anche fondamentali in molte attività produttive e sono utilizzati, per esempio, come additivi per mangimi, esaltatori di sapidità, integratori alimentari e prodotti farmaceutici.

Il reattore di flusso dimostrativo costruito dai ricercatori dell’Università di Kyushu converte in modo continuo le materie prime in aminoacidi attraverso reazioni elettrochimiche a bassa temperatura. Scegliendo la giusta combinazione di catalizzatori e materie prime, attraverso l’energia fornita dall’alimentazione elettrica, i ricercatori hanno raggiunto una sintesi altamente efficiente di aminoacidi.

Secondo i ricercatori, questo metodo per produrre aminoacidi richiederebbe meno risorse rispetto ai sistemi attuali e potrebbe essere ulteriormente ampliato in futuro. Gli attuali metodi per la produzione artificiale di aminoacidi si basano sulla fermentazione ottenuta attraverso microorganismi.

I ricercatori di Kyushu sono riusciti a sintetizzare diversi tipi di aminoacidi utilizzando materie prime abbondati e catalizzatori facilmente reperibili. In particolare, è stata scelta una combinazione di biossido di titanio, come catalizzatore, e un composto organico chiamato alfa-chetoacido come materia prima in grado di fornire azoto.

Il biossido di titanio è ampiamente disponibile e l’acido utilizzato può essere facilmente estratto dalla biomassa legnosa. L’idrogeno necessario alla reazione è stato generato durante il processo di sintesi, come normale sottoprodotto del funzionamento degli elettrodi in acqua, e il reattore ha permesso la produzione di sette aminoacidi: alanina, acido aspartico, acido glutammico, glicina, leucina, fenilalanina, tirosina.

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • Nuovo standard 10Base-T1L: è cambiato qualcosa?

    Vediamo in questo articolo i fondamenti del nuovo standard 10Base-T1L e i prodotti relativi, a loro volta rilevanti nella scelta dei dispositivi di connessione adatti alle varie applicazioni. Con 10Base-T1L gioca inoltre un ruolo importante la trasmissione...

  • Anipla: fare cultura tecnica e scientifica nel 2022

    Si è ufficialmente aperta la campagna di iscrizioni 2022 di Anipla, l’Associazione Nazionale Italiana Per L’Automazione. Le parole di Andrea Boraschi, Presidente dell’Associazione, illustrano bene gli obiettivi e l’impegno che caratterizzano il lavoro di Anipla: “Egregi tecnici, ingegneri, appassionati....

  • Ethernet/IP integra il layer fisico Ethernet-APL per l’automazione di processo

    ODVA, l’organizzazione che promuove e sviluppa gli standard internazionali basati su CIP (Common Industrial Protocol), fra cui EtherNet/IP e DeviceNet, ha annunciato ieri in conferenza stampa che la specifica Ethernet/IP verrà ulteriormente sviluppata per consentire alle reti...

  • Valvole e attuatori nell’era della connettività

    Le tendenze tecnologiche nel settore valvole e attuatori vedono in primo piano la digitalizzazione e la connettività che, unitamente alla sensoristica, stanno trasformando il modo di progettare, installare, gestire e fare manutenzione di questi dispositivi. Che diventano...

  • La produzione prende forma grazie alla robotica

    Nel settore industriale, l’automazione dei processi ha acquisito un ruolo sempre più importante lungo l’intero flusso di lavoro. Carol Richter, product manager di Reichelt Elektronik, spiega come i cambiamenti in atto nel campo della robotica possano contribuire...

  • People for Process Automation

    Fondata in Germania nel 1953, Endress+Hauser è un fornitore di riferimento su scala mondiale di strumentazione, soluzioni e servizi per l’automazione industriale, grazie alla sua ampia gamma di strumenti per misure di processo e alla sua forte...

  • Automazione per impianti modulari: realtà o visione?

    La fase di ripartenza post-Covid lascia intravedere segnali di novità anche per quanto riguarda l’innovazione e l’automazione di impianti che dovranno rispondere alle sfide imposte dalla pandemia. Le nuove esigenze non riguardano solo l’industria manifatturiera ma anche...

  • Softing gateway IIoT SmartLink
    Gateway IIoT di Softing per impianti di processo

    Il gateway smartLink HW-DP di Softing Industrial Automation offre un accesso alle reti Profibus DP indipendente dal controllore. I dati per l’ottimizzazione dei processi sono ora disponibili anche tramite un’interfaccia OPC UA, oltre che tramite Hart IP...

  • MTP, quando l’automazione di processo incontra Industria 4.0

    In piena trasformazione digitale, il concetto di produzione modulare applicato all’industria di processo consente un time-to-market ridotto e una maggiore flessibilità. L’utilizzo dello standard MTP (Module Type Package), promosso dagli enti di normazione Namur e Zvei, aumenta...

  • Interruttori di sicurezza per una protezione efficace

    In ambito produttivo, specialmente nell’industria di processo, è molto comune dover operare in ambienti pericolosi e le prestazioni dei dispositivi di sicurezza diventano di importanza capitale. Per questo, R. Stahl produce dei sezionatori che vanno oltre la...

Scopri le novità scelte per te x