InTouch 2014 all’insegna della situational awareness

 
Pubblicato il 10 aprile 2014

L’aumento della complessità media delle applicazioni di automazione, la maggiore quantità di dati disponibili, l’ingresso negli impianti di personale nuovo e poco specializzato e infine la necessità di seguire le operations da postazioni remote sono i fattori che stanno rendendo sempre più imperativo lo sviluppo di interfacce HMI che migliorino la “situational awareness”, cioè la capacità dell’operatore di comprendere e quindi reagire agli eventi di impianto.

Con questo obiettivo sono state sviluppate le versioni 2014 di InTouch e System Platform. 

Le principali novità riguardano l’ambiente di sviluppo (Archestra IDE) al quale sono state apportati una serie di miglioramenti orientati all’ottimizzazione dell’usabilità: completamento automatico delle variabili nella definizione degli script, impostazione rapida di trend con wizard, animazione di point, sweep angle, semplificazione nell’uso di stili e librerie.

Migliorato anche Historian 2014 (versione 11.5). L’integrità del dato in caso di caduta era già garantita dal buffer integrato. Dalle ultime versioni è però possibile anche installare un secondo server Historian “Redundant”, che sarà configurato per comportarsi come backup del primo. La sincronizzazione tra i due server avviene tramite lo Store & Forward dell’engine e non tramite un collegamento diretto tra i due server. Novità di Historian 2014 è invece la possibilità di utilizzarlo come DB logger: anche gli allarmi possono quindi essere storicizzati sulla macchina di Historian.

Un altro miglioramento delle release 2014 di InTouch e System Platform riguarda la gestione della severità degli allarmi. Il sistema è in grado di gestire fino a 999 livelli di priorità degli alarmi. Ma nell’ottica di migliorare l’immediatezza della lettura degli allarmi, in conformità con i più recenti standard EEMUA è oggi possibile raggruppare le priorità degli allarmi in 4 livelli di severità, associati a uno specifico simbolo.

Ultime due novità riguardano la possibilità di Import / Export del file xml di ArchestrA e il multi-lingua. In particolare il nuovo Language Assistant permette di gestire tutti i testi in colonne divise per lingua, dove è possibile editare solo i campi effettivamente liberi e non quelli di sistema, per evitare errori. Il global dictionary “personalizzato” memorizza tutte le traduzioni e per riproporle la volta successiva.

Le versioni 2014 di InTouch e System Platform sono compatibili con i sistemi operativi Microsoft a partire da Windows 7.

Maggiori dettagli sul numero di maggio di Automazione e Strumentazione.

Qui di seguito vi proponiamo un video realizzato da Wonderware che illustra come usare i colori in un’ottica di miglioramento della “situational awareness”

 



Contenuti correlati

  • Nuova generazione di unità display IQAN-MD5 da Parker Hannifin

    Parker Hannifin sta per trasformare il settore HMI (Human-Machine Interface) con l’ampliamento della serie IQAN-MD5 di unità display completamente programmabili con funzionalità grafiche, diagnostiche e di gateway CAN: la serie è ora disponibile nelle versioni da 5 e 8...

  • Keba Industrial Automation a SPS Italia 2024

    A SPS Italia 2024 Keba porrà l’accento su HMI, facilità di integrazione HW & SW e soluzioni robotiche. Highlights sulle novità: applicazioni basate su IA, terminale portatile KeTop T135 e sistema di azionamento KeDrive D3-AC.  Quest’anno Keba,...

  • Nuove interfacce HMI e Scada

    Integrazione, connettività e trasformazione digitale sono le principali leve con cui i fornitori di tecnologia cercano di rendere più competitive le offerte di interfaccia uomo-macchina. L’attuale fase di transizione vede la convivenza di numerose tendenze che consentono...

  • Pannelli wide-screen multi-touch serie ETT xx64 da Sigmatek

    Che si tratti di visualizzazione, comando o monitoraggio, le moderne interfacce uomo-macchina consentono concetti operativi intelligenti che garantiscono un elevato livello di comfort dell’utente. I pannelli wide-screen multi-touch della serie ETT xx64 di Sigmatek sono dotati di...

  • Ottimizzare i costi e i processi con la piattaforma di e-Procurement RS PurchasingManager

    Negli ultimi anni, tutte le società del mondo hanno dovuto fare i conti con nuovi bisogni e priorità come l’efficientamento operativo, la digitalizzazione e la decarbonizzazione. Queste necessità hanno portato il mercato a riconsiderare il flusso organizzativo...

  • Nulla si crea, nulla si distrugge

    Stiamo vivendo il passaggio da una fase di automazione spinta a una di automazione green. Dopo anni in cui l’asticella tecnologica si è alzata molto, ora dobbiamo imparare a utilizzare tutti gli strumenti potenti che ci permettono...

  • Soluzioni di cybersecurity per reti OT

    Prodotti e soluzioni che permettono di proteggere le reti OT (operations technology) industriali della fabbrica, i sistemi Scada e ICS da attacchi malevoli e dai cyber criminali Dalla teoria alla pratica: vediamo quali sono le soluzioni disponibili...

  • Regole per una cybersecurity OT

    Esploriamo le strategie emergenti e le tendenze nel campo della sicurezza delle infrastrutture OT, Scada e ICS, focalizzandoci sull’automazione dei sistemi di monitoraggio e sull’uso dell’intelligenza artificiale Le infrastrutture operative (OT), i sistemi di controllo industriale (ICS)...

  • Benvenuta AI nel grande mondo dell’automazione

    TwinCAT Chat porta ufficialmente il mondo dell’AI, in particolare quello dei Large Language Models (LLMs), nella sfera dell’automazione industriale: le funzionalità di chat direttamente integrate nell’ambiente di sviluppo agevolano l’interazione uomo-macchina e semplificano l’ingegneria del software. Anche il...

  • Dismissione del 2G e migrazione dei dispositivi esistenti

    Prime vittime della diffusione del 5G sono i servizi 2G e 3G, in procinto di essere ritirati. E se la migrazione da 3G a LTE o 5G in molti Paesi è già avvenuta, per il 2G, cui fanno...

Scopri le novità scelte per te x