Ixxat Safe: soluzioni certificate TÜV per applicazioni safety

Pubblicato il 18 maggio 2015

Con l’offerta Ixxat Safe, HMS offre un ampio portafoglio di soluzioni per una comunicazione dati sicura, in accordo alla norma IEC 61508. La soluzione include software di protocollo safety, certificato TÜV, per CIP Safety e Functional Safety su rete EtherCAT (FSoE), così come i moduli I/O certificati e pronti all’uso PROFIsafe per l’integrazione nei propri dispositivi.

Il prodotto di punta, all’interno dell’offerta Ixxat Safe, è il modulo pronto all’uso Ixxat Safe T100 – una soluzione completa per l’integrazione semplice e veloce di I/O di sicurezza tramite protocolli di comunicazione dati sicuri. Il modulo Safe T100 è integrato direttamente nel dispositivo del cliente o del sistema – per esempio i sistemi di saldatura, drive, contatori ecc. Grazie all’architettura completa dell’hardware e del software safety, pre-certificato da TÜV Rheinland, l’utilizzo di Ixxat Safe T100 semplifica notevolmente lo sviluppo dei dispositivi e dei sistemi con comunicazione sicura dei dati. Si riducono così anche i tempi di sviluppo, i costi ed i rischi. Ixxat Safe T100 è stato progettato per essere utilizzato, insieme ai moduli Anybus CompactCom di HMS, con le reti fieldbus ed Ethernet industriali. In tal modo, le comunicazioni di sicurezza utilizzano il principio del “black channel” tramite il modulo di comunicazione CompactCom, utilizzato per attuare il collegamento da e verso reti non sicure.

Oltre alla prima versione appena rilasciata – Ixxat Safe T100/PS per PROFIsafe su lato PROFINET – saranno presto disponibili ulteriori versioni, come CIP Safety su EtherNet/IP o FSoE. Particolari esigenze, in termini di lay-out, connettori o numero di I/O, possono essere soddisfatte da HMS con soluzioni specifiche per clienti OEM.

Oltre al modulo Safe T100, pronto all’uso, HMS offre anche stack di protocollo per FSoE e CIP Safety su EtherNet/IP o SERCOS. Proprio come Safe T100, gli stack di protocollo sono anch’essi certificati dal TÜV, consentendo una facile implementazione di comunicazione dati sicura su un hardware adatto. Utilizzando lo stack di protocollo safety pre-certificato, i clienti beneficiano di tempi di sviluppo molto più veloci e di una riduzione dei costi e dei rischi. L’integrazione degli stack può essere effettuata dagli stessi costruttori di dispositivi, ma HMS è sempre pronta ad assistere i propri clienti durante le fasi di implementazione, porting e certificazione.



Contenuti correlati

  • Micon 5 Safety: micro-pulsante con sistema di contatti a due canali da Rafi

    I pulsanti a corsa breve della serie MICON 5 realizzati da RAFI sono ora disponibili anche nella versione MICON 5 SAFETY con sistema di contatti a due canali. Con una superficie di base di soli 5,1 x...

  • Packaging 4.0 ready

    Il cuore di Industria 4.0 è la connettività. Sfruttando i gateway/router Ewon Cosy 131 e Flexy 205, le macchine di Cama Group sono in grado di assicurare evidenti benefici all’utilizzatore finale, oltre che al costruttore Leggi l’articolo

  • Nuove barriere ottiche di sicurezza Schmersal certificate ATEX per zone 2 G/D

    Schmersal presenta sul mercato una novità di grande rilevanza per chi, operando in ambienti a rischio di esplosione, non può permettersi di scendere a compromessi. Si tratta delle nuove barriere fotoelettriche di sicurezza ATEX serie EX-SLC ed...

  • Il Laboratorio di Prove del Gruppo TÜV Italia continua a crescere

    Le attività di prova su prodotti, materiali e componenti caratterizzano da sempre il Gruppo TÜV SÜD che, fondato nel 1866, è oggi uno degli enti di certificazione, ispezione, test e formazione più noti al mondo e di...

  • Progetto APL completato con successo. Nasce Ethernet APL

    Dopo quasi 4 anni di stretta e fruttuosa collaborazione tra le quattro principali organizzazioni di sviluppo degli standard, FieldComm Group, ODVA, OPC Foundation e Profibus&Profinet International (PI), unita al significativo supporto di 12 importanti partner del progetto...

  • Stay safe!

    Non c’è safety senza security e viceversa, Pilz ne è convinta. Da qui l’impegno verso un approccio olistico alla sicurezza per garantire la protezione di uomo e macchina Leggi l’articolo

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Una giornata intera di lavori intitolata ‘Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?’ organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza Leggi l’articolo

  • Cybersecurity: attacco hacker in corso

    Il crescente livello di connettività che caratterizza i moderni sistemi di automazione e controllo industriale sta determinando una considerevole espansione del fronte di attacco informatico e una conseguente evoluzione delle strategie di protezione. Dai sistemi proprietari a...

  • A SPS Italia EFA Automazione rinnova la collaborazione con lo storico partner HMS Networks

    Non poteva esserci occasione migliore di SPS Italia 2022, tornata in presenza dopo due anni di stop dovuto alle restrizioni pandemiche, per annunciare il rinnovo dell’accordo di collaborazione che EFA Automazione SpA, azienda leader in Italia per...

  • Pilz festeggia un anno record e guarda con fiducia al 2022

    Che il tema della sicurezza sia questione di DNA in Pilz lo si capisce subito, così come si percepisce quello spirito di famiglia, di comunità, che da sempre la contraddistingue nonostante una presenza ormai globale. Ancora azienda a...

Scopri le novità scelte per te x