MindSphere World, l’evento dedicato alla sicurezza delle macchine e impianti industriali

Pubblicato il 13 aprile 2023

Si è svolto a Piacenza “Macchine Protette – non c’è più safety senza cybersecurity” promosso da MindSphere World. L’Associazione – che dal 2018 si fa promotrice dello sviluppo digitale del settore industriale e che riunisce un network di professionisti dell’IT, dell’OT ed esperti di automazione industriale – ha affrontato il tema della cybersecurity con enti istituzionaliAssociazioni di categoriaCompetence Center e professionisti di alto profilo come il Generale Paolo Poletti – Presidente di Securitalia Security Solutions ed ex Vicedirettore dell’Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna (AIS). Una serie di incontri lungo tutta la giornata che hanno permesso ai partecipanti di approfondire in maniera eterogenea le norme, le competenze e gli strumenti utili ad alzare il livello di sicurezza delle reti.

Macchine Protette è stato inaugurato dall’intervento del Generale Poletti che, in considerazione dalle recenti ricerche su scala globale che vedono Government (20%) e Manufacturing (19%) come le categorie maggiormente colpite da cyber attack su territorio italiano, ha sottolineato come gli attacchi cyber sono per lo più compiuti da gruppi di competitor o enti governativi di altri Paesi. Lo scopo è principalmente quello di indebolire il Sistema Paese e di intercettare il know-how delle realtà imprenditoriali. Il motivo è che l’industria è il settore d’avanguardia che traina l’economia mondiale e “nessuno può permettersi di rimanere indietro”, conferma il Generale Poletti. Il Presidente di Securitalia ha poi evidenziato come presto, oltre al comparto industriale, anche la sanità dovrà necessariamente adeguarsi e investire sulla cybersecurity, in previsione della futura telemedicina che porterà ad un’interconnessione dei macchinari e dei sistemi di gestione di tutto il settore. Un trend inevitabile che richiede sicurezza per garantire un elevato ed ottimale stato di safety. Si ricordi che nel mondo a causa di attacchi hacker ci sono stati incidenti sanitari che hanno portato a gravi conseguenze come la morte di alcuni pazienti.

Non c’è dunque safety senza cybersecurity, e gli investimenti europei e di Paesi extraeuropei confermano questa posizione. È infatti previsto che il mercato globale passerà dai 133,3 miliardi di dollari di investimenti nella protezione delle infrastrutture critiche del 2021 a 157,1 miliardi entro il 2026. Investimenti che devono andare di pari passo con standard normativi che mettano in sicurezza costruttori di macchine ed end user. Ecco perché durante la giornata è stato approfondito anche l’aspetto legale. Lo Studio Legale Oddo Lora Gabriele ha presentato alla platea le direttive promosse dal Nuovo Regolamento Macchine – che si riferisce principalmente alla sicurezza dei macchinari – e dal NIS (Network and Information System) 2– che fa riferimento all’affidabilità dei servizi industriali. Queste due normative hanno l’obiettivo di salvaguardare l’integrità della macchina e del dato per garantire un elevato livello di safety. In particolare, nel NIS 2 si parla di affidabilità in termini di sicurezza del software, dell’importanza dell’analisi dei rischi, dei termini essenziali di individuazione delle responsabilità e della proprietà dei dati. Questo a dimostrazione della diretta interconnessione tra OT e IT, che oggi definisce l’Industry 4.0.

A seguire sono poi intervenuti esponenti di Associazioni di categoria come Anipla, Ucima e Ucimu. Oltre ad aziende abilitatrici del digitale nel comparto. Una giornata che ha riscosso un grande successo in termini di partecipazione e di interesse, risultato dell’importanza del tema e della necessità di approfondirlo per l’ottimizzazione di una fabbrica d’avanguardia.

Massimo Veronesi, Consigliere di Anipla ha commentato: “Le intrusioni esterne nelle reti aziendali sono ormai all’ordine del giorno nel contesto di crescenti tensioni internazionali, in cui organizzazioni senza scrupoli usano ogni mezzo per trarre vantaggi per sé o causare problemi ad altri. Le infrastrutture industriali critiche hanno quindi da anni iniziato a difendersi per non pregiudicare la produttività e la sicurezza dell’impianto. Sull’altro fronte però la condivisione dei dati relativi all’esercizio è diventato un fattore chiave per la gestione della produzione, la cui ottimizzazione è sempre più opportuna per assicurare la necessaria competitività internazionale. Risulta pertanto necessario trovare l’equilibrio più adatto in grado di bilanciare le esigenze di informazioni con quelle di sicurezza. In questo contesto gli IEC-Standard di riferimento per la Safety e la Security costituiscono una solida base sulla quale costruire la robustezza (tecnica e procedurale) necessaria per ridurre il rischio di incidenti, o difendere ciò che è stato fatto qualora si verificassero”.

Matteo Marconi, Consulente su normativa, sicurezza ed export di Ucima, è poi entrato nel dettaglio dei dati rilevati a livello nazionale affermando: “È chiaro che ci troviamo sotto una nuova forma di attacco alle aziende, è sotto gli occhi di tutti, ma dobbiamo leggere questo incremento esponenziale degli attacchi informatici anche in un’altra ottica, quella Industriale, non solo IT ma nel mondo OT. Gli operatori e tecnici IT e OT devono collaborare! Il 94% degli attacchi a sistemi IT ha portato anche a blocchi nei sistemi OT, che significa blocchi di produzione e quindi fabbriche, linee ferme, per una mancanza o troppa integrazione non gestita tra le reti IT ed OT. Viceversa. un accesso dalla rete OT delle macchine, ormai tutte interconnesse e dotate di sistemi di assistenza remota, può portare ad una invasione del mondo IT”.

