Lenze: quando l’innovazione è contagiosa

Pubblicato il 18 dicembre 2019

Capitale della moda, del design e (sempre di più) dell’innovazione, Milano cresce, anzi, vola. La città è stata recentemente classificata come quella italiana più visitata, secondo una ricerca del Mastercard Global Destination Cities Index, è l’unica nella Top20 mondiale: un riconoscimento importante, che arriva dopo quello di Airbnb, che alla fine del 2018 aveva classificato Milano tra le città più creative in Italia.

I motivi di un’ascesa che sembra non fermarsi sono molteplici, e tutti validi: la lunga scia positiva di Expo, che ha posizionato la capitale meneghina su un più che degno palcoscenico dal respiro internazionale, protagonista di eventi e manifestazioni che nulla hanno da invidiare alle grandi metropoli d’Europa come Londra o Parigi. Alcuni esempi?
La Milano Design Week, che ogni anno attrae sempre più turisti e professionisti dal mondo o il Milan Film Festival, manifestazione dedicata al cinema che coinvolge grandi registi, sceneggiatori e attori. E poi ancora: festival di letteratura come BookCity, rassegne musicali della portata di JazzMi, manifestazioni dedicate alla fotografia, all’arte, al cibo.

In questo quadro la città assume nuovi ruoli complementari: da una parte attrae nuove aziende e imprenditori dei più svariati settori, dall’altra diventa – o forse torna a essere – fulcro di antiche e moderne realtà artigianali, che a Milano, e grazie a Milano, vivono di nuova luce e di nuovi mercati. Come Stefano Raffa, artista e artigiano con un passato da fotografo, che da qualche anno si è dedicato anima e corpo al suo brand di oggetti creati a mano con materiali pregiati: pennelli e rasoi in legno, set da barba, taglieri e coltelli.
Stefano ha il suo laboratorio e showroom presso la Fornace Curti, antica bottega risalente al ’400 e originariamente situata vicino alle Colonne di San Lorenzo: qui gli artisti si approvvigionavano di argilla, cuocevano le loro sculture e dipingevano. La fornace fu poi trasferita nei primi anni del ’900 dietro il Naviglio, e ben rappresenta l’espansione di una Milano sempre più diffusa, la cui luce e innovazione invado quelle che un tempo erano considerate “periferie”, e che ora fanno parte della grande Città Metropolitana in ascesa.

“Milano mi permette di lavorare tanto anche con l’estero, come ad esempio il Giappone, perché l’unione del Made in Italy a una città dal respiro internazionale può fare davvero la differenza” sostiene Raffa. “Milano negli ultimi anni ha vissuto una crescita esponenziale, e per questo rappresenta per me e per tanti artigiani un punto di forza unico, sia per la continua evoluzione che sta vivendo, e che ti permette di vivere a tua volta, sia per il confronto e gli spunti da cui puoi attingere costantemente”.

La stessa crescita, che diventa evoluzione e confronto, continua a inondare numerose imprese del territorio, dall’industria manifatturiera a quella dei servizi, fino al settore produttivo (dati Camera di Commercio di Milano): è proprio in questo ambito che realtà come Lenze – azienda internazionale dedicata alla produzione di sistemi di automazione – hanno scelto Milano come sede di rappresentanza per il loro mercato italiano.
Una città veloce, in grado di innovarsi costantemente, non può che attrarre realtà altrettanto dinamiche: a Lenze è stato infatti conferito nel 2018 il premio “Digital Transformation Contest, il contest per le aziende che immaginano il futuro per disegnare il proprio presente”.
Un primato importante, quello dell’azienda tedesca, ottenuto grazie al suo processo di trasformazione digitale. La selezione delle imprese finaliste è stata decretata da una giuria scientifica delle più importanti realtà nazionali e internazionali, quali Ferrero, Electrolux, Lavazza, Bonfiglioli, Johnson&Johnson, Rold e il Politecnico di Milano e ANIE Automazione.

