Linea di produzione unica grazie al centro di lavoro Emco

Pubblicato il 13 settembre 2022
Emco Komatsu

Una fresatrice a montante mobile Ecomill di Emco Mecof è in produzione presso Komatsu Germania ad Hannover dal marzo 2021. Il produttore di macchine da cantiere sostituisce così due vecchi centri di lavoro, risparmiando spazio prezioso e turni di lavoro, aumentando significativamente la produttività.

Il business dell‘ingegneria civile è da molti anni in piena espansione. I moderni veicoli da costruzione che sono adattati in modo ottimale alle diverse esigenze sono di conseguenza importanti. Il gruppo giapponese Komatsu, uno dei principali produttori mondiali, si è affermato in questo mercato da decenni. Questo vale anche per Komatsu Germany GmbH, con sede ad Hannover, che fino al 2002 era conosciuta come Hanomag AG.

Qui sono sviluppati e costruiti per tutta l‘Europa le ruspe e gli escavatori. La filiale tedesca è in crescita da anni. Secondo l‘amministratore delegato Ingo Büscher, la crisi legata al Covid si è sentita leggermente, “ma quest‘anno siamo stati in grado di compensare più che bene con una forte crescita del 70% circa”.

Per lo sviluppo positivo sono decisivi diversi fattori. Ecco uno dei più importanti: Komatsu Germania produce veicoli di qualità superiore che soddisfano i più elevati standard. “Questo è ben noto nel mercato”, afferma Büscher. Un altro fattore è che l‘azienda di Hannover sta progressivamente espandendo i suoi campi di attività oltre il classico movimento terra in aree di applicazioni industriali, tra cui la gestione dei rifiuti, la produzione di acciaio, la movimentazione portuale, ecc.

Ingo Büscher spiega: “Non reinventiamo la ruota per ogni cliente. Le nostre soluzioni si basano sempre su una macchina di base collaudata. Per i nostri clienti e con loro, sviluppiamo in loco ad Hannover delle opzioni per massimizzare la produttività per applicazioni talvolta esotiche. Grazie ai processi altamente digitalizzati, la produzione si svolge in gran parte in processi standard. I nostri clienti sono felici di accompagnare questo processo di sviluppo in collaborazione, perché le soluzioni personalizzate e ben adattate di solito portano ad affari ricorrenti”.

L‘azienda di Hannover è in grado di farlo ed offre molto di più: “I nostri clienti non hanno bisogno delle loro ruspe e degli escavatori in un momento preciso, ma il più presto possibile. I nostri processi interni permettono di produrre e consegnare una macchina da cantiere secondo le richieste del cliente entro quattro settimane dal ricevimento dell‘ordine”, afferma l‘amministratore delegato.

Egli considera due fattori primari come decisivi per ottenere tutto questo. In primo luogo: i dipendenti altamente qualificati, che sono prevalentemente formati all‘interno dell‘azienda, attraverso una formazione duale per diventare operai specializzati o attraverso corsi di studio duali e di altro tipo per diventare ingegneri o titoli simili. Secondo: la digitalizzazione in tutta l‘azienda in interazione con tecnologie moderne e macchine che si caratterizzano per la massima affidabilità, flessibilità e qualità.

Nel marzo 2021, Komatsu Germania ha integrato nella sua produzione meccanica una fresatrice a montante mobile Ecomill di Emco Mecof. La macchina è configurata per la lavorazione in pendolare di componenti che pesano fino a 20 tonnellate e sostituisce due vecchi centri di lavoro. Da un lato, questo ha permesso di risparmiare molto spazio.

Ancora più importante per Ingo Büscher, tuttavia, è la flessibilità e la produttività che ha guadagnato: “Volevamo assolutamente implementare un sistema di produzione su una sola linea. Ciò significa che vari componenti principali dei nostri veicoli da cantiere – come le benne, i bracci, i telai anteriori e posteriori – dopo il processo di saldatura vanno in un centro di lavoro centralizzato. Lì avviene la fresatura di diverse misure di accoppiamenti per i perni di montaggio. Non importa se i componenti sono destinati a una ruspa o a un escavatore e quali sono le loro dimensioni. L‘Ecomill di Emco Mecof lo rende possibile”.

