Le novità Moog per il Motion Control a Mecspe

Pubblicato il 24 novembre 2021
MC600plus Moog

Moog partecipa a Mecspe 2021 (Pad. 30 – F88). L’appuntamento è l’occasione per Moog per illustrare il suo approccio integrato al Motion Control.

“Siamo entusiasti di poter accogliere i nostri clienti nella cornice del Mecspe, all’insegna del concept “What moves your world”. Un fil rouge che declina l’approccio con cui Moog si pone al servizio del mercato in qualità di partner di fiducia in grado di creare sistemi di controllo completi e personalizzati, concepiti per gestire tutte le funzioni di processo.” dichiara Fabrizio Brandi, Marketing Manager di Moog Italiana “In qualsiasi ambito di applicazione, gli ingegneri Moog sono pronti a cogliere la sfida e ad intraprendere con entusiasmo un processo di co-progettazione con OEM, System Integrator ed End User, secondo un approccio “technologically neutral”. Il nostro tratto distintivo risiede infatti nella capacità di integrare i componenti della Total Solution Moog in sistemi ad hoc. Realizziamo macchine di ultimissima generazione, che assicurano performance superiori, massima sicurezza e riduzione dell’impatto ambientale, con il giusto mix di tecnologie elettriche, idrauliche e ibride.

Mecspe rappresenta per l’Azienda la vetrina ideale per illustrare al pubblico l’intera gamma Moog tra cui spiccano le servovalvole D936, il sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica (EAS), le viti a ricircolo di sfere e rulli satelliti e una speciale demo che integra motori lineari, servomotori, il controllore MC600plus e i servodrive, tra cui il DS2020.

La nuova frontiera per le macchine del futuro è rappresentata dalle soluzioni ibride, come l’innovativo sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica (EAS) firmato Moog, che associa i benefici della tecnologia elettroidraulica, quali robustezza ed alta affidabilità, resistenza alle alte forze e assenza di giochi meccanici, con quelli della tecnologia elettromeccanica, ovvero elevata efficienza energetica, pulizia, basse emissioni di rumore, assenza di centrale idraulica e semplicità di installazione e collaudo. Ulteriori plus del sistema sono: un miglioramento della produttività, un utilizzo ridotto del 90% del fluido idraulico e un numero inferiore di componenti, a favore di una riduzione complessiva degli spazi di ingombro degli impianti. Il cuore del sistema è l’Unità Motore-Pompa Elettro-Idrostatica (EPU) che favorisce l’implementazione di un sistema di trasmissione decentralizzato.

L’MC600plus è un progetto italiano, nato dal talento dell’equipe di ingegneri del sito produttivo di Presezzo (BG). In dettaglio, l’MC600plus è in grado di dialogare con le infrastrutture pre-esistenti e si distingue per prestazioni, precisione, digitalizzazione, versatilità e tempi di ciclo rapidi. È quindi ideale per numerose applicazioni industriali quali, ad esempio, presse per stampaggio a iniezione e a soffiaggio delle materie plastiche, confezionatrici, macchine utensili e per la formatura dei metalli, oltre che per il segmento testing e powergen. A conferma della sua versatilità, l’MC600plus è ideato per l’uso con tecnologia elettromeccanica, idraulica e ibrida e per essere integrato con componenti che presentano tempi di risposta estremamente rapidi, come quelli della Total Solution Moog. Tra gli elementi distintivi dell’ultima versione dell’MC600 spicca la potenza di calcolo maggiorata grazie al processore quad core e la connettività della CPU principale. Inoltre, grazie al protocollo OPC-UA (Open Platform Communications Unified Architecture) e Euromap 77/83, MC600plus è Industry 4.0 Ready. Infine, questo componente è robusto, di dimensioni compatte, in grado di operare anche in condizioni critiche e compatibile con i bus di campo più diffusi, come EtherCAT, CANopen e Modbus-RTU (master fieldbus) e Profinet (slave fieldbus).

Innovazione, approccio customer-oriented e personalizzazione sono gli elementi cruciali alla base del successo Moog anche nella realizzazione di viti, progettate e prodotte presso lo stabilimento di Presezzo. Grazie a costanti investimenti in macchinari di nuova generazione il sito garantisce un livello qualitativo e una flessibilità senza uguali. Le viti Moog, assimilabili ad organi di trasmissione, sono impiegate in macchine per l’automazione industriale ove sia richiesta silenziosità e alta capacità di carico, come l’industria pesante, il metal forming e la lavorazione della plastica. Due i tipi di viti prodotte presso il sito di Bergamo: a ricircolo di sfere, a garanzia di un minore attrito e una maggiore efficienza in situazioni che richiedono alti livelli di precisione e a rulli satellite, estremamente resistenti – in virtù del numero di punti di contatto presenti – e quindi adatte per applicazioni con elevate sollecitazioni.

