Monitorare in cloud il microclima di musei e archivi con i datalogger MSR proposti da SIS.AV:

Pubblicato il 5 marzo 2021

Le opere d’arte e i reperti archeologici devono essere conservati nelle condizioni ottimali per il mantenimento del loro stato e del loro valore. Per questo motivo è bene monitorare costantemente parametri quali temperatura, umidità, luminosità è di fondamentale importanza.
Grazie al datalogger MSR385WD e ad MSR Smart Cloud di MSR Electonics, proposto in Italia da SIS.AV., è possibile monitorare questi dati in tempo reale ovunque ci si trovi.

Il monitoraggio in tempo reale grazie a smart cloud
Nell’agosto 2016 è stata inaugurata l’esposizione archeologica permanente del Museo Nazionale Svizzero. Con l’inaugurazione di questa esposizione permanente il Museo Nazionale ha iniziato ad utilizzare il nuovo sistema wireless dei datalogger MSR, che offre una maggiore libertà rispetto al passato, rendendo superflua la lettura separata dei valori misurati.
Grazie all’applicazione MSR SmartCloud la trasmissione dei dati misurati avviene attraverso la rete mobile, facilitando il controllo sicuro e continuo dei valori climatici.

Il cuore del sistema è il datalogger MSR385WD che ha un modulo ricevitore a banda GSM integrato attraverso il quale riceve e memorizza i dati da un massimo di dieci moduli trasmettitori. Sul display possono essere visualizzati contemporaneamente fino a dieci moduli trasmettitori. I moduli trasmettitori (MSR385SM) nel modello di alloggiamento più piccolo pesano circa 25 g e misurano appena 35 x 55 x 25 mm; potendo essere collocati nel vano di climatizzazione delle vetrine e delle teche. Con un diametro di soli 6 mm e una lunghezza di 23 mm, il sensore è appena visibile.

I dati misurati nella mostra “Archeologia in Svizzera” vengono trasmessi direttamente dal modulo trasmettitore ad un ricevitore a soffitto (MSR385WD), collegato a Internet e che trasmette i dati al MSR SmartCloud. Questa soluzione cloud gestita da MSR Electronics GmbH memorizza i valori misurati in un database. In questo modo i valori di misurazione in tempo reale di più dati possono essere visualizzati dal personale autorizzato tramite l’accesso a Internet. Così, tutte le informazioni desiderate possono essere controllati tramite MSR385WD con pochi clic, dovunque tu sia. I dati provenienti da diverse vetrine possono essere definiti come un gruppo e recuperati collettivamente.

Nel caso degli oggetti in prestito alla mostra, i dati misurati sono messi insieme per il singolo prestatore. Inoltre, per ciascun sensore di misura possono essere settati trigger di allarme. Se viene superato un valore il sistema invia un avviso via e-mail, che consente al responsabile di reagire tempestivamente.
L’utilizzo dei datalogger MSR con sensori wireless ha reso significativamente più facile il controllo climatico nel Museo Nazionale Svizzero. Ad oggi il museo ha adottato questo sistema di monitoraggio sia per la mostra archeologica permanente che per le mostre temporanee, specialmente quelle che comprendono articoli di prestigio.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x