Tuttavia, la strada verso la soluzione attuale non è stata facile. Sono stati necessari numerosi adattamenti al concetto di macchina standard. Per citarne solo alcuni: l‘integrazione digitale nel sistema di controllo della produzione doveva essere garantita al cento per cento. Inoltre, era disponibile solo un‘area ben definita per il centro di lavoro, e la struttura statica del sito di installazione di conseguenza doveva essere calcolata e realizzata con precisione.

Sono state necessarie relativamente poche modifiche al pezzo forte dell‘Ecomill, la testa di fresatura universale flessibile con assi A e B, che lavora con alta precisione sia in orizzontale che in verticale e può essere posizionata in modo continuo. Uwe Urban, responsabile commerciale di Emco per le grandi macchine, lo descrive come il cuore della macchina: “Il design meccanico della nostra testa di fresatura compatta rende possibile l‘utilizzo di utensili relativamente corti. Questo si traduce in una trasmissione di potenza ottimale ed elevata stabilità“. Inoltre, la testa di fresatura universale ha una lubrificazione aria-olio, un raffreddamento ad acqua e un posizionamento automatico preciso al millesimo di grado. Nel complesso, queste innovazioni tecnologiche ci permettono di ottenere una maggiore precisione e produttività sul pezzo”, spiega Urban.

Questo è confermato anche da Matthias Henning, direttore di produzione della sede tedesca di Komatsu, che dimostra il miglioramento della produttività con l‘esempio dei raccordi H8 con un diametro di oltre 100 mm, che devono essere regolarmente inseriti in varie lame: “Il solo tempo di fresatura era di circa 45 minuti sulla macchina precedente. L‘Ecomill ci riesce in 17 minuti”. Inoltre, la fresatrice a montante mobile minimizza i tempi morti perché lavora un componente su un lato mentre l‘operatore prepara il componente successivo sull‘altro lato. Nel CNC, deve solo selezionare il programma giusto e premere il pulsante di avvio. Poi tiene d‘occhio il processo di lavorazione mentre sta già montando un altro componente. Oggi, tutto questo lavoro è svolto da un solo dipendente.

“In passato, in quest‘area di lavoro avevamo tre operai specializzati per due macchine”, afferma Matthias Henning ed è contento di avere ora due operai in più a sua disposizione, che contribuiscono altrove a soddisfare in modo affidabile e flessibile le crescenti richieste dei clienti di Komatsu Germania.

Secondo l‘amministratore delegato Büscher, diversi costruttori internazionali di macchine hanno partecipato alla gara d‘appalto per la fresatrice a montante mobile orizzontale. Ma alla fine della fase finale di sviluppo del progetto, solo Emco è stata convincente.

“Abbiamo riconosciuto Uwe Urban e tutti i dipendenti della Emco come molto competenti e disponibili. Possiamo sempre parlare con loro a mente aperta”, spiega Büscher e aggiunge: “Per questo motivo e grazie all‘approccio sempre orientato alla soluzione di Emco, abbiamo superato tutte le sfide di questo progetto nel miglior modo possibile”.

Questo includeva anche l‘installazione della macchina nel luogo desiderato. Dato che tutte le strade di accesso ai padiglioni erano troppo piccole per il montante mobile, il colosso di 13 tonnellate è stato infine portato dentro attraverso il tetto del padiglione. Uwe Urban, responsabile vendite di Emco per le macchine di grandi dimensioni, spiega: “Di tanto in tanto abbiamo a che fare con problemi di questo tipo e siamo naturalmente felici di fornire supporto con know-how e partner competenti”.

Nel frattempo, è chiaro che l‘affidabilità, la qualità, la flessibilità e la produttività dell‘Ecomill promesse da Emco vengono rispettate al cento per cento anche nella pratica. Ingo Büscher sottolinea quanto questo sia importante: “Se questa macchina si rompe, tutta la nostra produzione si ferma. Quindi ciò non deve accadere”. Emco è stata in grado di assicurarlo anticipatamente in modo attendibile attraverso varie simulazioni e prove pratiche nella propria fabbrica. In questo modo, sia la filiale tedesca di Hannover che l‘importante sede centrale di Tokyo, in Giappone, sono state convinte.

