L’intralogistica flessibile di ROEQ TML200

ROEQ presenta il suo nuovo lifter che, in abbinamento a una gamma di soluzioni integrative come portapallet, carrelli e forcelle, consente di creare processi logistici snelli e flessibili

Pubblicato il 23 maggio 2021

La gamma di prodotti ROEQ per l’intralogistica si arricchisce di nuove soluzioni volte a incrementare produttività, flessibilità e semplicità di messa in opera dei processi di delivery interni.

TML200 è il nuovo modulo sollevatore prodotto dalla società danese ROEQ che sviluppa apparecchiature robotiche mobili standard (MRE) che completano perfettamente i robot mobili automatici (AMR) MiR. TML200 è stato progettato per il MiR250 ed è in grado di raccogliere, sollevare, trasportare e consegnare casse, pallet o merci su scaffali e carrelli, all’interno di magazzini o impianti di produzione.

TML200 viene applicato come modulo integrativo sui robot MiR e con una serie di strumenti addizionali – quali il nuovo portapallet PR250 – è in grado di dare vita a soluzioni di intralogistica flessibili e snelle particolarmente indicate per le PMI con layout in condizioni di elevata saturazione. I porta pallet della gamma PR250 possono essere affiancati creando soluzioni scalabili e venir dimensionati in base all’ingombro delle merci.

A ulteriore arricchimento della gamma di soluzioni ROEQ sviluppate in abbinamento al TML200 vi è il nuovo carrello S-Cart300L, sviluppato per funzionare in perfetta compatibilità con il lifter TML200.
S-Cart300L consente di sollevare e trasportare carichi utili fino a 170 kg, consentendo al MiR250 di manovrare agevolmente anche in condizioni di ridotta trazione sul floor.
Gli operatori possono spostare manualmente il carrello dopo la consegna, poiché non è necessaria alcuna stazione di aggancio. Il carrello si attacca a TML200 utilizzando i coni di centraggio, che sono montati sul modulo superiore.

Come funziona? Il software ROEQ Assist, integrato in ogni soluzione della gamma ROEQ, costruisce le missioni indicando al MiR250 dove dirigersi e al ROEQ TML200 quando sollevare o depositare il carico. Le missioni MiR costruite da ROEQ assicurano che l’ingombro corrisponda a quello di un S-Cart300L o di un mezzo pallet EU, garantendo quindi una piena sicurezza nell’area di lavoro durante il trasporto delle merci. Oltre a questo, ROEQ fornisce le configurazioni di sicurezza per il MiR250, consentendogli di operare collaborativamente con TML200. Inoltre, un sensore sul ROEQ TML200 impedisce che raccolga il carico se il lifter è già stato caricato.

Infine, per agevolare lo spostamento di pallet privi di fondo piatto, ROEQ ha sviluppato le forcelle TML200 collegabili al lifter TML200 e utilizzabili anche in combinazione con i portapallet PR250.
“Le nuove soluzioni che presentiamo oggi in contemporanea mondiale” commenta Shermine Gotfredsen, ROEQ Global Sales Director “hanno tutte un obiettivo comune: semplificare i processi di logistica interna. Sappiamo bene quali sono le sfide che affrontano le aziende: da un lato le limitazioni di budget rendono i magazzini automatizzati molto difficili da implementare. Dall’altro la mancanza di spazio rende necessario adottare soluzioni flessibili e poco ingombranti. L’abbinamento di robotica mobile e prodotti ROEQ, come il lifter TML200, in abbinata agli elementi addizionali PR250, alle forcelle TML200 e al carrello S-cart300L, consentono di dare vita a processi logistici efficienti, flessibili e a costi contenuti. Di fatto possiamo costituire delle stazioni logistiche altamente funzionali e di grande semplicità”.



Contenuti correlati

  • Sick propone smaRTLog: piena trasparenza nel flusso di materiali

    I cicli di trasporto nei processi di intralogistica non solo diventano sempre più flessibili e modulari, ma sempre più spesso si organizzano autonomamente. Affinché questo funzioni, ad esempio per ottimizzare la gestione dell’inventario o la qualità delle consegne, è necessaria...

  • Digitalizzazione della filiera logistica: Vodafone Italia e Alis uniscono le forze

    Vodafone Italia entra a far parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile (ALIS) con l’obiettivo di supportare la transizione digitale delle imprese del trasporto e della logistica con la sua esperienza, raggio d’azione, connettività e tecnologia....

  • Catene del freddo per trasporto di medicinali

    Molti biomateriali, ad esempio per le terapie cellulari e genetiche (CGT) e per i vaccini mRNA altamente efficaci contro il Covid-19 e l’Ebola, richiedono temperature estremamente basse in tutte le fasi della catena di distribuzione, sia per...

  • Nord Drivesystems espande il concetto LogiDrive in nuovi mercati e prodotti

    Nord Drivesystems espande il suo concetto LogiDrive di successo con nuovi mercati e prodotti per offrire a nuove applicazioni l’accesso ai vantaggi di versioni dei motoriduttori standardizzate e ottimizzate per specifici settori. Con la nuova famiglia di prodotti LogiDrive,...

  • Produzione e logistica si affidano all’AI nella robotica secondo OnRobot

    L’intelligenza artificiale (AI) rappresenta un grande potenziale per il settore della robotica, soprattutto quando si tratta di gestire variabilità e imprevedibilità dell’ambiente esterno, anche in tempo reale, come sottolineato dalla Federazione Internazionale di Robotica (IFR) nel suo...

  • Pick2Light: nuovo sito e nuova user experience

    FasThink lancia il nuovo sito Picktolight.it,  un vero e proprio contenitore di tecnologia di nuova generazione in uso nelle più qualificate aziende, di video applicativi e di tantissima innovazione e news nel mondo del manufacturing e logistics...

  • Guardare indietro con facilità con la telecamera IP LCAM 308 di Leuze

    I centri logistici che vogliono essere tutelati anche in caso di guasti o reclami sono al sicuro con la nuova telecamera IP LCAM 308 di Leuze. Consente il monitoraggio visivo di trasloelevatori e linee di trasporto. Anche nei...

  • Pharma 4.0: il ruolo centrale della robotica e dell’automazione

    Nel biomedicale e nelle produzioni altamente regolamentate, sono sempre più utilizzati robot capaci di operare in ambienti sterili, o a contaminazione controllata, e capaci di sopportare cicli intensivi di sanificazione. Un esempio sono le soluzioni robotiche di...

  • L’efficienza delle aziende dipende dall’efficienza dell’intralogistica

    Le aziende cercano di fare più efficienza, puntano a ridurre i costi e aumentare la capacità produttiva. Allo stesso tempo, la produzione ‘just in time’ e personalizzata con i magazzini pieni di scorte non è più sostenibile:...

  • Schneider Electric rilascia EcoStruxure Automation Expert versione 22.0

    Schneider Electric ha presentato la versione 22.0 di EcoStruxure Automation Expert, che amplia ulteriormente le funzionalità del primo sistema al mondo di automazione universale centrato sul software. Nel settore CPG, nella logistica e nel ciclo idrico integrato...

Scopri le novità scelte per te x