“Ucimu – Sistemi per Produrre, così come le sue Aziende Associate, ritiene che la sostenibilità – economica, sociale ed ambientale – sia un valore irrinunciabile per il settore italiano della macchina utensile. Rinunciare alla sicurezza significa minare alla base tale valore, sia per quanto riguarda il valore dato dalla componente fisica del manifatturiero, sia per quanto riguarda la sua componente digitale, con impatto sulla efficacia, l’efficienza e la resilienza delle aziende (fornitrici o utilizzatrici di macchine) e dell’economia nazionale” ha concluso poi il Responsabile della Direzione Tecnica di UcimuEnrico Annacondia

Andrea Gozzi, Segretario Generale di MindSphere World ha poi concluso “la grande partecipazione di pubblico a Macchine Protette dimostra quanto il tema della cybersecurity sia sentito dal mondo dell’industria. Con la nostra Associazione abbiamo voluto rispondere a questa necessità e ci siamo attivati per supportare il mercato delle macchine e impianti industriali nel processo di adozione di buone pratiche e di buone tecnologie per la sicurezza informatica. A Macchine Protette abbiamo imparato che i costruttori di macchine devono riorganizzarsi per offrire servizi efficaci al mercato, ed in alcuni casi obbligatori secondo le nuove normative.  Come la distribuzione di aggiornamenti di sicurezza informatica per gli impianti, o la certificazione della affidabilità, anche dal punto di vista cibernetico, dei loro fornitori. Di grande utilità sono state le indicazioni ricevute dagli esperti intervenuti in merito all’importanza della formazione del personale e della gestione degli aspetti legali e contrattuali considerando anche il rischio di un data breach che si può propagare verso i propri clienti”.

 



Contenuti correlati

  • Wibu-Systems vince il German Innovation Award 2024 con AxProtector CTP

    Wibu-Systems annuncia che il suo innovativo AxProtector Compile Time Protection (CTP) è stato insignito del German Innovation Award 2024. Questo prestigioso riconoscimento, conferito dal German Design Council – un organismo istituito dal Parlamento Tedesco e coadiuvato da...

  • Le reti industriali nell’Era dell’Edge Computing, del 5G e della cybersecurity

    I fattori trainanti delle reti industriali includono Industria 4.0, IIoT, comunicazioni Machine-To-Machine e wireless. Intorno a Edge Computing, 5G e Cybersecurity si stanno giocando le sfide più interessanti. Leggi l’articolo

  • GenAI_Dell
    GenAI: hype o tecnologia pronta a rivoluzionare i settori industriali?

    L’AI generativa (GenAI) e l’AI trasformeranno in modo significativo interi settori industriali nel prossimo futuro. Questo quanto dichiarato dall’81% degli intervistati della ricerca Dell Technologies Innovation Catalyst. Una percentuale che sale al 91% per le aziende che...

  • Olimpiadi Fanuc della robotica, vince l’IIS Marzotto-Luzzatti di Valdagno

    La seconda edizione delle Olimpiadi Fanuc della Robotica, concorso di robotica industriale rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado e agli Istituti Tecnici Superiori, ideata da Fanuc con il patrocinio di Politecnico di Milano, Anipla,...

  • Le principali evidenze del 2024 Cloud Security Report

    Man mano che le organizzazioni sviluppano e implementano un maggior numero di applicazioni cloud, la sicurezza diventa più problematica. Molte realtà stanno, infatti, adottando un approccio ibrido o multi-cloud, ne consegue l’ampliamento della superficie di attacco e...

  • Sicurezza e rischi nell’era digitale

    Rischi e pericoli sulle macchine cambiano con l’evoluzione della tecnologia: il nuovo Regolamento Macchine adegua la normativa ai requisiti relativi ai sistemi con algoritmi evolutivi, digitalizzazione, robotica, software e cybersecurity Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il...

  • Dynatrace_cybersecurity_Ciso
    I problemi di allineamento tra i Ciso e i vertici aziendali espongono le organizzazioni ai rischi informatici

    Dynatrace ha pubblicato il report annuale sui Ciso. Il rapporto di quest’anno, “Lo stato della sicurezza delle applicazioni nel 2024”, rivela che le organizzazioni sono alle prese con barriere di comunicazione interna che ostacolano la loro capacità...

  • Più sicurezza offshore

    TotalEnergies ha sostituito la tecnologia legacy delle proprie piattaforme petrolifere nel Mare del Nord con la rete OT di Allied Telesis, per migliorare safety e prestazioni e garantire un funzionamento efficiente dell’infrastruttura critica TotalEnergies, azienda multi-energy globale,...

  • Advantech a SPS Italia 2024 per ottimizzare il futuro del mondo industriale

    Il mondo industriale sta vivendo un’epoca di profondi cambiamenti, mossi dall’incessante avanzamento tecnologico e dalla costante ricerca di soluzioni ottimali. In questo contesto dinamico e in continua evoluzione, Advantech si pone come un faro di innovazione e...

  • È sempre meglio non fidarsi

    Un’impresa non dovrebbe automaticamente fidarsi di nessun end-point che abbia origine all’interno o all’esterno dei suoi perimetri: è la regola Zero Trust Network Mondo iper-connesso, attori malintenzionati che cercano di intrufolarsi nei sistemi aziendali per ottenere dati...

Scopri le novità scelte per te x