“È fondamentale restare al passo: in passato guardavo solo al mio lavoro, e ai suoi risultati; adesso guardo il lavoro di tutti, guardo dove va il mondo, per continuare a essere visionario”. Queste le parole di Sergio Vellante, Managing Director Lenze Italia e Vice President Lenze MED, durante il confronto tra manager ed esperti di innovazione che ha accompagnato la consegna dei premi.
Dinamismo, evoluzione, attenzione all’ambiente: sono queste le parole chiave della mission di Lenze, da sempre focalizzata sulla centralità assoluta del cliente, vero cuore pulsante di ogni azione produttiva e commerciale. La scelta della sede italiana non poteva allora che ricadere su Milano, una città che riesce ad accompagnare in un percorso di evoluzione chiunque abbia il desiderio di affermarsi e di evolversi. In poche parole: di fare la differenza.



Contenuti correlati

  • Sicurezza: normative e legislazioni, come farvi fronte

    La sicurezza è un concetto: bisogna imparare a conoscerlo e a diffondere la cultura della sicurezza. Normative e legislazioni servono e sono doverose in ogni attività produttiva, ma vanno comprese nel loro senso più profondo. Per aumentare...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • Schneider Electric: all’Innovation Summit di Parigi novità su innovazioni tecnologiche e collaborazioni

    Schneider Electric ha dato il via al suo Innovation Summit World Tour e sottolineato l’urgenza di promuovere un’azione immediata e una collaborazione continua per accelerare la transizione energetica e contrastare la crisi climatica. “Sulla scia del caldo...

  • A SPS Italia 2024: soluzioni Panasonic per packaging, alimentare e lavorazione metallo

    Il pacchetto motion di Panasonic viene utilizzato con successo dagli OEM di diversi settori industriali che richiedono profili di movimento complessi. Come ad esempio nel settore alimentare, per la realizzazione di un’affettatrice automatica da 22 assi, migliorandone la precisione di taglio,...

  • Nuove interfacce HMI e Scada

    Integrazione, connettività e trasformazione digitale sono le principali leve con cui i fornitori di tecnologia cercano di rendere più competitive le offerte di interfaccia uomo-macchina. L’attuale fase di transizione vede la convivenza di numerose tendenze che consentono...

  • Lenze lancia il motorullo più potente sul mercato

    Grazie al suo design innovativo e unico, il motore del motorullo o450 MDR a bassa tensione, presentato da Lenze, ha meno perdite negli avvolgimenti e genera quindi meno calore all’interno del rullo. Questo porta a una maggiore...

  • Omron investe nella tecnologia di integrazione dei dati ad alta velocità di Saltyster

    Omron annuncia il suo investimento in Saltyster, un’azienda specializzata nella tecnologia di integrazione dei dati ad alta velocità, di cui Omron deterrà una partecipazione azionaria di circa il 48%. Nell’attuale industria manifatturiera, la domanda di un valore...

  • Sono ufficialmente aperte le candidature per l’Altair Enlighten Award 2024

    Altair, attivo a livello mondiale nella computational intelligence, ha ufficialmente aperto le candidature per l’Altair Enlighten Award 2024. Presentato ogni anno in collaborazione con il Center for Automotive Research (CAR), il contest premia i più importanti progressi...

  • Un nuovo hub tecnologico per il Sud: BI-REX apre la sede operativa all’Università di Palermo

    Il Rettore dell’Università di Palermo, Massimo Midiri, e il Direttore Generale BI-REX, Stefano Cattorini, hanno sottoscritto un protocollo di intesa finalizzato alla cooperazione tecnico-scientifica con l’obiettivo di generare valore per il territorio della Regione Sicilia e dell’Emilia-Romagna...

  • Emerson nominata “Industrial IoT Company of the Year”

    Emerson è stata nominata per il sesto anno “Industrial IoT Company of the Year” aggiudicandosi il premio IoT Breakthrough. Il premio 2024 è stato assegnato a Emerson per i progressi nelle tecnologie e nei software che promuovono...

Scopri le novità scelte per te x