Pilz presenta myPNOZ: la nuova generazione di relè di sicurezza con struttura modulare

Pubblicato il 18 gennaio 2021

Nel 2021, in piena era della digitalizzazione, Pilz aggiunge una nuova tappa nella sua storia di pietre miliari per l’automazione sicura: un processo innovativo e standard dal punto di vista digitale, comprendente creazione, simulazione, ordine e messa in servizio completi, è la caratteristica essenziale di myPNOZ. Il membro più giovane della famiglia è quindi il primo relè di sicurezza in dimensione di lotto 1.

Utilizzando il tool online myPNOZ Creator, i clienti ‘assemblano’ il proprio relè di sicurezza myPNOZ per la prima volta in autonomia e ricevono il “loro” prodotto preassemblato e pronto per l’installazione, quindi in dimensione di lotto 1. Totalmente innovativo è il processo di creazione, ordine e consegna fino alla messa in servizio finale: grazie a myPNOZ Creator i clienti letteralmente “creano” la soluzione di sicurezza conforme alla propria analisi dei rischi. Il risultato è un prodotto su misura la cui funzionalità è determinata dalla sequenza dei moduli e fornito in modalità ‘ready to install’. La struttura logica, la rinuncia a parti non necessarie come pure il processo snello per quanto riguarda configurazione e ordinazione di myPNOZ in confronto ai relè di sicurezza tradizionali già presenti sul mercato, tutto questo offre agli utenti vantaggi evidenti.

myPNOZ Creator: il tool online semplice e intuitivo
In qualità di applicativo online integrato, myPNOZ Creator rende disponibili agli utenti le funzioni Editor logico, una vista hardware con editor, simulazione e documentazione. All’interno di Creator, l’utente, o meglio il cliente, ‘assembla’ la propria soluzione completa realizzata in base alle esigenze specifiche, realizzando il “suo” prodotto su misura attingendo a un vasto range di possibilità. Non sono indispensabili conoscenze in ambito software (per la programmazione o la creazione): mediante l’ordine di inserimento è già definita la logica di collegamento delle funzioni di sicurezza. Il prodotto “virtuale” così generato viene, in un secondo momento, ordinato, preassemblato da Pilz, configurato, testato e quindi consegnato pronto per essere installato come sistema pre-configurato. Non sono necessarie competenze di programmazione e nemmeno un software per l’impostazione, la messa in servizio e la sostituzione. L’onere di cablaggio e anche il fabbisogno di spazio all’interno del quadro elettrico sono minimi.

A pochi passi dalla sicurezza
Grazie a myPNOZ Creator, l’utente riceve un relè di sicurezza personalizzato: se in base alla valutazione dei rischi sono noti numero e tipologia dei movimenti pericolosi, costruttori di macchine e impianti sviluppano le prime idee per minimizzare i rischi. myPNOZ Creator supporta questo processo in modo logico: l’utente definisce numero, tipo e logica delle funzioni di sicurezza e segue una procedura semplice e intuitiva. A seconda del requisito di sicurezza, il cliente commuta arresto di emergenza, riparo mobile, barriera fotoelettrica realizzando anche collegamenti AND/OR logici. Per tutto questo è sufficiente attenersi ad alcune regole fondamentali: ogni collegamento AND logico deve avere almeno un’uscita che l’utente aggiunge con facilità all’interno di myPNOZ Creator. Se il tool riconosce un errore logico nella sequenza delle funzioni di sicurezza, viene visualizzato un semaforo rosso; nel caso in cui il collegamento è corretto, la luce sarà verde. L’utente ha la possibilità di impostare un numero a piacere di funzioni di sicurezza e definire dettagli, come ad esempio un ritardo all’eccitazione o alla diseccitazione.

In modo analogo, l’utente può identificare zone di sicurezza supplementari nell’impianto e assegnare loro un’uscita che vorrà attivare, ad esempio, con due secondi di ritardo. Contemporaneamente, ha la possibilità di specificare le condizioni in base alle quali l’impianto dovrà ripartire dopo un arresto. Qualora l’utente intendesse testare la risposta richiesta al relè, all’interno di myPNOZ Creator è possibile ad es., tramite la simulazione, attivare una barriera fotoelettrica e verificarne direttamente la reazione.

Ordinare il prodotto premendo semplicemente un tasto
Se i collegamenti logici selezionati sono validi, myPNOZ Creator calcola in automatico i moduli necessari e la sequenza di inserimento richiesta. In aggiunta alla documentazione, l’utente riceve uno schema di cablaggio: in pratica, con la semplice pressione di un tasto, ora ha la possibilità di ordinare il proprio myPNOZ nella configurazione desiderata. Insieme alla consegna del relè di sicurezza preconfigurato e pronto all’installazione, il cliente riceve la cosiddetta “Cause and Effect Table”, ovvero una matrice tecnica a supporto della messa in servizio. La consegna include inoltre un codice tipo con la descrizione del prodotto in modo tale che, in caso di necessità, sia possibile procedere a un nuovo ordine del medesimo prodotto in qualsiasi momento.

