L’Italia è al 24esimo posto tra i paesi più vulnerabili ai crimini informatici

L’indice di rischio informatico di NordVPN suggerisce che i crimini informatici aumentino con gli stipendi e con il tempo passato online.

Pubblicato il 17 giugno 2020

I residenti italiani hanno un rischio moderato di diventare vittime di reati informatici, secondo il nuovo Cyber Risk Index (Indice di Rischio Informatico) di NordVPN. L’Italia ha un’economia ad alto reddito, infrastrutture tecnologiche avanzate, urbanizzazione e digitalizzazione. Purtroppo, questi stessi fattori aumentano l’incidenza dei crimini informatici.

Il Cyber Risk Index di NordVPN prende in considerazione 50 paesi che comprendono il 70% della popolazione mondiale. L’Italia si classifica al 24esimo posto tra i paesi analizzati per vulnerabilità ai crimini informatici.

Paese CRI
20 Corea del Sud 0.556
21 Germania 0.530
22 Brasile 0.519
23 Austria 0.503
24 Italia 0.500
25-26 Arabia Saudita 0.484
25-26 Spagna 0.484
27 Grecia 0.481
28 Malaysia 0.479
29 Repubblica Ceca 0.474

 

Cosa aumenta il rischio informatico in Italia

Gli italiani rientrano in una fascia di rischio informatico moderato a causa di un’esposizione piuttosto significativa alle minacce informatiche: “I cybercriminali non cercano vittime, cercano opportunità, proprio come i borseggiatori nei luoghi affollati,” afferma Daniel Markuson, esperto di privacy digitale presso NordVPN. “Passa abbastanza tempo in un autobus pieno, e un borseggiatore ti urterà ‘per sbaglio’. Stesso discorso per la rete. Il rischio informatico al quale ti esponi aumenta  ogni ora in più trascorsa online.”

Il Cyber Risk Index di NordVPN mostra che l’Italia ha una densità di Wi-Fi pubblico estremamente elevata, la seconda più alta a livello globale. “Le connessioni wi-fi sono notoriamente insicure; pertanto, un paese con così tante reti wi-fi pubbliche ha un rischio molto più alto di criminalità informatica,” continua . Oltretutto, l’Italia ha un livello moderato di criminalità generale.

Cosa riduce il rischio informatico in Italia

L’Italia si classifica al 25° posto nel Global CyberSecurity Index. Il Global CyberSecurity Index (Indice Globale di Sicurezza Informatica) è calcolato in base a fattori legali, tecnici, organizzativi e relativi alla capacity building (sviluppo delle capacità) a livello nazionale.

Tuttavia, l’infrastruttura della sicurezza informatica ha un impatto limitato sul crimine informatico. “La gestione del rischio informatico a livello nazionale è ovviamente importante, ma difficilmente fa miracoli da sola. La sicurezza online deve essere trattata individualmente. Comprendere ciò che aumenta il rischio informatico — ovvero considerare fattori importanti quali il tempo trascorso online e il reddito — è un passo fondamentale verso una vita digitale più sicura” afferma Daniel Markuson.

Questo è un altro motivo per cui l’Italia non è in cima all’elenco dei paesi più vulnerabili. La maggior parte degli Italiani è attiva online, ma il tempo trascorso in rete è inferiore alla media. In aggiunta a questo, 7 Italiani su 10 vivono in città e usano Internet, un valore leggermente più basso rispetto ad altri paesi occidentali. Inoltre, gli Italiani in media viaggiano meno all’estero, e soltanto una piccola percentuale di loro guarda VoD.

Media Italia
Diffusione Internet 79% 74%
Diffusione Smartphone 65% 71%
Diffusione eCommerce 69% 65%
Diffusione Facebook 58% 59%
Diffusione Instagram 29% 35%
Diffusione VoD 29% 22%
Diffusione Giochi Online 11% 11%
WiFi per 100 abitanti urbani 2.7 7.1
Tempo trascorso su Internet 6:30 6:04
Popolazione urbana 76% 70%
Stipendio medio mensile in dollari US 2,600 2,750
Viaggi pro-capite 0.7 0.5
Indice di criminalità 39.39 45.02
Global Cybersecurity Index 0.767 0.837

Il metodo di realizzazione del Cyber Risk Index

NordVPN ha creato l’Indice in collaborazione con Statista, il principale provider di dati di business al mondo. L’Indice è stato creato in tre fasi. Prima di tutto, Statista ha raccolto i dati socio-economici, digitali, informatici e relativi alla criminalità dei 50 paesi selezionati. In seguito, NordVPN ha analizzato l’impatto positivo e negativo dei dati sul rischio informatico e ha calcolato la correlazione tra le prime tre serie di dati (socio-economici, digitali, informatici) e la quarta serie (criminalità).