Il sito di Casella, in provincia di Genova è specializzato in tecnologie elettromeccaniche. In dettaglio, all’interno di questo stabilimento vengono ideati e realizzati motori, attuatori e servoazionamenti, tra cui il servo drive DS2020 digitale stand-alone, a singolo asse, progettato per il controllo dei motori sincroni e asincroni. Compatto, performante e adatto a installazioni nel quadro elettrico, copre taglie di corrente da 2 a 199 Arms, potenze da 1 a 100 kW e risponde alla crescente esigenza di flessibilità, semplicità di utilizzo e facilità di installazione. Il DS2020 vanta, infatti, una vasta gamma di feedback di retroazione ed è compatibile con i bus di campo CANopen, Ethercat e Profinet. Il DS2020 è studiato per numerose applicazioni, da quelle ad alta ripetitività e velocità, come le macchine per preformatura delle lamiere, ai comparti dove è richiesta alta potenza ed efficienza, ovvero l’iniezione della plastica, agli assi tradizionali, alle servopompe. Moog ha infatti sviluppato un software per il controllo specifico di queste ultime soluzioni, tra cui l’EPU.

La D936 è una nuova famiglia di servovalvole proporzionali con elettronica integrata, i cui punti di forza sono affidabilità, efficienza, massima durata e compatibilità. Una soluzione che amplia il portfolio Moog coniugando la qualità e tecnologia per cui Moog è da sempre rinomata sul mercato, con il miglior bilanciamento costo-prestazioni. Questa serie passe-partout assicura un incremento della vita operativa degli impianti, con una conseguente riduzione dei fermo macchina e del TCO (Total Cost of Ownership), in molteplici ambiti. È, infatti, ideale nei comparti ove è richiesta massima precisione, tra cui lo stampaggio dei metalli e presse, il marine, l’automotive, le turbine a gas e a vapore ed è studiata per macchinari dedicati ai processi di iniezione e blow molding, industria pesante, pressofusione, industria del legno e applicazioni nel settore mobile, come le pompe per calcestruzzo. Le valvole della famiglia D936 sono concepite per il controllo elettroidraulico di posizione, velocità, pressione e forza in sistemi di controllo ad anello aperto e chiusoUlteriore beneficio della serie D936 è la possibilità di utilizzarla in operazioni di retrofit come valido sostituto di valvole sia a marchio Moog che di altri produttori. Progettate secondo lo standard Cetop (Comité Européen des Oléohydrauliques Transmission et pneumatiques), sono, infatti, perfettamente compatibili per essere inserite all’interno di sistemi esistenti, senza alcuna modifica agli impianti.



Contenuti correlati

  • Bosch Rexroth acquisisce Elmo Motion Control

    Bosch Rexroth decide di investire e aumentare la sua offerta di prodotti per l’automazione industriale attraverso l’acquisizione della società Elmo Motion Control Ltd, con sede a Petach-Tikva, Israele. Elmo sviluppa e produce azionamenti elettrici di fascia alta...

  • La duplice anima di Servotecnica

    Distributore e produttore, specialista del motion control, Servotecnica è sempre un passo avanti per prodotti, servizio e partnership con i clienti Leggi l’articolo

  • Motion Control evoluto per produzioni sostenibili

    Il Motion Control alla prova della digital transformation e della ecosostenibilità. Tra le principali tendenze in atto: efficienza energetica, simulazione, Industrial IoT, Realtà Virtuale, Realtà Aumentata. Una spinta verso questi trend arriva dal nuovo Regolamento EU sulla...

  • A SPS Italia 2022, il successo delle soluzioni presentate da Panasonic Industry

    L’edizione 2022 di SPS Italia si conferma un successo per Panasonic Industry: più visite da parte dei costruttori di macchine e system integrator, mentre la fiera è cresciuta rispetto all’ultima edizione in presenza del 2019. Al centro dello...

  • A SPS Italia 2022, l’anima dello ‘sperimentatore’ di Moog

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • A SPS Italia 2022 riflettori puntati sulla Total Solution Yaskawa

    In occasione di SPS Italia 2022 (Parma, 24-26 maggio), Yaskawa dà appuntamento ai visitatori al Pad 5 stand E26 con uno stand studiato appositamente per ospitare rappresentanze dell’intero mondo Yaskawa: non solo le divisioni Robotics e Drives, Motion...

  • Gefran a SPS presenta la digitalizzazione pervasiva e sostenibile

    Gefran partecipa alla decima edizione di SPS Italia, appuntamento dedicato alle tecnologie al servizio della trasformazione digitale, che torna in presenza dal 24 al 26 maggio (Padiglione 3, Stand F007). I visitatori saranno accolti in uno stand...

  • Moog e lo sport: Marco Melandri ospite d’eccellenza a SPS Italia 2022

    Il legame che unisce Moog e lo sport si fonda sull’indissolubile relazione tra le discipline sportive e la tecnologia. Nelle competizioni sono, infatti, i millesimi di secondo a fare la differenza. Il successo è frutto del talento,...

  • I muscoli che muovono le tubature oil&gas

    Per le soluzioni oil & gas, è fondamentale essere in grado di operare in condizioni ostili. Un sistema di attuazione Moog, totalmente elettromeccanico, ha permesso di realizzare una soluzione robotizzata adatta a operare in ambienti difficili. Leggi...

  • Processi ottimizzati per un packaging sostenibile

    Per le macchine e le linee di confezionamento, la piattaforma di automazione B&R, che va dal motore ai sistemi di trasporto più evoluti, consente di creare applicazioni capaci di gestire i prodotti in modo più efficiente e...

Scopri le novità scelte per te x