JDA supporta Michelin nella trasformazione dei processi di Integrated Business Planning

Pubblicato il 3 gennaio 2019

Alla base del successo e della strategia di Michelin c’è l’innovazione continua, per rendere la mobilità  più sicura, efficiente ed ecologica. Ecco perché Michelin, già cliente di JDA Software,  ha scelto e implementato JDA Sales & Operations Planning, parte della soluzione JDA Manufacturing Planning, per supportare il proprio impegno nella continua trasformazione dei processi strategici.

Michelin ha sede a Clermont-Ferrand nella regione dell’Alvernia in Francia. L’azienda è impegnata a migliorare in modo sostenibile la mobilità di merci e persone, producendo e commercializzando pneumatici per ogni tipo di veicolo, compresi aerei, automobili, biciclette, motocicli, macchine movimento terra, attrezzature fuoristrada e camion. Michelin è presente in oltre 170 paesi e gestisce 68 stabilimenti di produzione distribuiti in 17 paesi. Oltre al marchio Michelin, l’azienda possiede un ampio portfolio di brand, tra cui BFGoodrich, Kleber, Tigar, Riken, Kormoran e il marchio Uniroyal per il mercato nordamericano.

Alcuni anni fa, l’azienda ha deciso di avviare un progetto di trasformazione dei processi di Sales&Operations (S&OP) per rispondere alle numerose sfide che stava affrontando. La complessità della supply chain di Michelin era notevolmente aumentata ed era diventata più difficile da gestire a causa  di un portfolio prodotti sempre più vasto e in evoluzione, grazie anche ai continui sforzi di innovazione dell’azienda, e di un mercato sempre più volatile e competitivo, oltre che influenzato dalla domanda stagionale.

Dopo un’attenta analisi dei processi decisionali S&OP esistenti, il management team di Michelin ha compreso che era necessario sostituire i propri processi e strumenti legacy, che non offrivano flessibilità per supportare la trasformazione necessaria. Il progetto, denominato progetto Sharp S&OP, è iniziato nel gennaio 2018 e ha visto coinvolte le principali business unit a livello mondiale di Michelin, che sono ora guidate dalle soluzioni S&OP di JDA.

“Michelin continua a investire in innovazioni della supply chain, come sistemi informativi, logistica e servizi digitali, per migliorare il servizio clienti,” ha dichiarato Anthony Caumond, enterprise architect for supply chain, Michelin. “Abbiamo scelto JDA come estensione naturale della nostra ampia collaborazione con l’azienda, così da poter creare un’unica soluzione end-to-end standardizzata a livello globale.”

Michelin si è avvalsa della metodologia di implementazione di JDA, che comprende una sequenza di periodi di tre settimane per pianificare, costruire, testare e validare la soluzione. Questa metodologia di prototipazione agile e  rapida ha permesso al team di apprendere rapidamente l’uso della soluzione ottenendo risultati in ogni fase del progetto. Inoltre, l’azienda ha aderito al JDA S&OP Special Interest Group, che ha facilitato la condivisione di esperienze e best practice con  altri clienti contribuendo a rendere ottimale l’implementazione della soluzione.

Grazie a JDA, Michelin può ora condividere un piano comune per coordinare domanda, vendite e produzione, gestire le priorità e bilanciare domanda e capacità su un arco temporale di 12-18 mesi. La soluzione supporta un processo e una rete standardizzati per la condivisione delle best practice e consente simulazioni locali per  supportare sia la gestione della domanda a livello regionale, sia la capacità negli impianti, il tutto utilizzando un unico set di dati per garantirne la coerenza.

“Crediamo che il progetto Sharp S&OP, reso possibile dalla soluzione JDA per i processi S&OP, aumenterà significativamente la visibilità di rischi e vincoli futuri, grazie a scenari condivisi in tutta l’organizzazione,” ha affermato Pascal Zammit, senior vice president, Global Supply Chain del gruppo Michelin. In futuro, Sharp S&OP ci aiuterà a migliorare le performance.”

“La soluzione JDA ha abilitato la trasformazione digitale come parte integrante del progetto Sharp S&OP di Michelin,” ha detto Johan Reventberg, Presidente di JDA. “Il complesso processo di pianificazione della produzione, i lunghi tempi di consegna dei materiali, le lunghe rotazioni del portafoglio di produzione e il time-to-market prolungato per i nuovi prodotti non rappresenteranno più delle difficoltà per Michelin grazie a visibilità migliorata, maggiore responsabilità e allineamento interfunzionale che il nostro team ha avviato con questo progetto. Michelin ha già visto risultati eccezionali, e saremo lieti di consentire loro di estenderli all’intera organizzazione entro la fine del 2018.”



Contenuti correlati

  • Le tre dimensioni della sostenibilità

    Secondo Phoenix Contact è necessario creare un circuito virtuoso che renda disponibili a tutti le energie ottenute da fonti rinnovabili Leggi l’articolo

  • Parker Hannifin Bauma 2022
    Sostenibilità e digitalizzazione al centro della vision di Parker Hannifin

    Parker Hannifin sarà presente a bauma 2022 per presentare una serie di tecnologie chiave sviluppate in tema di “Progettazione e realizzazione di un futuro più green”. Lo spazio di Parker, presente presso lo Stand 215 nel Padiglione...

  • Globalizzazione 2.0

    Siamo arrivati alla “fine della globalizzazione che abbiamo conosciuto negli ultimi tre decenni”. Quale sarà allora il nuovo approccio al commercio globale? Leggi l’articolo

  • PNRR, digitalizzazione e competenze, il punto sulle PMI del manifatturiero

    Qonto, che a luglio 2022 ha lanciato la terza edizione del proprio Osservatorio sulle PMI italiane e sulla loro digitalizzazione, ha tracciato un quadro generale sulle imprese del settore manifatturiero, indagando in particolare il loro comportamento nei...

  • Ottimizzare i flussi

    Crescere attraverso l’ottimizzazione della produzione si può, grazie alla tecnologia e al ‘saper fare’, dando vita a un ciclo produttivo virtuoso e sostenibile Leggi l’articolo

  • Digitalizzazione, sostenibilità e innovazione, chiavi del futuro secondo Gruppo IMQ

    Si è tenuto questa mattina a Bollate, alle porte di Milano, l’evento “Together Toward Future”, durante il quale Antonella Scaglia, Amministratore Delegato di IMQ Group, ha illustrato alla platea, composta da stampa tecnica, stakeholder e clienti, la...

  • La VP Marketing di Ivanti Wavelink vince l’Award Women in Supply Chain

    Ivanti Wavelink, la business unit di Ivanti per le soluzioni di supply chain, annuncia che la rivista Supply & Demand Chain Executive, l’unica pubblicazione che si occupa di supply chain a livello globale, ha designato Tejal Ranjan,...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • Digitalizzazione delle imprese italiane, a che punto siamo?

    Spesso le imprese sono molto ottimiste quando valutano il proprio livello di digitalizzazione, pensano di essere più evolute in ambito di Digital Transformation, di quanto lo siano realmente. Le opportunità sono spesso state identificate come applicazione di un dato sistema o...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

Scopri le novità scelte per te x