Infine, ha circoscritto i dati ai 14 fattori più importanti, usandoli per creare l’Indice e classificando i 50 paesi in base al rischio informatico a cui sono sottoposti.

Fattore   Fattore
1 Popolazione urbana 8 Diffusione Giochi Online
2 Stipendio medio mensile 9 Diffusione VoD
3 Turismo 10 Disponibilità Wi-Fi Pubblico
4 Diffusione Internet 11 Diffusione Facebook
5 Diffusione Smartphone 12 Diffusione Instagram
6 Tempo trascorso su Internet 13 Indice di Criminalità
7 Diffusione E-commerce 14 Global Cybersecurity Index



Contenuti correlati

  • Le novità di Delta a Light + Building

    Delta prenderà parte alla fiera Light + Building 2022 che si terrà a Francoforte, in Germania, dal 2 al 6 ottobre. Il Building Automation Business Group di Delta presenterà le sue soluzioni per l’illuminazione con una gamma...

  • Cobot pronti alla connessione con le macchine

    Universal Robots sarà fra i protagonisti della 33.BIMU (Fiera Milano Rho, 12-15 ottobre). UR esporrà all’interno dell’area espositiva RobotHeart mostrando presso il proprio stand e presso quello di alcuni partner, diverse applicazioni che vedono il cobot integrato...

  • Aumentare la produttività aziendale è possibile con i robot lineari intelligenti di Bosch Rexroth

    Dalle merci in arrivo alla produzione, dall’assemblaggio all’imballaggio del prodotto finito, i robot di movimentazione basati su assi lineari sono ormai presenti ovunque all’interno dei flussi di attività aziendali. La Digital Factory, altamente efficiente, ha bisogno non...

  • Rockwell Automation al Forum Meccatronica

    L’edizione 2022 del Forum Meccatronica che si terrà presso le Fiere di Padova il 4 ottobre p.v., vede tra i suoi protagonisti Rockwell Automation. In tale occasione, l’azienda, tra i leader nella fornitura di soluzioni per l’automazione,...

  • Nuovi corsi professionali multilivello

    La formazione  è un elemento imprescindibile per tutte le aziende che vogliono affrontare con successo le sfide presenti in un panorama di mercato sempre più competitivo e diversificato. Seguire dei corsi professionali specializzati permette sia di migliorare la qualità del lavoro, sia ottenere...

  • PTC rilascia Onshape-Arena Connection

    PTC ha annunciato la disponibilità di Onshape-Arena Connection, la nuova funzionalità che permette di collegare le soluzioni cloud-native Onshape, piattaforma di progettazione e sviluppo dei prodotti, e Arena, il sistema dedicato alla gestione del ciclo di vita...

  • B&R tra i protagonisti del Forum Meccatronica

    B&R torna in presenza alla nona edizione della mostra-convegno ‘Forum Meccatronica’, ideato dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e realizzato in collaborazione con Messe Frankfurt Italia. L’azienda sarà tra i selezionati espositori, con uno spazio dedicato all’incontro con...

  • ULMEX e Zecher presentano a K la nuova release di Evolux

    ULMEX partecipa a K 2022 (Düsseldorf, 19-26 ottobre 2022) al fianco di Zecher, tra i leader nella produzione di anilox. Una presenza congiunta che rafforza ulteriormente la partnership che da tempo lega le due realtà. Proprio in...

  • E80Group - Drinktec
    E80 a drinktec 2022 con soluzioni innovative per l’intralogistica

    Una vetrina d’eccellenza affacciata sull’industria globale del settore beverage e liquid food: E80 Group era presente al drinktec, la fiera di riferimento più importante a livello mondiale per tutti gli operatori del settore. Un incontro ai vertici...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

Scopri le novità scelte per te x