Sinergie tra tradizione e progresso: in un unico prodotto
In myPNOZ sono fusi il know-how in materia di sicurezza conseguito da Pilz in decenni di esperienza nel settore e le caratteristiche di comprovata efficacia di tutti i relè di sicurezza della gamma PNOZ, quali affidabilità, sicurezza, semplicità di impiego e gestione intuitiva in fase di installazione e manutenzione in aggiunta a una diagnostica rapida e intuitiva.

Fondamentalmente, anche la nuova famiglia di prodotti myPNOZ resta pur sempre un relè di sicurezza. Lato hardware, myPNOZ è costituito da un modulo principale con moduli di espansione “plug-in”. Il modulo principale ha integrate alimentazione e anche una funzione di sicurezza di livello superiore. Ciascun modulo di ingresso è in grado di monitorare fino a due funzioni di sicurezza. La funzione del myPNOZ personalizzato risulta dai collegamenti logici definiti; la logica di sistema viene determinata dalla sequenza di inserimento e dall’impostazione dei selettori rotativi.

Quindi, il dispositivo preassemblato in base alle esigenze specifiche, si rivela unico per tipologia, modularità e flessibilità: l’innovativo relè di sicurezza è un dispositivo semplice da utilizzare, flessibile e modulare, dotato di una logica di combinazione interna, in grado di fare a meno di un software di engineering oltre a rivelarsi particolarmente idoneo per applicazioni di sicurezza in ambiti di semplice e media complessità a partire da 2 fino a un massimo di 16 funzioni di ingresso sicure. MyPNOZ combina quindi le caratteristiche di un relè di sicurezza di facile impiego, flessibile e modulare con una logica di combinazione interna. Grazie al collegamento logico delle funzioni di sicurezza sulla base della sequenza di inserimento e all’onere di cablaggio fortemente ridotto, myPNOZ si dimostra particolarmente efficiente nell’utilizzo. myPNOZ è inoltre in grado di fare completamente a meno di un software di engineering.

MyPNOZ segue una nuova prospettiva e un nuovo modo di pensare in termini di struttura, collegamento delle singole funzioni e procedura generale del processo di creazione, simulazione, ordinazione e consegna. L’aspetto di maggiore interesse è rappresentato dalla nuovissima logica interna del prodotto: grazie alla struttura modulare, con myPNOZ è possibile monitorare numerosi sensori di sicurezza senza dovere cablare, come avveniva in passato, un numero elevato di relè.

Vantaggi anche con un budget ridotto
MyPNOZ è lo sviluppo successivo e conseguente dei relè di sicurezza classici con evoluzione alla dimensione di lotto 1. Assolutamente innovativa è la personalizzazione del prodotto che include un processo di creazione, simulazione e ordine finora mai sperimentato a cui si aggiungono un supporto e un’assistenza al cliente di nuova concezione per quanto riguarda il processo di messa in servizio. In linea generale, myPNOZ è da intendersi destinato a costruttori di macchine e impianti e a chi si occupa di automazione in ogni settore e che necessitano di un range di funzioni di sicurezza compreso tra 2 e 16 max e non intendono implementare alcun software di engineering.

Ne beneficiano in particolare le piccole e medie imprese che, per varie ragioni, non intendono impostare nessun software nel proprio quadro elettrico (eccezion fatta per il sistema di controllo delle macchine). Ovviare a costi e tempi di manutenzione, nessun tecnico di sistema esterno, risparmiare in formazione software per il personale: questi sono tutti vantaggi economici. A ciò si aggiunga che anche la sostituzione dei moduli ha un effetto ottimizzante sui costi: se solo un modulo è guasto o difettoso, è necessario sostituire unicamente quel modulo e la macchina riprende a funzionare.

Inoltre, myPNOZ non trascura nemmeno di pensare a quei produttori di impianti per i quali non vale (ancora) la pena di installare moduli compatti configurabili come PNOZmulti 2 ma che vorrebbero impostare più funzioni di sicurezza con una logica paragonabile a quella della programmazione software. In ultima istanza, myPNOZ si rivolge anche a quegli utenti che già utilizzano relè di sicurezza convenzionali come ad esempio PNOZsigma ma che con myPNOZ hanno a disposizione un sistema più efficiente e flessibile per le loro esigenze attuali.

myPNOZ o “solo” PNOZ?
La “regola del pollice” è la seguente: una o due funzioni di sicurezza, come ad esempio arresto di emergenza e riparo mobile, potranno essere realizzate anche in futuro in modo ottimale e conveniente grazie a un relè di sicurezza classico. Tuttavia, myPNOZ dovrebbe essere assolutamente preso in considerazione per funzioni di sicurezza controllate in numero compreso tra 2 e 16 max, in qualità di alternativa efficiente e conveniente. Se paragonato ai relè comunemente in uso, myPNOZ rappresenta in questo segmento la variante maggiormente flessibile e più efficiente da implementare.

