IO-Link per far crescere Industria 4.0

Dalla rivista:
Fieldbus & Networks

 
Pubblicato il 13 maggio 2016

Nella struttura fieristica di Piacenza si è tenuto IO Link User Workshop, un evento dedicato ad IO-Link e pensato per approfondire la conoscenza di questa tecnologia, delle sue metodologie di utilizzo e dei prodotti che incorporano questo sistema di comunicazione. A Piacenza Expo si è potuto verificare come IO-Link, che è una tecnologia IO standardizzata attraverso la norma IEC 61131-9, sia una proposta finalmente matura e una soluzione in grado di portare l’intelligenza del sistema di controllo al livello più basso dell’automazione, collegando i dispositivi sul campo, siano essi sensori o attuatori.

IO-Link è un sistema di comunicazione pensato sin dall’inizio per essere interoperabile e in grado di integrare i diversi standard di bus di campo, coprendo gli ultimi metri che uniscono il sistema di controllo al processo fisico.

Nell’ambito del Workshop era compresa anche una zona espositiva con degli stand dedicati ai diversi costruttori di sensori, attuatori e sistemi di controllo che utilizzano il sistema IO-Link. Il convegno che si è svolto nell’ambito del Workshop ha compreso le presentazioni dei differenti produttori, che hanno mantenuto un approccio pragmatico e fortemente orientato alla pratica, dimostrando come IO-Link possa svolgere il ruolo di ‘ultimo miglio’ all’interno della struttura del sistema d’automazione, consentendo funzionalità nuove e topologie di collegamento innovative e più semplici. Per questo è fondamentale la capacità di IO-Link di supportare il trasferimento diretto al controllore di tipi di dati differenti ed eterogenei in formato digitale, compresi i segnali analogici acquisiti al livello più basso della produzione.

Nella parte mattutina del convegno, sono stati illustrati i dettagli che caratterizzano l’interfaccia e il protocollo di IO-Link, che sono pensati per consentire una gestione semplificata degli I/O e per concentrare i dati provenienti dal processo. Questa caratteristica, in pratica, si propone come un mezzo rapido per integrare sensori e attuatori nel concetto di automazione distribuita che è tipico di Industria 4.0.

Il convegno, nel pomeriggio, ha affrontato le tematiche più comuni attinenti alla pratica dell’utilizzo di IO-Link, spiegando come sia possibile effettuare semplicemente la configurazione di un sistema di automazione che si interfaccia attraverso questo standard e di come, utilizzando i tool grafici che sono già disponibili, si effettui l’integrazione di un dispositivo IO-Link nel programma di un PLC.

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Si è tenuta a Bologna la giornata di lavori intitolata “Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?” organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza. “Nata nl 1959 come azienda famigliare, Lapp conta oggi più di...

  • Arrow Dani edge
    Edge Computing al servizio delle persone con mobilità limitata con Arrow

    Arrow Electronics ha presentato il nuovo progetto Data Analytics & Network Innovation, noto anche come “Progetto Dani“, che contribuisce a migliorare la vita delle persone che utilizzano la sedia a rotelle e di coloro con mobilità limitata....

  • Pilz festeggia un anno record e guarda con fiducia al 2022

    Che il tema della sicurezza sia questione di DNA in Pilz lo si capisce subito, così come si percepisce quello spirito di famiglia, di comunità, che da sempre la contraddistingue nonostante una presenza ormai globale. Ancora azienda a...

  • Gefran a SPS presenta la digitalizzazione pervasiva e sostenibile

    Gefran partecipa alla decima edizione di SPS Italia, appuntamento dedicato alle tecnologie al servizio della trasformazione digitale, che torna in presenza dal 24 al 26 maggio (Padiglione 3, Stand F007). I visitatori saranno accolti in uno stand...

  • Emerson Asco elettrovalvola 3 vie
    Elettrovalvole Emerson Asco a tre vie

    Emerson ha ampliato la sua linea di elettrovalvole miniaturizzate Asco Serie 090, aggiungendo una nuova configurazione a tre vie della serie 090 per consentire soluzioni più leggere ed efficienti in termini di spazio per il controllo dei...

  • È trasparente ma…

    I sensori per oggetti trasparenti, con tecnologia UV brevettata, rilevano la presenza di fogli di plastica trasparente durante la termoformatura Leggi l’articolo

  • Cobot, più sicurezza nella collaborazione uomo-macchina

    Le innovazioni in sensori, intelligenza artificiale, machine learning migliorano la consapevolezza situazionale dei robot, consentendo loro di operare in prossimità degli operatori, senza necessità di recinzioni. Leggi l’articolo

  • Nuova serie 36 di sensori di Leuze

    La nuova serie 36 di sensori di Leuze è in grado di rilevare oggetti anche ad elevate distanze. I produttori e gli utenti di sistemi altamente automatizzati traggono vantaggio dal costo e dal design di questi prodotti. Il...

  • Mouser Electronics TE Connectivity
    Mouser Electronics distribuisce i connettori di TE Connectivity

    Mouser Electronics è un distributore globale autorizzato delle soluzioni di TE Connectivity, uno dei principali produttori a livello mondiale nei settori della connettività e dei sensori. Grazie a un assortimento di oltre 70.000 prodotti di TE disponibili...

  • La persona sempre al centro

    Nata nel 2001 come alpha riduttori srl, poi Wittenstein SpA dal 2008, la filiale italiana del Gruppo Wittenstein ha compiuto 20 anni. Il segreto? Il suo team di esperti, capaci di affiancare il cliente nella scelta della...

Scopri le novità scelte per te x