La buona cooperazione non è stata una grande sorpresa né per il direttore di produzione Henning né per l‘amministratore delegato Büscher. Dopo tutto, il primo progetto congiunto con Emco già nel 2017 è andato a buon fine. All‘epoca, Komatsu Germania ha acquistato un centro a montante mobile MMV 3200 e vi lavora ogni anno migliaia di componenti per trasmissioni e assali. L‘azienda altrimenti produrrebbe solo in Giappone questi componenti fondamentali per i veicoli da cantiere, e poiché sia Komatsu che Emco sono interessate a buone relazioni commerciali a lungo termine, sono già previsti ulteriori progetti comuni. Ancora una volta, l‘obiettivo è quello di risparmiare spazio utilizzando la moderna tecnologia di lavorazione e di essere in grado di gestire con affidabilità e flessibilità la maggior parte dell‘aumento degli ordini con il personale specializzato esistente.



Contenuti correlati

  • Digitalizzazione e tradizione per una pizza di qualità

    Con la sua proposta di soluzioni intelligenti per l’industria alimentare, Eaton ha supportato il percorso di trasformazione tecnologica e digitale di diverse aziende. Megic Pizza ha scelto le soluzioni di Eaton per automatizzare e digitalizzare il ciclo...

  • Quattro pilastri della Smart Factory

    I pilastri della Smart Factory, che determineranno la produzione automotive del futuro, comprendono: digitalizzazione, intralogistica, integrazione IT-OT ed ecosistemi industriali. Che cosa bisogna aspettarsi ora in termini di mobilità ambientale. Leggi l’articolo

  • Flexible Manufacturing Digital Roadshow: lo smart manufacturing secondo Omron

    In questa video intervista tratteremo di innovazione. Durante infatti le tre giornate dell’evento Flexible Manufacturing Digital Roadshow, organizzato da Omron presso la sede di Omron Automotive Electronics Italy a Frosinone, è stato possibile sperimentare le tecnologie e le soluzioni...

  • Boom per la Digital Transformation in UE: entro il 2027 si sfioreranno i 900 miliardi di dollari di fatturato

    Digitalizzazione e digital transformation vanno di pari passo con gli investimenti: questo è il concetto che emerge da una serie di ricerche condotte sulle principali testate internazionali dell’universo economico. Le prime conferme in merito giungono da Maximize Market...

  • Clusit diventa partner di Cyber 4.0

    Non esiste digitalizzazione senza sicurezza: questa tesi, alla base delle attività di sensibilizzazione, divulgazione e formazione erogate da Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, è anche il pilastro su cui si basa la neo avviata collaborazione...

  • Affrontare il futuro con l’agritech

    Quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain, si pensa all’industria di nuova generazione. Tuttavia, le nuove tecnologie hanno già fatto il loro ingresso anche nel settore agricolo Leggi l’articolo

  • Come cambiare le carte in tavola?

    Rapidità e affidabilità, queste le caratteristiche che rendono vantaggiosi e performanti i cambi di produzione, oltre ad aiutare i produttori a ridurre gli errori e a sfruttare una pianificazione proattiva delle risorse. Le proposte di ServiTecno Leggi...

  • Tre chiavi per il futuro

    Innovazione, digitalizzazione e sostenibilità: queste le parole chiave della strategia di IMQ per il prossimo futuro, come ha sottolineato l’AD del gruppo, Antonella Scaglia Leggi l’articolo

  • Digitale: pronti ad accelerare?

    La crescita in Italia del mercato del digitale, dopo una forte impennata nel 2021, vive un momentaneo rallentamento dovuto alle incertezze del quadro macro-economico. Tuttavia, le stime a medio termine indicano una fortissima accelerazione della trasformazione digitale,...

  • Ivan Stanzial, Managing Director di Archiva Group
    Migliorare i processi e soddisfare gli obiettivi della trasformazione digitale

    A cura di Ivan Stanzial, Managing Director di Archiva Group Oggi la digitalizzazione dei processi deve porsi tre obiettivi: migliorare la customer satisfaction e l’esperienza utente, aumentare l’efficienza dell’ecosistema aziendale, rendendolo sempre più flessibile e resiliente, e...

Scopri le novità scelte per te x