Già a partire da due funzioni di sicurezza è raccomandabile operare un confronto tra myPNOZ e PNOZsigma. In presenza di un retrofit semplice di presse con arresto di emergenza e riparo mobile sicuri, un relè di sicurezza standard PNOZ sarebbe, a prima vista, sufficiente. Nel caso in cui, però, si aggiungesse una barriera fotoelettrica o il concept di sicurezza dovesse tenere in considerazione zone differenti, è consigliabile l’impiego di myPNOZ. Ciò vale analogamente per impianti con due zone che l’operatore intende gestire in modo diverso dal punto di vista tecnico-tecnologico della sicurezza. In ultima istanza, una soluzione di sicurezza conveniente non deve fermare tutto l’impianto ma solo una parte in caso di emergenza.

Task questi che è possibile ‘comporre’ in modo rapido e risolvere con semplicità grazie a myPNOZ, almeno per quanto concerne i sistemi personalizzati forniti preassemblati che devono essere solo installati e collegati. Gli impianti entrano più rapidamente in funzione, nel processo si osserva una riduzione considerevole di guasti ed errori consentendo a fabbricanti e operatori un risparmio economico e di tempo. Qualora si presentasse la necessità di realizzare un progetto paragonabile a uno esistente, è possibile prenotare nuovamente la stessa soluzione myPNOZ tramite il codice tipo che viene fornito alla consegna. Struttura e flessibilità del sistema generale consentono di implementare con semplicità eventuali adattamenti e modifiche. Fondamentalmente, myPNOZ è concepito in modo tale che, se necessario, la logica interna può essere modificata o estesa con immediatezza tramite la sequenza di inserimento.

In conclusione
Grazie a myPNOZ, il relè di sicurezza modulare, ai clienti si spalanca un mondo di possibilità per la realizzazione di soluzioni “tailor-made”. Le caratteristiche fondamentali di un dispositivo PNOZ restano inalterate: sicurezza, semplicità, gestione intuitiva in fase di installazione e manutenzione in aggiunta a una diagnostica rapida e immediata. Sono proprio queste caratteristiche a facilitare l’upgrade dei clienti da una soluzione a relè esistente a quella con myPNOZ. L’approccio personalizzato “pay what you need” di myPNOZ garantisce un rapporto costi-benefici ottimale, rendendo il relè di sicurezza attrattivo sia rispetto ai relè di sicurezza tradizionali, sia con particolare riferimento alle proposte presenti sul mercato.



Contenuti correlati

  • sicurezza AI Axitea
    AI e sicurezza: come prevenire gli infortuni sul lavoro

    Di Marco Bavazzano, Amministratore Delegato di Axitea Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle...

  • Sicurezza: normative e legislazioni, come farvi fronte

    La sicurezza è un concetto: bisogna imparare a conoscerlo e a diffondere la cultura della sicurezza. Normative e legislazioni servono e sono doverose in ogni attività produttiva, ma vanno comprese nel loro senso più profondo. Per aumentare...

  • Panasonic a SPS Italia 2024: trasformazione digitale e benefici concreti per gli OEM ed end user

    Panasonic Industry si avvale di partner specialisti, con competenze avanzate di data science e tecniche di machine learning/AI, per affiancare gli OEM nel loro percorso di trasformazione digitale e per abilitarli a fornire servizi di valore agli utenti finali. Adottando...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • Refrigeranti A3 ABB
    ABB, conformità con i gas refrigeranti A2L e A3

    Nel mondo della produzione di unità HVACR, la sicurezza è sempre al primo posto, soprattutto quando si tratta di refrigeranti di categoria A2L e A3, dove i rischi sono elevati e di varia natura. Per garantire la...

  • AI e sicurezza fisica: come prevenire gli infortuni sul lavoro secondo Axitea

    Ciclicamente, e con dispiacere, ci troviamo a leggere o ascoltare di storie di infortuni sul lavoro che hanno purtroppo spesso un epilogo tragico, con conseguenti bilanci, commenti e iniziative sulle misure da intraprendere per evitare che tali...

  • Anteprima SPS Italia 2024: intervista a Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia

    Siamo qui con Cinzia Bonomini e Marco Pelizzaro di Pilz Italia, in vista della sua partecipazione a SPS Italia 2024 di Parma, il prossimo 28-30 maggio, per capire qualcosa in più della sua filosofia e cosa porterà in...

  • Carico, scarico e movimentazione di pannelli in totale sicurezza

    Per aggiornare un sistema automatico di movimentazione dei pannelli, nell’ambito della linea di produzione di componenti per l’industria dell’arredo di Mobilpref, l’azienda Robota, specializzata nella lavorazione del legno, ha utilizzato la tecnologia di sicurezza di Schmersal. Leggi...

  • Metaverso e mondi virtuali per le imprese

    Si diffonde la convinzione che l’industria sia uno dei settori più rilevanti di impatto del metaverso. I dirigenti del settore manifatturiero sembrano fiduciosi che il Metaverso Industriale possa rappresentare una grande promessa per il settore. I casi...

  • Safety e Security: anticorpi degli impianti

    Gli attacchi informatici sono in continua crescita dato che organizzazioni criminali si introducono nelle reti per rivendere le informazioni illegalmente ottenute o causare disservizi a ben specifici bersagli da danneggiare… Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x